Vai al contenuto
brendi44

Infiltrazioni d'acqua dal terrazzo provocate da un condomino

Salve a tutti.

Abito al primo piano di una palazzina di tre piani.Da otto mesi inspiegabilmente su di un muro esterno della mia cucina sotto una finestra,c'è una parte di intonaco che è bagnata e quasi si stacca mentre dal lato esterno del muro la cortina è anch'essa bagnata quasi perennemente.Inizialmente pensavo che il problema dipendesse dai miei tubi dell'acqua che sono sulla parete vicina ma ultimamente in seguito alle abbondanti piogge,mi sono accorto che sicuramente il danno è causato da una infiltrazione d'acqua che partendo dal cornicione del solaio ,si insinua in una canna fumaria che attraversa tutti i solai fino al piano scantinato.Infatti ho notato che anche gli appartamenti situati sulla mia verticale al secondo e terzo piano hanno vistosi problemi di infiltrazioni d'acqua.Ho fatto anche un video come prova.Fin qui nulla di strano ma ciò che mi preme sottolineare è che il danno è stato causato sicuramente da un condomino dell'appartamento situato sopra il mio.Infatti quest'ultimo per far passare un cavo d'antenna, con il trapano ha bucato la guaina e il solaio del terrazzo proprio in corrispondenza di un pluviale dell'acqua.Infatti guardando su si vede che l'acqua gocciola dal foro praticato e una parte di questa sicuramente si infiltra anche nella canna fumaria distante pochi centimetri e da questa cola andando a bagnare i solai e muri perimetrali sottostanti.La domanda che io vi pongo è questa: Come devo comportarmi? Rivolgermi all'amministratore (che abita nello stesso palazzo ed è proprietario dell'appartamento il cui inquilino ha fatto il danno) e chiedere di fare una assemblea per discutere del problema oppure citare direttamente il proprietario dell'appartamento che ha provocato il danno? Io penso sia più fattibile la prima ipotesi in quanto il problema è causato comunque da parti comuni. Inoltre pensate che le spese di riparazione siano da addebitare a chi ha danneggiato le parti comuni o vanno ripartiti tra i condomini?Per favore aiutatemi a capire come comportarmi in quanto io sono il danneggiato principale perchè gli altri hanno solo macchie d'acqua sui balconi mentre io essendo l'unico a non avere il balcone mi ritrovo con la parete bagnata e ammuffita in cucina.

P.S. proprio oggi il condomino che ha trapanato il solaio ha provveduto furtivamente a sfilare il cavo d'antenna nell'intento di sfuggire ai suoi doveri.

ciao

 

chiedi all'amministratore di verificare le cause dell'infiltrazione e quindi di intervenire. La responsabilità sarà così accertata e quindi anche l'addebito dei costi sarà conseguente.

Salve Camillo.

Proprio questa mattina l'ho chiamato per fargli vedere dalla strada l'acqua che sgocciolava ancora dal foro praticato nel cornicione e gli ho spiegato che parte di questa si infiltra sicuramente ai piani sottostanti.Ma lui questo lo sa meglio di me in quanto il buco nella guaina del terrazzo è stato fatto prorio per far passare il cavo che va nell'appartamento di sua proprietà.Infatti ha già provveduto a sfilare il cavo per occultare le prove.A questo punto sto approntando una lettera proprio a lui amministratore nel quale spiego cosa è successo e lo diffido ad adempiere.Pensi che se ne debba comunque parlare in una assemblea ad hoc oppure è tenuto ad agire direttamente perchè è un intervento di manutenzione straordinaria ed urgente?

ciao

 

quale amministratore è tenuto alla conservazione del bene comune, per cui se non interviene, potrai chiedergli i danni per "mala gestio" al di la della sua responsabilità. Non mi sembra che sia necessaria una assemblea straordinaria, magari a pagamento, il cui costo supererebbe il costo di intervento.

...è che il danno è stato causato sicuramente da un condomino dell'appartamento situato sopra il mio.Infatti ...

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se provato...

 

 

Quando il terrazzo,è di proprietà esclusiva, ovvero se è sfruttato esclusivamente da un determinato soggetto, il lastrico solare (o la terrazza a livello) conserva sempre la funzione prioritaria di copertura dell’intero edificio. Pertanto, la responsabilità per i danni cagionati da infiltrazioni provenienti da detta superficie, deteriorata per difetto di manutenzione, non grava sul proprietario esclusivo, (a meno che il fatto non sia a lui esclusivamente imputabile), ma su tutti i condomini, con ripartizione delle spese secondo i criteri di cui all’art. 1126 c.c.

Ciò significa che su questi ultimi, a cui il lastrico solare serve da copertura, il risarcimento danni graverà nella misura di due terzi dell’intero importo, mentre sul titolare della proprietà superficiaria o dell’uso esclusivo nella misura di un terzo (v. Cass., Sez. Unite, 29 aprile 1997, n. 3672; Cass. 17 ottobre 2001, n. 12682; Cass. 15 luglio 2002, n.10233)

Per essere precisi il nostro non è un lastrico solare ma un tetto di quelli spioventi con le tegole e tutto intorno al perimetro del tetto stesso vi è un cornicione in cemento con guaina attaccata sopra e dal quale cornicione discendoni i pluviali che portano giù la pioggia.Il condomino dell'appartamento di sopra ha installato una sua antenna sul piccolo ballatoio di accesso al tetto (peraltro senza dire nulla ai condomini) e per portare il cavo dall'antenna al proprio appartamento lo ha fatto passare lungo la facciata condominiale avendo la balzana idea di bucare il cornicione con relativa guaina.Con il tempo poi si sono avuti i problemi di cui vi ho parlato di infiltrazioni.A riprova del fatto che sa di aver sbagliato ieri il cavo è stato sfilato proprio dall'amministratore stesso che è anche parente del proprietario dell'appartamento di sopra.Alla luce di quanto appena detto cosa mi consigliate di fare per tutelare i miei legittimi interessi? Oltre al danno subito devo pure contribuire ai lavori di sistemazione del terrazzo? Oppure i lavori li paga chi ha cagionato il danno? Grazie.

×