Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
GHIRO-72

Chiarezza su DVR, DUVRI, RSPP in condominio

Sto cercando di fare chiarezza su un argomento che molti colleghi ignorano: DVR, DUVRI, RSPP. Il tutto ovviamente si basa sul DLgs 81/2008.

 

RSPP, mi risulta che sia obbligatori solo in condominio con almeno un dipendente... un onere inutile per il condominio, ulteriori costi, ulteriori rotture! Poi

 

DVR, mi risulta anch'esso obbligatori solo in presenza di dipendenti; mi risulta dovrebbe contenere le "istruzioni" per il dipendente di come operare correttamente nel suo lavoro ai fini della sicurezza.

 

DUVRI, mi risulta obbligatori in caso di presenza di interferenze tra imprese, quindi se c'è la ditta di pulizia e l'ascensorista seve il DUVRI da far firmare a tutte le ditte di servizi presenti. Qualcuno ora dice che per il DUVRI non è più così...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

I primi due sono in capo al datore di lavoro-committente > ne consegue che sono a carico del condominio se ha appunto dipendenti propri

 

Per il DUVRI ti consiglio caldamente https://www.condominioweb.com/forum/quesito/duvri-63433/

 

PS: il documento linkato in 2#, del 2013, non tiene conto delle più recenti edizioni dei documenti:

ELABORAZIONE DEL DUVRI – Valutazioni dei rischi da interferenze

editi da INAIL

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
I primi due sono in capo al datore di lavoro-committente > ne consegue che sono a carico del condominio se ha appunto dipendenti propri

Appunto, il datore di lavoro è il condominio (spesso si pensa che il datore di lavoro sia solo il capo in azienda), nel nostro caso, quindi l'amministratore di condominio ne ha responsabilità... ne deriva che l'amministratore deve, in presenza di dipendenti veri, far redigere il DVR e nominare un RSPP i quali costi saranno a carico del condominio, ovviamente!

 

Per il DUVRI sto analizzando...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

il datore di lavoro è il condominio, SOLO se questo ha appunto dipendenti propri.

esempio: se vi è impresa di pulizie, il datore in questo caso è il titolate della stessa impresa e non il condominio etc. etc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
il datore di lavoro è il condominio, SOLO se questo ha appunto dipendenti propri.

esempio: se vi è impresa di pulizie, il datore in questo caso è il titolate della stessa impresa e non il condominio etc. etc.

Su questo non sono in accordo... art.2 definizioni: b) «datore di lavoro»: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell'organizzazione stessa o dell'unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa. Omissis.

 

Anche il condominio è datore di lavori della ditta di pulizie in quanto ha la responsabilità dell'organizzazione, di poteri decisionali e di spesa.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Per i DUVRI ho letto velocemente... è chiaro che riguarda l'interferenza, ma tu poni la contemporaneità delle impresi: vero! Ma c'è un ma... chi ti assicura che in condominio non possa avvenire un'interferenza NON programmata? Ogni ditta opera secondo i suoi orari non sempre bene determinati, quindi elaborando i DUVRI ci si libera da ogni incertezza.

 

Altra cosa, se c'è il portiere, c'è sempre interferenza! Tra portiere (dipendente) e ditta esterna (es. giardiniere)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Su questo non sono in accordo... art.2 definizioni: b) «datore di lavoro»: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell'organizzazione stessa o dell'unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa. Omissis.

 

Anche il condominio è datore di lavori della ditta di pulizie in quanto ha la responsabilità dell'organizzazione, di poteri decisionali e di spesa..

sei in errore

il condomini in caso di incarico a ditta esterna non ha poteri decisionali e di spesa > in questo senso il suo intervento si completa con l'accettazione dei costi dei lavori/cose da fare.

poteri decisionali e di spesa > inteso in ambito alla sicurezza: dispositivi collettivi, dispositivi individuali, attrezzature e decisioni in merito.

SE NON TI FOSSE CHIARO IL CONCETTO: il condominio può decidere quali caschi comprare, quelli da 10 € o quelli da 40 €. ?????

Per una ditta di pulizia, può decidere se comprare i quanti oppure no ???

E se il lavoratore della ditta si spacca le mani chi porterà in tribunale, il suo datore o il condominio ?

 

Sono tutte scelte in carico al titolare delle stesse ditte

 

- - - Aggiornato - - -

Per i DUVRI ho letto velocemente... è chiaro che riguarda l'interferenza, ma tu poni la contemporaneità delle impresi: vero! Ma c'è un ma... chi ti assicura che in condominio non possa avvenire un'interferenza NON programmata? Ogni ditta opera secondo i suoi orari non sempre bene determinati, quindi elaborando i DUVRI ci si libera da ogni incertezza.

 

Altra cosa, se c'è il portiere, c'è sempre interferenza! Tra portiere (dipendente) e ditta esterna (es. giardiniere)

continua a leggere il link / discussione che ti ho indicato li trovi le risposte, ti sei fermato alla prima parte....continua a leggere che è la parte più esauriente esaustiva.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Su questo, pare indicare ci sia una variante dell'81 in cui obbliga il DUVRI solo in presenza superiore di 5 addetti/giorno... che poi vorrei sapere come li calcoli, sempre nell'incertezza della presenza contemporanea delle varie ditte che non ti metti di certo a dirigere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
GHIRO-72

Sei ingegnere di quale ambito ??

Non mi occupo di sicurezza e non me ne voglio occupare... comunque elettrico, quindi non è il mio campo e non voglio farmelo diventare... a parte la sicurezza elettrica per ovvie ragioni.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ho riletto il post che mi hai indicato... mi sembra che confermi che abbondare e meglio de non abbondare, quindi meglio fare il DUVRI che non farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ti consiglio di acquistare il libro Millescale

 

http://www.millescale.it Moretti l'autore è un esperto di sicurezza, in particolare in ambito condominiale, grazie alla collaborazione con Anaci milano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ho riletto il post che mi hai indicato... mi sembra che confermi che abbondare e meglio de non abbondare, quindi meglio fare il DUVRI che non farlo.

Esatto ..... nell'incertezza!

Poi guardati il documento INAIL, in PDF, che avevo indicato in #3 https://www.condominioweb.com/forum/quesito/duvri-63433/ .....basta fare una ricerca in internet e lo rinvieni alla prima battuta ......

 

Poi per quanto concerne i libri, riporto qui alcuni passi della discussione che indico in #3:

Ogni situazione va valutata caso per caso

La sicurezza è una disciplina non statica ma in continua evoluzione, anche perché trae dalle esperienze (infortuni) la migliore fonte ispirativa per il suo miglioramento.

Il concetto dell’interferenza dal momento della sua istituzione a subito vari migliorie ed estensioni !!! e ancora ne avrà!

Nella sicurezza sul lavoro non ci si improvvisa esperti il DUVRI non è un documento che si può redigere come se si compilasse un modulo......chi lo redige dovrebbe avere cognizioni della sicurezza sul lavoro e delle sue norme di settore.

Ogni DUVRI è compilato per risolvere il problemi inerenti alla specifica lavorazione …..è ovvio che se cambia il tipo di lavoro da fare, cambiano anche le interferenze e quindi diventa inappropriato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Su questo non sono in accordo... art.2 definizioni: b) «datore di lavoro»: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell'organizzazione stessa o dell'unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa. Omissis.

 

Anche il condominio è datore di lavori della ditta di pulizie in quanto ha la responsabilità dell'organizzazione, di poteri decisionali e di spesa.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Per i DUVRI ho letto velocemente... è chiaro che riguarda l'interferenza, ma tu poni la contemporaneità delle impresi: vero! Ma c'è un ma... chi ti assicura che in condominio non possa avvenire un'interferenza NON programmata? Ogni ditta opera secondo i suoi orari non sempre bene determinati, quindi elaborando i DUVRI ci si libera da ogni incertezza.

 

Altra cosa, se c'è il portiere, c'è sempre interferenza! Tra portiere (dipendente) e ditta esterna (es. giardiniere)

Il condominio rispetto alla ditta di pulizie o altre ditte e' committente non datore di lavoro .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sto cercando di fare chiarezza su un argomento che molti colleghi ignorano: DVR, DUVRI, RSPP. Il tutto ovviamente si basa sul DLgs 81/2008.

 

RSPP, mi risulta che sia obbligatori solo in condominio con almeno un dipendente... un onere inutile per il condominio, ulteriori costi, ulteriori rotture! Poi

 

DVR, mi risulta anch'esso obbligatori solo in presenza di dipendenti; mi risulta dovrebbe contenere le "istruzioni" per il dipendente di come operare correttamente nel suo lavoro ai fini della sicurezza.

 

DUVRI, mi risulta obbligatori in caso di presenza di interferenze tra imprese, quindi se c'è la ditta di pulizia e l'ascensorista seve il DUVRI da far firmare a tutte le ditte di servizi presenti. Qualcuno ora dice che per il DUVRI non è più così...

Ne manca uno, forse il più necessario di tutti. E' il "Registro della Sicurezza" o "VCS" (a volte su questo Forum chiamato anche DUVRI del condominio), che purtroppo ancora in molti non considerano ed è invece previsto, unitamente all'anagrafe condominiale e per le parti comuni dal 1130 c.6° C.C.......

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ne manca uno, forse il più necessario di tutti. E' il "Registro della Sicurezza" o "VCS" (a volte su questo Forum chiamato anche DUVRI del condominio), che purtroppo ancora in molti non considerano ed è invece previsto, unitamente all'anagrafe condominiale e per le parti comuni dal 1130 c.6° C.C.......

 

Ciao

La norma in merito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La norma in merito?

L'ho scritto: art. 1130 c. 6° del Codice Civile (dopo la riforma di tale articolo naturalmente).

 

"6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio."

 

Tale documento è parte integrante dell'anagrafe condominiale e prende il nome di Registro della sicurezza o VCS (valutazione condizioni sicurezza).

Vedi ad esempio:

 

http://progettoalbatrosnews.altervista.org/sicurezza-condominio-responsabile-lamministratore/

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Credo che il documento in parola:

" nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio."

possa essere più assimilato ad un documento di valutazione dei rischi generali presenti nel condominio .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Credo che il documento in parola:

" nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio."

possa essere più assimilato ad un documento di valutazione dei rischi generali presenti nel condominio .

Ciao Marcanto

 

Si, il VCS è il documento "base" nel quale sono esposti tutti i rischi presenti nelle parti comuni. Ad esempio per la presenza di vetrate, balconate fino ad arrivare alla idoneità di impianti con le relative certificazioni. E' il documento che va consegnato a qualunque ditta / operatore si trovi a lavorare nelle parti comuni, indipendentemente da ciò che recita il D.Lgs 81/2008 sulle interferenze con altri lavoratori.

In altri topic lo abbiamo chiamato impropriamente "DUVRI del condominio" perché in sostanza considera anche le interferenze nelle parti comuni dovute dal transito di estranei ai lavori e non da parte di altre ditte. Un esempio è l'impresa che pulisce le scale che deve sapere dei rischi presenti in tali vani, ivi compreso il passaggio di estranei nei loro luoghi di lavoro.

Quindi è un documento sempre presente (o almeno dovrebbe esserlo......). Purtroppo ancora si trova raramente.....

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma perché. chi viene a pulire le scale ha bisogno che qualcuno scriva su un pezzo di carta che: "guarda che se scivoli e vai a finire contro la vetrata potresti farti male?"

Ma stiam scherzando?

Ma che se c'è una vetrata non la vedo?

Ho bisogno che me lo dica qualcun'altro?

Sono per caso cieco?

Le certificazioni degli impianti sono già necessarie da altre norme, duplicarne la necessità di certificazione significa solo aumentare la burocrazia, a tutto vantaggio delle lobby del settore.

Questa è una trovata bell'e buona in favore della lobby dei professionisti della sicurezza, altro che...

 

- - - Aggiornato - - -

 

Il furbo crea problemi, lo stolto li risolve ed il saggio li evita...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma perché. chi viene a pulire le scale ha bisogno che qualcuno scriva su un pezzo di carta che: "guarda che se scivoli e vai a finire contro la vetrata potresti farti male?"

Ma stiam scherzando?

Questa è una trovata bell'e buona in favore della lobby dei professionisti della sicurezza, altro che...

Bhè, per alcuni aspetti può essere effettivamente lapalissiano. Ma se pensiamo invece alla interferenza dal passaggio di estranei la cosa è invece più chiara. Sostanzialmente se non ci fosse tale informativa la ditta delle pulizie dovrebbe interdire le scale ad altri quando lavora. Se invece viene preventivamente informata dovrà solo adottare tutte le cautele del caso (ad es. cartelli pavimento bagnato, interruzione manovre al solo passaggio, ecc..).

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Bhè, per alcuni aspetti può essere effettivamente lapalissiano. Ma se pensiamo invece alla interferenza dal passaggio di estranei la cosa è invece più chiara. Sostanzialmente se non ci fosse tale informativa la ditta delle pulizie dovrebbe interdire le scale ad altri quando lavora. Se invece viene preventivamente informata dovrà solo adottare tutte le cautele del caso (ad es. cartelli pavimento bagnato, interruzione manovre al solo passaggio, ecc..).

 

Ciao

E c'è bisogno di un documento che dica questo?

Non basta solo il buon senso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E c'è bisogno di un documento che dica questo?

Non basta solo il buon senso?

 

😎

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La redazione di tale documento deve essere deliberata dall'assemblea condominiale oppure l'amm.re può procedere senza autorizzazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non mi risulta che per l'anagrafe condominiale occorre delibera e il VCS è parte integrante di tale atto. E' un disposto di norma e quindi obbligatorio, non occorre delibera.

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×