Vai al contenuto
stefanotn

Franchigia assicurazione condominiale

Ciao,

 

sono nuovo del forum. Dopo aver letto alcune discussioni ho deciso di rivolgermi a voi.

 

Ho un problema con il condominio riguardante la franchigia sulla polizza condominiale. La polizza condominiale copre i danni alle parti comuni dell'edificio e anche ai singoli appartamenti, con franchigia di 500€. A seguito di una perdita d'acqua nel mio appartamento (tubazione privata non condominiale), ho causato danni all'appartamento sottostante per circa 2000€ e per questo mi sono rivolto all'amministratore per far intervenire l'assicurazione. L'amministratore sostiene che la rottura ha riguardato una tubazione privata (non condominiale) e pertanto la franchigia è a mio carico. Quindi mi sono confrontato con alcuni professionisti (assicuratori e avvocati) che invece sostengono che la franchigia dovrebbe essere a carico del condominio in base ai millesimi, essendo proprio il condominio ad aver sottoscritto la polizza.

 

Chi ha ragione secondo voi?

 

Vi ringrazio per l'aiuto!

non conosco le disposizioni su detta polizza in ogni caso essendo il condominio intestatario della polizza assicurativa, va da se che la franchigia la devono pagare i condomini, te compreso.

JOSEFAT dice:

non conosco le disposizioni su detta polizza in ogni caso essendo il condominio intestatario della polizza assicurativa, va da se che la franchigia la devono pagare i condomini, te compreso.

La risposta è corretta.

Il contratto è stato stipulato dal condominio (in concreto dall'amministratore pro-tempore = Contraente) nell'interesse comune di tutti i partecipanti al condominio (Assicurato).

Trattandosi di intervenire su parti di fabbricato di proprietà comune e assicurate complessivamente con il contratto comune, la riparazione dovrebbe essere eseguita dal condominio, a cura dell'Amministratore pro-tempore, tuttavia, per ragioni di praticità, verrà eseguita. il più delle volte, a cura del condomino direttamente danneggiato, con pagamento del relativo costo direttamente da quest'ultimo o da parte dell'Amministratore.

La società assicuratrice corrisponderà l'importo del risarcimento all'Amministratore e, ove l'importo ricevuto fosse insufficiente a coprire l'intera spesa della riparazione, la differenza andrà suddivisa tra i condomini in proporzione alle quote di proprietà.

Scusate ma se il danno è provocato da tubazioni private e quindi non condominiali la franchigia da pagare spetta al condomino responsabile del danno.

Non è che il condominio sottoscrivendo una estensione alla conduzione locali diviene responsabile del danno.

Modificato da davidino1978
×