Vai al contenuto
yano11

Intercapedine su corte condominiale Amministratore richiede progetto su parte privata

Ho richiesto il 15 Luglio, all'amministratore ( un condomino non competente in materia ), l'autorizzazione per eseguire una intercapedine di 2metri su corte condominiale causa infiltrazioni. Ad oggi non ho avuto il consenso ed ora mi si richiede di vedere il progetto che interessa la mia parte privata.

Ovviamente qualcuno che aveva del tempo da perdere è andato in comune a visionare il progetto....

E' lecita la richiesta di visionare/avere tutto il progetto e non solo quella inerente alla corte condominiale?

 

Grazie a tutti!

ciao

 

non è solo lecito, ma deve essere opportunamente accertare la tutela del bene comune. Vedi quindi che trattare da incopetente qualcuno solo perché magari si è sentito il parere di qualche altro, spesso è inopportuno.

ciao

 

non è solo lecito, ma deve essere opportunamente accertare la tutela del bene comune. Vedi quindi che trattare da incopetente qualcuno solo perché magari si è sentito il parere di qualche altro, spesso è inopportuno.

Inanzitutto grazie della risposta, non capisco come posso ledere il bene comune facendo delle modifiche non rilevanti sulla mia proprietà.

Inoltre vorrei capire se solo l'amministratore puo' visionare il progetto su parte privata o anche tutti i condomini.

 

Grazie ancora

ciao

 

se sei in condominio, quasi sicuramente, nell'area dove vuoi intervenire, non sei il proprietario esclusivo, ma hai il diritto di uso esclusivo. Allorchè realizzi un'opera che interessa le parti comuni, ( e da quanto capisco, l'intercapedine è a protezione del muro comune nel tratto di tua proprietà, per contenere le infiltrazioni) devi sempre avere l'autorizzazione anche se poi spesso l'art. 1102 cod. civ. te lo permetterà, ma l'assemblea ha sempre il diritto di valutare e decidere ( e quindi vedere i disegni), e se ti vota contrario, potrai impugnare.

Ma se hai infiltrazioni, perchè non obblighi l'amministratore ad intervenire a spese di tutto il condominio ?

ciao

 

se sei in condominio, quasi sicuramente, nell'area dove vuoi intervenire, non sei il proprietario esclusivo, ma hai il diritto di uso esclusivo. Allorchè realizzi un'opera che interessa le parti comuni, ( e da quanto capisco, l'intercapedine è a protezione del muro comune nel tratto di tua proprietà, per contenere le infiltrazioni) devi sempre avere l'autorizzazione anche se poi spesso l'art. 1102 cod. civ. te lo permetterà, ma l'assemblea ha sempre il diritto di valutare e decidere ( e quindi vedere i disegni), e se ti vota contrario, potrai impugnare.

Ma se hai infiltrazioni, perchè non obblighi l'amministratore ad intervenire a spese di tutto il condominio ?

Perchè il complesso è formato da 2 palazzine distinte divise da una corte condominale comune ( (4 condomini palazzina A + 2 condomini palazzina B, tipo supercondominio per interderci), l'assemblea praticamente è formata dai 4 condomini dell'altra palazzina (il condomino sopra di me non partecipa mai alle assemblee, e possiedo una sua autorizzazione scritta a procedere con i lavori).

Quindi all'assemblea che entrino infiltrazioni nella mia palazzina non interessa minimamente.... tanto loro sono i proprietari dell'altra....

I disegni dell'intercapedine inerenti alla parte comune con relativo prospetto sono gìà stati visionati e forniti, inoltre ho fornito tutti i riferimenti DIA ecc, che hanno già visionato ulteriormente in comune, ora l'assemblea vuole vedere l'intero progetto anche sulla mia parte privata, a mio avviso questa richiesta è assurda, io devo far vedere i fatti miei a persone che abitano in un'altra palazzina?

Dopo 2 mesi e mezzo che attendo una risposta continuano a farmi una richiesta diversa, io ho grossi problemi di infiltrazione e loro fanno i pignoli su tutto facendo perdermi tempo.

Inoltre queste richieste vengano fatte via email, non sò se è una persona che continua a fare richieste o se sono tutte e 4, credo che l'amministratore non essendo del mestiere (nessuna formazione o aggiornamento riguardo all'amministrazione del condominio), cerca di esaudire tutte le richieste dei condomini, anche se proviene da una sola persona, così facendo a mio avviso si perde solo tempo, poichè fra una settimana ci sarà ancora un'altra richiesta... la storia infinita.....

Credo che l'unica via sia sentire un'avvocato e spiegare la situazione, altrimenti continuerò ad essere preso in giro.

 

Grazie ancora

ciao

 

l'estetica è di tutti i condomini, anche se nella tua palazzina siete solo in due. Che servizi avete in comune con l'altra palazzina ? Perchè d'accordo con quello sopra di te non vi separate, se possibile, evitandovi anche la spesa dell'amministratore e tutto quanto connesso.

 

Se invece non potete dividervi, se la parete che vai a realizzare, non altera l'estetica dell'edificio e hai la autorizzazione del condomino sopra di te, comunca all'amministratore che darai inizio ai lavori, salvo che non venga inviata una risposta scritta che ti contesti quale violazione secondo l'amministratore tu faresti. Per una controparete, non c'è bisogno del disegno, ma se c'è la ristutturazione interna e c'è l'amministratore, questi ha diritto di verificare che il tuo intervento non interesse le parti comuni. Potresti superare il tutto facendogli tale dichiarazione ed allegando il parere favorevole di quello sopra di te.

I servizi in comune sono area box auto sotto la loro palazzina , la corte condominiale con piscina, ( il condomino sopra di me è escluso da questa area, quindi alla fine siamo 4 + 1), come utenze in comune abbiamo la corrente elettrica e acqua della piscina e box auto, il resto è tutto indipendente.Comunque era già una mia idea fare la richiesta di divisione delle palazzine, ma aspettavo momenti più tranquilli per richiederla...

L'intercapedine non và alterare assolutamente l'estetica in quanto non si vedrà a lavoro ultimato...

Non ho nessun problema a far visionare il progetto all'amministratore (cosa che ho già fatto e che ha verificato recandosi in comune), ma sinceramente far visionare la parte privata a tutti i condomini non mi và , in quanto sicuramente troverebbero qualcosa da dire, un sacco di domande sui fatti privati...

Non si tratta di una vera ristrutturazione in quanto è già stato ristrutturato, ma malamente, stò apportando piccole migliorie, niente che puo' recare danno alla parte comune come discusso con alcuni amministratori della zona, ma mi hanno confemato che basta un condomino che vuole mettere i bastoni nelle ruote per complicare il tutto....

A mio avviso c'è qualcuno che si nasconde dietro la figura dell'amministratore che continua a fare richieste.... tanto per...

Credo inoltre che l'amministratore non vuole esporsi contro i propri condomini, per non essere mal visto, e quindi quello che subisce sono io...

Quanto tempo prima bisogna spedire la lettera di preavviso inizio lavori?

 

 

Grazie

×