Vai al contenuto
marco b

Il divieto di subaffitto nel regolamento di condomino vieta il B&B?

Salve,

sono in fase di trattativa per l'affitto di un appartamento in cui vorrei fare attività di B&B. C'è però una articolo nel regolamento di condominio che vieta tassativamente il subaffitto di camere vuote e ammobiliate. Vorrei sapere se questo esclude la possibilità di svolgere attività di B&B e se è superabile con il consenso del proprietario a svolgere tale attività attraverso il consenso nel contratto d'affitto.

Non ho ben compreso se una regolare attività di affittacamere o B&B equivalga a subaffitto, o se il divieto di subaffitto sia da intendersi ad un'attività svolta in nero magari a studenti o addirittura a delle persone a cui viene subaffittato per intero l'appartamento ad un prezzo maggiorato.

Grazie Marco

Se il Regolamento contrattuale vieta espressamente il subaffitto, solo una delibera assembleare unanime può concedere

l'esercizio di un B&B.

Il regolamento di condominio vieta il subaffitto, ma non è espressamente vitato il b&B o affitacamere, inoltre il proprietario è d'accordo a farmi avviare attività di B&B...

non ho ben compreso cosa sia il regolamento contrattuale

Il Regolamento è “Contrattuale” quando, predisposto dal costruttore dell’edificio (trasformatosi, poi, in “Condominio”), viene richiamato negli atti di acquisto dei singoli condomini e ne forma parte integrante.

E' diverso dal Regolamento assembleare che viene predisposto dall'assemblea dei condomini.

 

Se è vietato il "subaffitto" per logica conseguenza è vietato il B&B che è pur sempre un subaffitto.

Che il proprietario sia d'accordo non è concludente se il Regolamento vieta questa attività.

Come faccio a capire se il mio regolamento è contrattuale o assembleare?

Se non fosse vietato nel regolamento contrattuale ma soltanto in quello assembleare, secondo lei potrei procedere?

Il proprietario mi ha riferito che nell'ultima assemblea ha fatto presente all'amministratore che c'è una trattativa in corso per aprire un B&B e a quanto dice il proprietario non c'è stata una reazione negativa. Io non mi fido molto del proprietario perchè dice che ha dato questa comunicazione soltanto oralmente e non è stato messo agli atti.

L'amministratore è perfettamente al corrente di quale Regolamento si tratti.

Se il divieto è contenuto in un Regolamento assembleare, per modificarlo non occorre l'unanimità e quindi una delibera

positiva sarebbe valida. Prima di qualsiasi iniziativa di attività aspetterei che si tenesse un'assemblea con all'o.d.g.

l'argomento e mi accerterei di una delibera a favore.

Saluti.

Continuo a ricevere pareri contrastanti. Ho posto lo stesso quesito all'ANBBA (Associazione Nazionale B&B e affitacamere) e mi sono state risposte testuali parole

Il B&B non è un subaffitto nella maniera più assoluta è l'ospitalità familiare che è tutt'altra cosa.

 

Grazie tante per la sua disponibilità a rispondermi

Infatti i pareri sono contrastanti.Consiglierei comunque l'autorizzazione del condominio.

×