Vai al contenuto
technobi

Esatto bonifico per detrazione fiscale immobile in comproprietà

Una unità immobiliare, in comproprietà tra due fratelli (comunione ereditaria), è oggetto di interventi edilizi con detrazione fiscale del 50% (ex art. 16 bis D.P.R. 917/1986).

L'impresa edile ha redatto unica fattura intestata ai due fratelli con esposizione dei due codici fiscali e delle due diverse residenze. All'atto della esecuzione del bonifico tramite banca on line devo cliccare detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia che mi richiede la compilazione dei seguenti campi:

 

1) - Titolare detrazione fiscale: (Persona Fisica o Condominio) clicco Persona Fisica. OK

2) - Codice Fiscale Titolare Detrazione Fiscale. ????? (vedasi quesito sottostante)

3) - Codice Fiscale/Partita iva Amministratore Condominio (campo oscurato avendo cliccato al punto 1 Persona Fisica); OK

4) Codice Fiscale/Partita iva Beneficiario (Ditta che ha eseguito i lavori). OK

 

Il problema sorge al punto 2) in quanto si può inserire un solo codice fiscale. Come si gestisce correttamente il bonifico nel caso specifico ovvero nel caso di tre o più comproprietari di uno stesso bene (nel mio caso bene in comunione ereditaria)?

Anche se nel bonifico è stato indicato un solo CF, il beneficio fiscale viene comunque riconosciuto anche all'altro soggetto avente diritto, a condizione che il suo nominativo compaia nella/e fattura/e attestante/i le spese sostenute.[h=2][/h]

Saluti anche a te. Ancora il bonifico deve essere fatto. Nell'ipotesi che il pagamento venga eseguito con un bonifico da uno solo dei comproprietari per l'intero importo della fattura (c/c del coerede comproprietario personale e non cointestato con gli altri) e nell'ipotesi che la fattura sia correttamente intestata a tutti i coeredi (con indicazione dei Cod. Fis. e delle residenze distinte di tutti) i Coeredi possono usufruire della detrazione fiscale pro quota (1/2 se sono due)? Oppure ciascuno deve bonificare l'importo di mezza fattura per non avere problemi un domani?

Buongiorno, riprendo questa discussione per avere alcuni chiarimenti per potere effettuare nella maniera corretta il bonifico per detrazione ristrutturazione.

L'appartamento in questione è di mia proprietà al 50% (il restande appartiene a mio fratello).

Ci siamo fatti fare dall'impresa distinte fatture di uguale valore intestantate ad uno ed all'altro in modo da poterle presentare singolarmente.

Il mio dubbio è se all'interno della causale bisogna in ogni caso indicare il nominativo e codice fiscale del cointestatario (anche se le fatture sono già state divise).

 

Il secondo dubbio riguarda dei lavori che dovranno essere effettuati sulle parti comuni e che l'assemblea condominiale ha deciso di far pagare ai singoli proprietari direttamente all'impresa (senza che venga fatto direttamente dall'amministratore). La domanda è: posso detrarre anche queste spese? Se si bisogna indicare nel bonifico gli estremi del condominio/amministratore?

 

Vi ringrazio in anticipo per le risposte

 

Cordiali saluti

Un'altra cosa : volevo chiedere se tutto quello che ho chiesto sopra può essere valido anche per quanto concerne la detrazione per il risparmio energetico. Infatti i lavori riguardano l'installazione di nuove caldaie a condensazione per i singoli appartamenti e quindi passaggio a riscaldamento autonomo. Ho letto su documentazione dell'Agenzia delle entrate che il passaggio da impianti centralizzati ad autonomi non é detraibile.

Mi confermate ciò? C'è da considerare che il vecchio impianto centralizzato era obsoleto ed ancora a gasolio per cui credo che il condominio abbia fatto domanda per la sostituzione.

Mi spiace fare così tante domande, ma vista l'importanza della correttezza del bonifico da effettuare, non voglio commettere errori.

 

Grazie tante.

×