Vai al contenuto
soloturris

Nomina nuovo amministratore e passaggio consegne

salve, nel mio condominio 7 giorni fa si è fatta un'assemblea in cui si è dimesso il nuovo amministratore e ne è stato nominato uno nuovo (non presente in assemblea, ha fatto pervenire un suo preventivo).

Non è stato però ancora effettuato il materiale passaggio di consegna della documentazione dal vecchio al nuovo amministratore.

Al riguardo, chiedo

il nuovo amministratore entra in carica

1 - dalla data della nomina in assemblea

2 - nel momento in cui si effettua il passaggio di consegna della documentazione

3 - nel momento in cui accetta il mandato conferitogli (anche se in tal caso, sebbene non presente in assemblea, lo stesso ha presentato una propria offerta implicitamente accettando l'incarico....)

insomma, la risposta è la 1 la 2 o la 3?

Grazie 🙂

La risposta è la 3 in quanto l'amministratore deve "accettare" l'incarico;

 

Art. 1129 cc ... L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare

analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per

l'attività svolta

p.s. mi spiace per alfonso.polizzi ma ho già avuto una discussione sul tema con lo staff, per cui non credo di sbagliare

Solo l' accettazione formale (meglio se scritta) rende valida la nomina.

Un semplice preventivo di per sè non significa disponibilità a fare il lavoro.

La risposta è la 3 in quanto l'amministratore deve "accettare" l'incarico;

 

Art. 1129 cc ... L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare

analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per

l'attività svolta

p.s. mi spiace per alfonso.polizzi ma ho già avuto una discussione sul tema con lo staff, per cui non credo di sbagliare

Sul preventivo che viene presentato in sede di assemblea viene generalmente contenuta anche l'accettazione dell'incarico alle condizioni richieste, se tali condizioni vengono accettate ANCHE (l'amministratore candidato lo ha già fatto) dall'assemblea.....egli è già amministratore, come ha fatto già notare qualcuno, un secondo dopo la nomina.

Sul preventivo che viene presentato in sede di assemblea viene generalmente contenuta anche l'accettazione dell'incarico alle condizioni richieste, se tali condizioni vengono accettate ANCHE (l'amministratore candidato lo ha già fatto) dall'assemblea.....egli è già amministratore, come ha fatto già notare qualcuno, un secondo dopo la nomina.
Era quello che avevo asserito io, e lo Staff ha detto che non è sufficiente, e sarà necessaria l'accettazione formale.

Meglio così, almeno potremo, noi amministratori presentare, all'atto dell'accettazione, un maggiore importo rispetto a quello che avevamo indicato in preventivo dettagliandolo analiticamente ed aggiungendo qualche spesa extra in più

Meglio così, almeno potremo, noi amministratori presentare, all'atto dell'accettazione, un maggiore importo rispetto a quello che avevamo indicato in preventivo dettagliandolo analiticamente ed aggiungendo qualche spesa extra in più
Non prendertela con me, anche io ero dello stesso tuo parere ....
Non prendertela con me, anche io ero dello stesso tuo parere ....

Lo so bene, caro Tuxx, la mia era solo una battuta ironica, tanto lo sappiamo bene tutti e due che saranno pochi quelli che si prenderanno l'onere di accettare "formalmente" (magari con raccomandata AR) la carica....tutt'al più daranno l'assenso "a voce" quando e "se" saranno avvertiti di essere stati nominati

In qualche caso, come è successo recentemente a me, i condomini invitano a partecipare all'assemblea il candidato prescelto (sempre che tutti siano d'accordo) e tagliano così "la testa al toro"...il tal dei tali è presente ed accetta, non sarà deontologicamente corretto, ma se sei costretto a farlo con la forza.. lo si può anche accettare

Lo so bene, caro Tuxx, la mia era solo una battuta ironica, tanto lo sappiamo bene tutti e due che saranno pochi quelli che si prenderanno l'onere di accettare "formalmente" (magari con raccomandata AR) la carica....tutt'al più daranno l'assenso "a voce" quando e "se" saranno avvertiti di essere stati nominati
Perfettamente d'accordo, le cose in pratica andranno come sono sempre andate, e sarà pane per eventuali puristi "romp..." che vorranno mettere la classica pezzetta, ciò non toglie che la Legge lo prescrive e alla fine avranno ragione.

Che posso dire, speriamo che sia femmina? Anche questa non è male come soluzione, perfettamente in linea con la nuova norma.

Meglio così, almeno potremo, noi amministratori presentare, all'atto dell'accettazione, un maggiore importo rispetto a quello che avevamo indicato in preventivo dettagliandolo analiticamente ed aggiungendo qualche spesa extra in più

Sbagliato...tu puoi accettare o meno la nomina ma non chiedere un importo maggiore o chissa quali extra.

Il preventivo è già un impegno a fornire una prestazione e sulla base di quello sei stato votato.

Sei libero di rifiutare la nomina ma se la accetti implicitamente sarai tenuto al rispetto del preventivo.

 

La menzione "il tal dei tali è presente ed accetta" non ha alcun valore se non controfirmato dall' interessato.

Sbagliato...tu puoi accettare o meno la nomina ma non chiedere un importo maggiore o chissa quali extra.

Il preventivo è già un impegno a fornire una prestazione e sulla base di quello sei stato votato.

Sei libero di rifiutare la nomina ma se la accetti implicitamente sarai tenuto al rispetto del preventivo.

 

La menzione "il tal dei tali è presente ed accetta" non ha alcun valore se non controfirmato dall' interessato.

dimaraz, non hai afferrato la "sottile ironia" contenuta nella mia "scherzosa" asserzione, peraltro compresa prontamente da tuxx.

Sottoscrivo volentieri la tua precisazione sulla controfirma da apporre sul verbale di nomina da parte del novello amministratore che adotterò alla prossima riunione di condominio a cui sono stato espressamente invitato a partecipare. Il confronto fra diverse opinioni è costruttivo alla risoluzione dei problemi e ad agire correttamente e nel rispetto delle nuove norme di legge.

Scusa ...mi era difficile rilevare l' ironia mancando almeno una emoticons.

 

Accolgo la spiegazione...tutto ok. Non me ne volere

La risposta è la 3 in quanto l'amministratore deve "accettare" l'incarico;

 

Art. 1129 cc ... L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare

analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per

l'attività svolta

p.s. mi spiace per alfonso.polizzi ma ho già avuto una discussione sul tema con lo staff, per cui non credo di sbagliare

Una domanda,(forse banale) ma la richiesta formale di accettazione dell'incarico, in che maniera va fatta pervenire ai condomini?

Una raccomandata per tutti mi sembra improbabile e alquanto onerosa....😂

La norma è troppo recente per dare una risposta completa ed esauriente, posso indicarti quanto ha scritto l'Anaci in merito;

--link_rimosso--

Una domanda,(forse banale) ma la richiesta formale di accettazione dell'incarico, in che maniera va fatta pervenire ai condomini?

Una raccomandata per tutti mi sembra improbabile e alquanto onerosa....😂

Era quello che avevo asserito io, e lo Staff ha detto che non è sufficiente, e sarà necessaria l'accettazione formale.

In verità non ho contestato l'accettazione unita al preventivo di nomina,è una possibilità, ma deve esser sottoscritta e formulata come la norma comanda.

Al contrario ho ritenuto non sufficiente l'accettazione verbale ante assemblea su base di riunione informale tra condòmini e futuro candidato,esempio che avevi proposto.

Perfettamente d'accordo, le cose in pratica andranno come sono sempre andate, e sarà pane per eventuali puristi "romp..." che vorranno mettere la classica pezzetta, ciò non toglie che la Legge lo prescrive e alla fine avranno ragione.

Che posso dire, speriamo che sia femmina? :suspicion:Anche questa non è male come soluzione, perfettamente in linea con la nuova norma.

Per cortesia se vogliamo esser rispettati dobbiamo esser seri e non accomodare la norma definendo altri puristi se non di peggio solo perchè la riportano ed applicano.

E' talmente semplice farlo che non comprendo le vostre perplessità!

...

Al contrario ho ritenuto non sufficiente l'accettazione verbale ante assemblea su base di riunione informale tra condòmini e futuro candidato,esempio che avevi proposto.

Dopo aver letto tutto quanto avevi indicato (il link dell'Anaci) 💪
La norma è troppo recente per dare una risposta completa ed esauriente, posso indicarti quanto ha scritto l'Anaci in merito;

--link_rimosso--

Grazie mille per il link...🙂

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×