Vai al contenuto
hollyflower

Morte locatore, contratto scaduto e successione non pagata dagli eredi

Buongiorno a tutti, provo a chiedere lumi per una situazione per me complicata.

Muore la proprietaria di un appartamento in cui abita in affitto, da 20 anni, una mia amica.

Gli eredi, dei lontani parenti, si dichiarano da subito disponibili a venderle l'appartamento e a sospendere il pagamento dell'affitto, ma non si decidono a pagare la successione e quindi la vendita non si può fare. Nel frattempo la mia amica continua a pagare l'affitto su un conto corrente che le è stato indicato. Passano 2 anni, il contratto scade, la successione non è ancora stata pagata. La mia amica si ritrova senza un contratto e nessuno con cui rinnovarlo; i presunti eredi non si fanno più vivi, e viene a sapere per vie traverse che questi parenti sono in causa con una persona che sostiene di avere un testamento a suo favore. Smette di pagare l'affitto (non ha un contratto e nessuno con cui stipularlo) e comincia a cercarsi una casa, disperando di poter comprare quella in cui abita. Ora ha trovato una nuova casa e sta lasciando quella in cui era in affitto, ma vorrebbe capire alcune cose:

  • come può tutelarsi da futuri problemi consegnando le chiavi a coloro che si dichiarano eredi della defunta proprietaria? quali documenti deve farsi esibire?
  • per il periodo in cui ha abitato in quella casa senza un contratto (non per colpa sua) è tenuta a pagare l'affitto a questi eredi (se si dimostreranno effettivamente tali) anche se nel frattempo non era stata pagata la successione?

Ringrazio anticipatamente per qualsiasi parere

 

ciao

 

mettiamo alcuni punti fermi.

 

Non ha ricevuto comunicazioni della risoluzione del contratto da nessuno, per cui lo stesso si è rinnovato (salvo qualche clausola precisa sottoscritta che fissa in ogni caso la scadenza.

Sospendere il pagamento hai sbagliato.   Hai ricevuto ordini sul dove versare ( naturalmente scritti) e fino ad una certa data hai versato.   Dovevi continuare ..    se avevi qualche dubbio però, potevi scrivere una lettera a chi ti aveva scritto o comunque ad uno degli eredi, ed eventualmente chiedergli istruzioni.  Estrema soluzione poteva anche essere depositare l'affitto in un libretto e fotocopiare l'avvenuto deposito del fitto, inviando la fotocopia ogni tanto che dimostrasse la puntualità dei tuoi versamenti, chiedendo chiarimenti.

 

La riconsegna la fai ad uno degli eredi facendogli sottoscrivere che .... quale coerede della de cuius xxxxxxx di cui al contratto registrato col n. xxx , riceveva la restituzione dell'immobile.

 

La successione non è un problema tuo.

Modificato da camillo50

Grazie per la risposta.

 

Purtroppo queste persone non hanno mai scritto nulla, hanno solo dato indicazioni a voce, e non hanno mai ritirato le raccomandate che sono state inviate, anche per questo la mia amica si è insospettita e ha smesso di pagare.

 

 

Ciao

 

rispedisci la raccomandata allo stesso indirizzo accompagnandola da un telegramma che  lo informi della raccomandata.

 

Ripeto, non pagare si passa sempre e comunque dal torto.

 

Dimostrare che hai sempre versato puntualmente su un libretto che sei pronto a consegnare, è tutt'altra cosa.

I contratti se non disdetti si rinnovano, pertanto non è vero che la tua amica non aveva un contratto.

Avrebbe dovuto disdirlo prima della scadenza, non facendolo, il contratto si è rinnovato.

Eccerto che è tenuta a pagare, eccome.

 

Ora se vuole andare via, deve inviare recesso anticipato per gravi motivi.  Preavviso e va via.

Se gli eredi non ritirano la raccomandata, non è un problema.  La raccomandata va fatta e se non rtirata di perfeziona lo stesso la comunicazione con la compiuta giacenza.

 

Che la successione sia pagata o meno, a lei non riguarda.

 

×