Vai al contenuto
Bergamo

Infiltrazione lavoro esagerato

Buongiorno. Oggi che scrivo è il 17 gennaio. La mia vicina ha iniziato lavori di ristrutturazione dei muri a metà dicembre.
Verso il 10 gennaio, sono stato contattato dall'addetto dei lavori per una presunta infiltrazione. Dopo qualche giorno con mio padre presente sono entrati nel mio appartamento, e dove stanno facendo i lavori hanno spaccato i muri arrivando sotto il mio piano doccia, dove è stata trovata una perdita di gocce durante lo scarico doccia, quindi solo quando usata. Senza comunque avere la mia autorizzazione per arrivare li.
Il danno del muro è enorme e a quanto pare non potrebbe essere quella perdita ad avere creato quel grande danno. Muro di ringhiera al piano terra, sotto casa mia non ho il vespaio e quindi c'è una grande umidità di risalita. Ma comunque una perdita durante lo scarico c'era e mi assumo le mie responsabilità.

Il problema è che io abito in Giappone, ma sono reperibile via cellulare h24, la mia email la leggo cento volte al giorno. Sono quindi stato contattato il 10 gennaio da chi fa i lavori con whatsapp.
La vicina dice che ha dovuto spaccare tutta la parete per trovare l'infiltrazione perchè io non ero reperibile, e che ha provato a chiamarmi. Praticamente vuole farmi pagare il rifacimento di tutta la parete, solo per quell'infiltrazione.
1) ero sempre reperibile, ma anche se non fosse stato non è andata a dirlo in amministrazione di condominio
2) dopo che hanno spaccato il muro ed è stata trovata la perdita, è andata due ore dopo in amministrazione, che mi ha scritto un'email a cui ho risposto dopo 10 minuti, email che ho inviato anche alla vicina ... in poche parole se voleva trovarmi sapeva come farlo, e l'ha fatto subito dopo avere trovate la perdita scarico

Se i lavori sono iniziati a metà dicembre, non è possibile che abbia distrutto il muro solo per l'infiltrazione per poi contattarmi dopo il 10 gennaio.
Mi chiede 3000 euro per il rifacimento della parete, del tempo per trovare la perdita, per il buco fatto e poi ricostruito.
La gira dicendo che magari erano anni che c'era, e si è accorta solo adesso perchè c'erano gli armadi ... quelle goccie di scarico non può avere creato quel grande danno, ma anche se fosse non mi ha dato il tempo per fare una ricerca, dicendo che ero in Giappone. In casa abita una ragazza, mai stata contattata.

Pago questi 3000 mila euro? Non c'è stata nessuna controversia tra di noi, non è che mi ha detto che ho una perdita ed io no e così via, così da portarla a lei a fare una ricerca. Se me l'avesse detto, le avrei pagato una normale tinteggiatura

Come mi comporto?









 

 

Il muro è condominiale?

Una volta trovata la probabile fonte d'infiltrazione,i lavori andavano fermati.

Se il muro è di entrambi,prima di toccare la proprietà altrui,costui va informato anche in emergenza.Invece di rompere arbitrariamente.A meno che non sono stati autorizzati da tuo padre.

La prassi è,prima di rompere di trovare la soluzione tra propriatari,se non è possibile,consultare un perito.

Se è condominiale prima di spaccare ci voleva e andava informato l'amministratore.

Affermano che eri irreperibile? 

Se sei in grado,e così mi pare,di dimostrare che non è vero.

Come comportarsi? Se NON trovate un'accordo tra di voi,puoi citare la committente signora per vie legali,anche se il muratore/idraulico avesse agito di testa sua.

 

--link_rimosso--

 

 

Modificato da giglio2

grazie mille. Il muro è di entrambi, non era una vera perdita continuativa,  ma solo di qualche goccia durante lo scarico, quindi una perdita minima di 10 minuti al giorno ... certo magari erano anni che c'era, ma nulla di urgente. Io ero reperibile, ma anche non lo fossi stato, non hanno avvisato l'amministratore.
Chissà perchè dopo che hanno bucato ed hanno trovato la perdita, sono andati in amministrazione che mi ha contattato un'ora dopo a cui ho risposto subito ... quindi prima non avevano interesse a cercarmi. 
Questa signora per queste gocce, si attacca dicendo che ha dovuto devastare tutto il muro per trovare la perdita ... pur sapendo che li dietro c'era il mio bagno. 
Quando mio padre è andato a vedere, non li ha permesso di bucare, mentre mio padre tornava a casa invece hanno bucato senza il permesso di nessuno.
Lavori iniziati un mese fa, quindi era una vera ristrutturazione dell'appartamento, che la vicina dice che ha iniziato per quella macchia sul muro ... trovato le gocce e vuole che paghi una intera parete, sui 2-3mila euro
Fosse anche stata colpa mia, dovevo essere avvistato. Avrei trovato il mio danno e pagato un centinaio di euro di tinteggio.
Sono in grado di dimostrare che ero reperibile 24 ore su 24, chi fa i lavori mi ha contattato su whatsapp e dopo avere trovate le gocce la signora ha contattato il condominio che mi ha contattato subito al quale ho risposto subito. Anche non lo fossi stato, non ha lasciato nessuna comunicazione al condominio riguardo ad una probabile infiltrazione.
So che ho molte carte vincenti, il fatto che abbiano fatto lavori senza dirmelo, hanno bucato senza dirmelo, ero reperibile, non mi hanno permesso di valutare il reale danno prima di smantellarlo ... e che vogliono che paghi una totale ricostruzione di una facciata per una macchia a cui bastava tinteggiare ... ma vivendo in Giappone, voglio evitare di avere accheffare con avvocati da pagare, tribunali, periti.
Adesso settimana prossima torno apposta in Italia per risolvere, questo è il danno più grande che questa vicina mi ha creato.
Grazie ancora della risposta

Tengo a precisare che è entrato nel mio bagno ma sotto il piatto della doccia e non fuori .. non so se cambi qualcosa, ma forse meno grave che essermi entrato proprio dal muro visibile.
Reato di domicilio mi sembra un po troppo, solo un buco solo il piano doccia ... comunque non autorizzato!



 

Modificato da Bergamo
Bergamo dice:

So che ho molte carte vincenti, il fatto che abbiano fatto lavori senza dirmelo, hanno bucato senza dirmelo, ero reperibile, non mi hanno permesso di valutare il reale danno prima di smantellarlo ... e che vogliono che paghi una totale ricostruzione di una facciata per una macchia a cui bastava tinteggiare ... ma vivendo in Giappone, voglio evitare di avere accheffare con avvocati da pagare, tribunali, periti.

Cerca di trovare un'accordo e la chiudi li,facendo pesare che ha commesso parecchi errori e violazioni.

La vicina mi ha mandato un preventivo da 2650 euro.
Ho riguardato il video della perdita ed era di circa 30 gocce al minuto, che fanno con una doccia da 10 minuti al giorno circa 3 litri di perdita in un anno ... ma parliamo di due appartamenti confinanti, quindi 3 litri di acqua andata sotto terra in un intero anno. 
Sembra a tutti impossibile che queste gocce di 10 minuti al giorno abbiamo causato un danno simile, mi ha intimidato che devo cercare altre perdite se ce ne sono o non va avanti con i suoi lavori, pur avendole detto che il rubinetto è chiuso e che metterò presto un contatore che dimostrerà che non ci sono perdite continue.

Ripeto che ha iniziato i lavori senza dirlo a me e neanche all'amministratore. Adesso ho paura che dica che il muro era brutto senza pensare che fosse colpa mia, dopo avere tolto tutto il cemento si sono accorti del muro bagnato, hanno indagato ed hanno trovato la perdita ... bucando ed entrando sotto il mio piatto doccia senza mio consenso.

Non ci sono perizie dello stato del muro prima di inizio lavori, ma può attaccarsi che non capiva che fosse possibile colpa del vicino ed ha iniziato i lavori ... c'è la testimonianza di chi le sta facendo i lavori, ma sono quelli che prendono i soldi da questa signora e potrebbero dire di tutto.

Posso stare tranquillo? Come mi muovo? Pago? Vado da un avvocato, che però dovrei pagare?
Se dimostro che il mio contatore rimane fermo e che non ci sono perdite, quel video con un ritmo da 1 goccia ogni due secondi usata per una doccia al giorno, può scagionarmi dalla responsabilità? ... io penso che quella perdita non nel muro ma distante 60cm dal muro sotto terra, non avrebbe neanche fatto venire una minima macchia ... questa ha distrutto casa

Non riesco più a dormire da giorni

Non ci sono altre alternative,se non quelle di accordarsi,o pagare,o andare dal giudice di pace.

In questa storia l'amministratore non centra niente è un problema tra privati.

Modificato da giglio2

ok ... ma pagare pur che loro sono entrati senza il mio permesso? E se dopo essere entrati avessero toccato il tubo e averlo manomesso ... uno perchè se la perdita non ci fosse stata sarebbero stati problemi legali per loro ... e secondo perchè nel preventivo la ricerca perdita è di 300 euro

 

Pagare un danno dopo essere stato sistemato? ... il vicino mi fa un danno, lo sistemo e poi gli chiedo il conto dopo averlo sistemato?

Modificato da Bergamo
×