Vai al contenuto
Walter BZ

Infiltrazioni persistenti(anni)

 

Buongiorno,

con la presente sono a chiederVi consigli per seri problemi d’infiltrazioni dal tetto.-

Abito all’ultimo piano di in un condominio di 10 famiglie e sono anni che subisco infiltrazioni dovute alla non manutenzione del tetto.

Premetto che il tetto a detta di operatori che fanno coperture è interamente da rifare in quanto i travetti che sostengono le tegole sono marci.-

Ho fatto personalmente un sopraluogo nel sottotetto ed è chiaramente visibile la separazione sulla trave centrale delle due falde di tetto. L’apertura dalle tegole è di circa 10 centimetri e si nota chiaramente uno scivolamento delle tegole stesse verso l’esterno.

Per evitare che piova dentro ho messo nel sottotetto,sotto i punti visibili,dei secchi per recuperare l’acqua,ma purtroppo non bastano piu e le infiltrazioni sono sempre piu sparse. Le infiltrazioni hanno persino danneggiato i cornicioni con il cedimento di calcinacci ed espressamente visibili. All'interno dell'appartamento sono visibili i muri che trattengono l'umidità e dunque malsani.

Il proprietario è stato avvisato piu volte negli anni (piu volte all'anno) sempre da me personalmente.

Il propietario(unico di tutta la casa) non vuole sentire ragioni dicendomi che se non mi comoda posso andarmene anche subito.

Ho ancora il contratto in essere per 2 anni e chiederei consiglio come agire legalmente.

 

La domande che mi vengono spontanee sono :

1)   Se il tetto viene dischiarato pericoloso e espressamente da rifare da azienda/e certificate/specializzate sul rifacimento,può il proprietario non adempiere al lavoro?

2)   Se mi obbliga ad uscire chi deve pagare le spese e il risarcimento danni(se previsto)?

3)   Come mi devo muovere per essere nella legalità?

Ringrazio anticipatamente per la risposta.

 

Walter BZ

1) SE l'assemblea non delibera validamente la manutenzione straordinaria, manco un coppo si sposta...

2) Solo il tuo proprietario-locatore, che potrà rivalersi sul Condominio se vuole.

3) Avvalendoti di un legale, perchè per quanto il difetto sia evidente ed ovvio, l'ambito legale in cui doversi muovere è estremamente paludoso e foriero di trabocchetti. C'è un conduttore, c'è un locatore, c'è un Condominio: peggio di così non si può.

 

Anche per esperienza diretta posso significarti che per un proprietario è estremamente difficile spuntare riparazioni e rimborso danni all'interno di un Condominio dove non sussiste la volontà a riparare: perchè è questo il nocciolo del problema! Lì da te con una falla di 10 cm. è evidente che a nessuno frega meno di niente 😪

 

Se ti imbarchi in una azione legale, mi sento di affermare che vincerai facile... dopo 3-5 anni, e dopo aver anticipato qualche migliaio di euro per spese legali e tecniche. Sarà da comprendere quanto vincerai e come si modificheranno i rapporti interpersonali.

Tu sei conduttore: al tuo posto me la svignerei altrove visto che puoi e lascerei questo Condominio con le sue disgrazie inalterate.

  • Mi piace 2

Grazie per la risposta Albano,ma il tetto è pericoloso per chi attraversa il cortile per accedere al portone d'entrata(principale ed unica) alle abitazioni,in quanto il cedimento dei travetti nel sottotetto porta a far scivolare le tegole proprio sul lato del passaggio principale dove c'è l'entrata.

Grazie cmq per i tuoi consigli 🙂

 

Altre soluzioni,se possibili sono accettate.

Grazie

 

 

Walter BZ dice:

in quanto il cedimento dei travetti nel sottotetto porta a far scivolare le tegole proprio sul lato del passaggio principale dove c'è l'entrata.

A questo punto, data la pericolosità, si deve informare l'amministratore del condomìnio, il Comune e io sentirei anche i Vigili del Fuoco.

  • Mi piace 1

Grazie Danielabi per la risposta.

Nel condominio non è presente un'amministratore in quanto mai voluto dal proprietario e dunque ci ritroviamo,non solo io ma anche gli altri condomini,a discutere sempre direttamente con il proprietario.

Facendo intervenire i vigili del fuoco o i tecnici del comune riuscirei ad ottenere la messa in sicurezza?

 

Grazie per le risposte

Walter BZ dice:

Facendo intervenire i vigili del fuoco o i tecnici del comune riuscirei ad ottenere la messa in sicurezza?

Si, se non riesci con loro........resta la denuncia alla magistratura e poi scappare!

Dalla descrizione fatta da Walter BZ rilevo che non siamo in presenza di un condominio, ma di una palazzina in proprietà ad un unico soggetto.

Il distacco di 10 cm delle due falde dalla trave di colmo probabilmente non interessa la struttura portante del tetto, ma evidenzia solo lo scivolamento della copertura costituita dalle tegole lungo i piani inclinati delle falde.

Le continue infiltrazioni di umidità, che favoriscono il degrado della struttura del tetto, i disagi nelle abitazioni sottostanti e principalmente il pericolo di crollo di parte della copertura costituita dalle tegole, dovrebbe indurre i condomini a richiedere l’intervento delle autorità competenti affinché verifichino lo stato di pericolosità della copertura ed eventualmente impongano al proprietario la messa in sicurezza del tetto.

 

Modificato da G.Ago
  • Mi piace 3

Sull'ampio argomento infiltrazioni o manutenzioni in generale conoscete una norma che possa giustificare l'intervento diretto del condomino a riparare il danno per poi chiedere il risarcimento?

Mi spiego: fabbricato in dismissione di ente comunale dove solo pochi appartamenti sul totale sono stati acquistati  da privati e uno di questi ha un danno sicuramente dovuto a mancata manutenzione ripetutamente richiesta. 

 

Grazie Danielabi e G.Ago per i consigli 😊

da come mi dite,l'unica strada da percorrere è quella di avvisare sia il comune che i VdF....avrei preferito che il proprietario fosse stato piu ragionevole e reale nel riconoscere la gravità della situazione....penso solo che se dovessero scivolare le tegole in basso e se ci fosse qualche persona sotto avrebbe guai molto seri...anche questo è stato fatto presente ma ,purtroppo irresponsabilmente ha sempre risposto picche.

Farò un'altro tentativo e poi mi muoverò come da voi consigliatomi.-

Resta inteso che se ci fossero altri consigli sono contento di riceverli.

 

Grazie

Una domanda indiscreta, ma perché rimanere in un appartamento con problematiche e pensare addirittura di andare a denunciare il proprietario? Fra l'altro se si rivelerà un semplice problema di infiltrazioni senza pericolo per le persone (al 99% sarà così) c'è pure il rischio di non cavare un ragno dal buco se non di prendersi una denuncia. Infine a quel punto sarà il proprietario a dare immediata disdetta e fra al massimo due anni il buon Walter si troverà fuori casa e magari pure con la nomea di piantagrane (nella mia città delle dimensioni simili a Bolzano le varie agenzie immobiliari sono riunite in 3 gruppi e si passano le info fra di loro sui potenziali inquilini).

Non capisco quale sia il problema di trovare un altro affitto tantopiù se il proprietario è d'accordo.

Ciao Davidino,non si tratta di rompere le scatole,ma se hai letto i post precedenti(mi sà di no) la questione è rivolta anche agli altri inquilini sotto l'aspetto sicurezza...se a te ti cadesse(per caso e sai che la sfiga ci vede bene)le tegole mentre stai passando con la tua amata famiglia e qualcuno ci rimane secco la questione secondo te è da sottovalutare?....beato te che non hai questi problemi 😉

Grazie cmq per il tuo intervento 

albano59 dice:

al tuo posto me la svignerei altrove

Danielabi dice:

e poi scappare!

davidino1978 dice:

Non capisco quale sia il problema di trovare un altro affitto

Non è certo fatalità o coincidenza... se siamo in diversi che proprio non ce la facciamo a comprendere perchè si voglia rimanere in un luogo che è potenzialmente pericoloso per la vostra incolumità.

  • Mi piace 1
Walter BZ dice:

Ciao Davidino,non si tratta di rompere le scatole,ma se hai letto i post precedenti(mi sà di no) la questione è rivolta anche agli altri inquilini sotto l'aspetto sicurezza...se a te ti cadesse(per caso e sai che la sfiga ci vede bene)le tegole mentre stai passando con la tua amata famiglia e qualcuno ci rimane secco la questione secondo te è da sottovalutare?....beato te che non hai questi problemi 😉

Grazie cmq per il tuo intervento 

Che cosa ti trattiene in un posto tanto insicuro?

L'unica cosa che mi viene in mente è un affitto particolarmente basso? E' evidente che se poco si vuol spendere poco si riceve in cambio.

 

L'inquilino ha l'enorme vantaggio di poter cambiare casa se la stessa ha problemi o perfino se non lo aggrada più. Per me è incomprensibile anche solo perdere tempo a pretendere lavori che la proprietà non ritiene di dover effettuare. Con le leggi tutte a favore dell'inquilino si da disdetta e si va altrove senza tanti problemi.

  • Mi piace 1

Grazie a tutti per i consigli,

il proprietario ha deciso di rifare l'intera copertura in primavera,si è reso conto che la pericolosità della situazione era troppa.

Fascendolo ragionare ha preferito non rischiare(mai dire mai) e in primavera cominceranno i lavori.

Questo importante intervento comunque,rivaluta molto di piu lo stabile stesso e dunque ne ha tutta la convenienza.

In caso contrario avesse voluto vendere,chiaramente la vendeva cosi com'era.

 

Un saluto a tutti.

×