Vai al contenuto
Paolochef

Infiltrazioni acqua pavimento box

Salve.

Possiedo un box sito al piano terra nel retro del corsello box, ed è sottostante ad una porzione di giardino condominiale. A causa di infiltrazioni di acqua e umidità, qualche hanno fa sono stai effettuati interventi di impermeabilizzazione sia sulle pareti perimetrali esterne interrate, sia sulla parte superiore (tetto) coperta dal giardino esistente. I costi legati a tale intervento sono stati suddivisi tra i condomini proprietari secondo la tabella millesimale.

Quest anno nel mio box si sono verificate altre infiltrazioni. Questa volta però, l'acqua (tipo acquitrino) era presente nell'angolo più estremo della pavimentazione (in fondo verso la parte finale), oltre alle pareti perimetrali vistosamente macchiate dall'umidità, adiacenti alla parte di pavimentazione bagnata. Per cui la stessa ditta che aveva operato in passato per impermeabilizzare, è intervenuta creando un "vespaio" lungo tutto il tratto adiacente alla parete laterale e frontale (profonda 40 cm. e larga circa 40 cm.)., oltre che demolito solo una parte delle pareti bagnante ( 10 cm. di profondità x metro di altezza).  In pratica, formando una sorta di "L" vuota affinché l'acqua proveniente da sotto al pavimento piastrellato non possa risalire fino alla pavimentazione stessa e da li andare oltre verso l'alto bagnando le pareti.

Vorrei sapere cortesemente a chi devono essere attribuite le spese per questo tipo di intervento (vespaio e pareti) .

Grazie

 

 

 

 

Paolochef dice:

Vorrei sapere cortesemente a chi devono essere attribuite le spese per questo tipo di intervento (vespaio e pareti) .

Questa volta si tratta di fare manutenzione al lastrico solare condominiale composto da giardino condominiale e box privato.

Salvo eventuale regolamento contrattuale e/o convenzione o approvazione all'unanimità di 1.000 milelsimi, a mio avviso deve essere applicato l'art. 1125 c.c. per cui tutti gli interventi strutturali sul lastrico (il vespaio che fa da doppio solaio) devono essere ripartiti al 50% a carico di TUTTo il condominio (box compreso) e l'altro 50% a carco del proprietario del box.

Leggi questo articolo se può interessarti:

https://www.condominioweb.com/cortile-comune-che-funge-da-copertura-ai-box-interrati-come-ripartire-le.746

 

Leonardo53 dice:

Questa volta si tratta di fare manutenzione al lastrico solare condominiale composto da giardino condominiale e box privato.

Salvo eventuale regolamento contrattuale e/o convenzione o approvazione all'unanimità di 1.000 milelsimi, a mio avviso deve essere applicato l'art. 1125 c.c. per cui tutti gli interventi strutturali sul lastrico (il vespaio che fa da doppio solaio) devono essere ripartiti al 50% a carico di TUTTo il condominio (box compreso) e l'altro 50% a carco del proprietario del box.

Leggi questo articolo se può interessarti:

https://www.condominioweb.com/cortile-comune-che-funge-da-copertura-ai-box-interrati-come-ripartire-le.746

 

Grazie per la risposta Leonardo.

In precedenza il costo della manutenzione legata all'impermeabilizzazione delle pareti fu addebitata a tutti i condomini rispettando la tabella millesimale. Invece in questo ultimo caso, sembrerebbe (ma non vi è alcuna certezza) che l'acqua trasudi dalla zona sottostante il pavimento  e per effetto della capillarità fuoriesca, manifestandosi attraverso le pareti (zone e macchie sparse) , oltre a depositarsi sulle piastrelle della pavimentazione interna del box. Detto ciò, vorrei capire se l'amministratore farà bene ad addebitarmi completamente o in parte il costo legato all'intervento effettuato qualche mese fa, ossia per aver delegato la ditta manutentrice del condominio ad intervenire creando un vespaio o intercapedine sotto alla pavimentazione, lungo il perimetro delle pareti interessate e la pavimentazione stessa.

Allego immagini per far capire meglio il problema.

3.jpg

6.jpg

Paolochef dice:

Detto ciò, vorrei capire se l'amministratore farà bene ad addebitarmi completamente o in parte il costo legato all'intervento effettuato qualche mese fa, ossia per aver delegato la ditta manutentrice del condominio ad intervenire creando un vespaio o intercapedine sotto alla pavimentazione, lungo il perimetro delle pareti interessate e la pavimentazione stessa.

Ah, scusami ma evidentemente avevo letto frettolosamente ed il giardino soprastante mi aveva fatto pensare ad infiltrazioni dalla parte superiore.

Dalla foto è evidente che si tratta di infiltrazioni di risalita provenienti dalle fondamenta (sottosuolo di proprietà comune) e pertanto, a mio avviso, sono spese da sostenere da tutti i condòmini, per millesimi di proprietà.

 

Articolo 1117 c.c.

Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell’edificio, anche se aventi diritto a godimento periodico e se non risulta il contrario dal titolo:
1) tutte le parti dell’edificio necessarie all’uso comune, come il suolo su cui sorge l’edificio, le fondazioni, i muri maestri, i pilastri e le travi portanti, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni di ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e le facciate;

 

  • Grazie 1
Paolochef dice:

Grazie mille Leonardo, la tuo opinione mi ha rincuorato.

Scusa se sono così puntiglioso ma per chiarezza, tengo a precisare che il box NON è posizionato  perpendicolarmente ai muri maestri del condominio al piano terra , tanto meno costruito sopra alle fondamenta del condominio stesso.  Bensì sorge difronte al condominio, sempre al piano terra, avente come "cappello" una parte di giardino sovrastante.

In pratica il lungo corsello dei box, divide gli stessi tra quelli  costruiti sotto ai primi piani (a sinistra) e quelli costruiti sotto alla parte del giardino condominiale (a destra). Per questo motivo ti chiedo se posso considerare la parte sottostante la pavimentazione del mio box come "fondamenta" del condominio malgrado lo stesso condominio non sia costruito ne sopra, ne di fianco o adiacente al mio box. L'unica certezza dovrebbe essere quella che a prescindere dalla posizione, la parte sottostante su cui è costruito il mio box forse è da considerare parte condominiale.  O non è così?

Non so se può essere considerata "fondamenta del condominio" anche la zona su cui è costruito il mio box per poter così suddividere  le spese fra tutti i condomini.

Grazie in anticipo per la risposta

 

 

 

 

IMG_20180707_100118.jpg

×