Vai al contenuto
specchio

Nomina Amministratore o Ratifica conferma incarico sono la stessa cosa ?

Buona notte,ragazzi. Secondo voi, in un' Assemblea Ordinaria, il punto all'odg " Nomina o Revoca Amministratore" è la stessa cosa di " Ratifica conferma incarico all'Amministratore"? Grazie anticipate da Specchio.

No, sono cose differenti, in quanto la nomina presuppone un nuovo amministratore, la revoca presuppone la destituzione di quello in carica, meglio se con nomina di un successore altrimenti quello attuale rimane in proroga, mentre la riconferma vale a dire, lasciare le cose come stanno, ossia si riconferma l'amministratore in carica per il proseguo del mandato.

Buona notte,ragazzi. Secondo voi, in un' Assemblea Ordinaria, il punto all'odg " Nomina o Revoca Amministratore" è la stessa cosa di " Ratifica conferma incarico all'Amministratore"? Grazie anticipate da Specchio.

Secondo me è un metodo poco ortodosso dell'amministratore per non mettere in discussione il suo mandato.

Se però c'è una volontà ed una maggioranza dell'assemblea a voler nominare un nuovo amministratore può essere discusso e scritto un verbale di questo tipo:

 

"L'assemblea con x voti favorevoli rappresentanti x millesimi delibera di non confermare l'incarico al Sig. Tizio e contestualmente nomina nuovo amministratore ilSig. Caio al quale il Sig. Tizio dovrà fare il passaggio di consegne."

 

Probabilmente l'amministratore dirà che una tale delibera non è regolare ma resta solo una sua opinione perchè a decidere se la delibera sia valida o meno è solo il Tribunale. Finchè la delibera non è impugnata resta valida e l'amministratore non può nemmeno impugnarla.

 

Nel caso voleste procedere in tal senso un consiglio:

nominate presidente e segretario tra i condòmini. Munitevi di fogli e carta carbone in modo da poter scrivere il verbale in doppia copia.

Una copia la consegnate all'amministratore per poterla far trascrivere sul registro dei verbali ed una copia ve la fate firmare per ricevuta.

Se l'amministratore non vuole firmare inviategli comunque copia del verbale via fax o per raccomandata.

Grazie, Tuxx e Leonardo 53. Chiaramente, la mia era una domanda retorica, di quelle cioè di cui già si conosce la risposta. Il punto, però, è questo: fra qualche giorno ci sarà l'udienza, nella quale attraverso una citazione,il mio legale ha impugnato tutto quanto deliberato - per documentata irregolarità nell'avviso di convocazione - nell' ASSEMBLEA ORDINARIA dell'aprile scorso,con all'odg, oltre il bilancio, anche la " NOMINA O LA REVOCA DELL'AMMINISTRATORE". Ora, nell'imminenza di questa udienza,notificata dal mio legale ai primi di luglio e fatta conoscere ai condomini solo a metà, ottobre, quest'amministratore, ritenendo di venire incontro alla nostra richiesta di annullamento di tutto quanto deliberato, ha pensato di convocare un'assemblea per domani, nella quale, tra l'odg, c'è appunto la " RATIFICA DELLA CONFERMA DELL'INCARICO". Domanda: siccome, ad aprile, non sono stato messo in condizioni di essere presente, come pure un altro condomino, qualora domani io volessi partecipare - se le parole e i termini hanno un senso - io mi vedrei precluso il diritto di nominare o revocare, ma mi dovrei limitare solo a RATIFICARE, cioè Convalidare, Timbrare, Confermare una decisione già presa a monte. Quindi, non sarebbe più logico e giuridicamente inoppugnabile ed inimpugnabile, riproporre in toto i punti dell'odg dell'Assemblea invalida, per poi presentarsi al giudice? Grazie di nuovo. Specchio

Se il Giudice annulla tutte le delibere della scorsa assemblea per vizio di convocazione, nessuna di quelle delibere sarà più valida.

Per il resto se c'è una maggioranza che non lo vuole più è sufficiente "non ratificare" e nominare un nuovo amministratore.

Se questa maggioranza non c'è tutto il resto è solo accademia.

Resta il fatto che se tutte le delibere vengono annullate e l'amministratore sarà riconfermato dalla prossima assemblea, resterà valida solo la riconferma ma dovrà essere fatta una nuova assemblea per approvare tutto il resto annullato (rendiconto, riparto...)

Grazie, Tuxx e Leonardo 53. Chiaramente, la mia era una domanda retorica, di quelle cioè di cui già si conosce la risposta. Il punto, però, è questo: fra qualche giorno ci sarà l'udienza, nella quale attraverso una citazione,il mio legale ha impugnato tutto quanto deliberato - per documentata irregolarità nell'avviso di convocazione - nell' ASSEMBLEA ORDINARIA dell'aprile scorso,con all'odg, oltre il bilancio, anche la " NOMINA O LA REVOCA DELL'AMMINISTRATORE". Ora, nell'imminenza di questa udienza,notificata dal mio legale ai primi di luglio e fatta conoscere ai condomini solo a metà, ottobre, quest'amministratore, ritenendo di venire incontro alla nostra richiesta di annullamento di tutto quanto deliberato, ha pensato di convocare un'assemblea per domani, nella quale, tra l'odg, c'è appunto la " RATIFICA DELLA CONFERMA DELL'INCARICO". Domanda: siccome, ad aprile, non sono stato messo in condizioni di essere presente, come pure un altro condomino, qualora domani io volessi partecipare - se le parole e i termini hanno un senso - io mi vedrei precluso il diritto di nominare o revocare, ma mi dovrei limitare solo a RATIFICARE, cioè Convalidare, Timbrare, Confermare una decisione già presa a monte. Quindi, non sarebbe più logico e giuridicamente inoppugnabile ed inimpugnabile, riproporre in toto i punti dell'odg dell'Assemblea invalida, per poi presentarsi al giudice? Grazie di nuovo. Specchio
Se all'ordine del giorno c'e il punto "RATIFICA DELLA CONFERMA DELL'INCARICO", come tu dici, ma sembra strano il fatto, in quanto l'amministratore così facendo, metterebbe in dubbio la sua precedente conferma, c'è da chiedersi perchè lo fa? Comunque puoi votare contro o neppure partecipare, ed eventualmente sentire un legale per una eventuale impugnazione di un punto molto dubbio.

Grazie, ragazzi. Come volevasi dimostrare, le vostre analisi sempre apprezzate e note a tutto il forum,convergono con la mia. Solo che spesso si ha il bisogno di un confronto e di un conforto alle proprie tesi. Comunque informerò il forum sugli sviluppi dell'imminente udienza.

Solo oggi leggo questa discussione e spero di non essere troppo in ritardo, l'amministratore convoca la nuova riunione perchè cosi facendo in teoria dovresti iniziare tutto da capo sempre che lui commetta un'altro errore, è una furbata per scavalcare la sentenza del giudice, che come già hanno detto invaliderà le sole delibere già fatte ma non quelle che farà e considerando che l'amministratore resta in prorogatio, comunque, fa quello che vuole, ma attenzione all'assemblea che lui farà per la sua nomina o conferma, dovrà specificare ANALITICAMENTE IL SUO MCOMPENSO pena la NULLITA' non l'annullabilità della sua nomina, e li puoi ricominciare.

Facci sapere

×