Vai al contenuto
silly

Disdetta contratto di affitto - disdetta del contratto di affitto 4+4?

Ciao,

poiché la proprietaria mi ha intimato di tenere solo un gatto e dare via il mio cane e l'altro gatto e chiedermi un contributo spese per l'installazione delle termovalvole e per le tende sul balcone, posso chiedere disdetta del contratto di affitto 4+4?

Preciso che è stato stipulato il contratto con cedolare secca e, dopo il primo anno, è tornata al regime fiscale tradizionale senza nessuna comunicazione tramite raccomandata, come prevista dal contratto, ma con una telefonata un mese dopo per chiedermi il pagamento delle imposte. Questo può essere anche un motivo di disdetta?

Sul contratto è indicato che il conduttore può chiedere disdetta qualora ricordano gravi motivi.

Per le motivazioni sopra indicate, posso chiedere disdetta?

1) Salvo espressa disposizione contrattuale, la tua locatrice non può decidere il destino dei tuoi animali.

2) La risposta al contributo richiesto per le termovalvole è NO, perché le termovalvole sono di proprietà della locatrice, esattamente come l'appartamento. Poi se tu vuoi fare della beneficienza a favore della tua locatrice diventa un altro paio di maniche.

3) Idem come sopra, per le tende sul balcone salvo che tu non gliele abbia danneggiate: resta sempre un problema della proprietaria.

4) Per il contratto che ha abbandonato la cedolare secca, per richiederti il 50% delle imposte di registro versate, la proprietaria avrebbe dovuto esibirti copia del versamento F24 Elide relativo o copia del mod. RLI presentato ad ADE per l'avvenuta variazione del regime fiscale prescelto o ricevuta AdE attestante l'avvenuta comunicazione di variazione del regime fiscale prescelto dalla proprietaria.

Senza l'esibizione di uno di questi documenti io non pagherei le imposte di registro richieste dalla proprietaria.

5) Il grave motivo che autorizza il conduttore a presentare disdetta è un motivo non dipendente dalla sua volontà.

i motivi di cui ai punti 1) 2) 3) non sono gravi motivi, ma richieste illegittime - la 1) e la 2) - o non documentate - la 3) - dalla proprietaria, alle quali basta esser capaci di opporre un fermo e deciso NO.

Gravi motivi validi sono ad esempio: non sono più in grado di pagare l'affitto perché ho perso il lavoro; mi trasferisco altrove per oibblighi di lavoro e devo rinunciare a questo appartamento.

Sempre ed in ogni caso conseguenza di una volontà diversa dalla tua.

 

Da ultimo, puoi sempre tentare di sondare l'umore della proprietaria: le comunichi che vuoi andartene e verifichi la sua reazione; potrebbe accettare la disdetta anche senza il grave motivo indicato ed accontentarsi del rispetto del solo periodo di preavviso.

Le tende sono state rovinate dal precedente inquilino e non credo proprio di volerle fare beneficenza, visto che ha avuto un atteggiamento arrogante ed insensibile di fronte a mio figlio, chiedendogli di scegliere tra gli animali quale tenere. È una persona che cambia idea spesso e non si sa mai cosa aspettarsi. Ed è molto interessata ai soldi. Visto che non vuole gli animali (sul contratto non c'è alcun divieto) ed io non voglio rinunciarvi, credo di chiederle disdetta senza gravi motivi. Anche perché sto valutando di acquistare casa. Sono stanca di versare l'affitto a proprietari arroganti.

credo di chiederle disdetta senza gravi motivi

Visti i rapporti per nulla idilliaci, fasi bene a provarci.

In bocca al lupo !

Mi aggancio a questa discussione... la necessità di assistere un familiare con problemi di salute può essere considerato valido motivo per interrompere il contratto d'affitto?

 

Grazie

  • Confuso 1

Grazie per la tua esaustiva risposta. Mi confermi che se dò disdetta senza gravi motivi, devo cmq versare le 6 mensilità? E non può pretendere che io allontani i miei animali?

In caso di disdetta il periodo di preavviso - nel tuo caso 6 mesi - va sempre osservato.

La disdetta priva di grave motivo, laddove invece è richiesto, può esser rifiutata dalla tua proprietaria.

 

Confermo che lei non può pretendere l'allontanamento di alcuno dei tuoi animali.

la necessità di assistere un familiare con problemi di salute può essere considerato valido motivo per interrompere il contratto d'affitto?

Molto dipende dalla valutazione soggettiva del singolo locatore...

A mio parere personale, questo può essere un grave motivo valido, se la sede del parente da assistere risulta disagiata o lontana rispetto alla u.i. che si ha in conduzione.

Ovviamente il contratto d'affitto non si interrompe dall'oggi al domani, ma nel rispetto del periodo di preavviso contrattualmente previsto.

×