Vai al contenuto
GIOTTO2008

Cappotto termico - partecipare alle spese

Buongiorno, il mio condominio vuole eseguire dei lavori di rifacimento delle facciate con la realizzazione dei cappotti termici ma già alcuni di noi il cappotto lo hanno fatto negli anni precedenti internamente senza chiedere nessun contributo ai condomini. Adesso 4 dei 9 condomini totali ci vogliono obbligare a partecipare alle spese del cappotto termico con la complicità del tecnico (interpellato dal capo scala per i computi metrici), che ovviamente percepisce maggiori profitti eseguendo più interventi possibili. Premetto che ad Aprile durante una riunione abbiamo respinto la richiesta di partecipazione alla realizzazione del cappotto termico per tutti con una votazione messa a verbale ma autorizzando chi necessitasse di questo intervento ad eseguirlo senza contributo del condominio ma il tecnico continua a sottoporlo come lavoro da eseguire. Il condominio è obbligato a fare il cappotto termico per tutti (quindi doppio per alcuni) ed a partecipare alle spese? Sono obbligato personalmente a partecipare alla realizzazione del cappotto termico di colui che lo vuole fare senza che io ne tragga alcun beneficio? Il cappotto termico sui balconi non spetta al proprietario di quell'appartamento? Ci sono riferimenti di legge?

Grazie.

Il cappotto termico è senz'altro totalmente o quasi inutile se non fatto contestualmente da tutti.

Premesso questo dovete considerare che essendo un lavoro gravoso economicamente necessita di una maggioranza pari ad almeno 500 millesimi e la maggioranza delle teste del condominio.

Da quello che scrivi almeno quella delle teste non esiste, quindi suppongo nemmeno quella dei millesimi.

Pertanto chi vuole potrà tranquillamente fare il cappotto termico, a proprie spese, fermo restando una certa cura per l'estetica che vedo molto difficile da attuare in presenza di piani diversi.

Diciamo che l'errore è a monte, ovvero il cappotto termico esterno o lo fanno tutti oppure i benefici non compensano assolutamente la spesa. Il cappotto termico sui balconi, sempre esterno, è sempre condominiale, essendo parte integrante della facciata.

Deve, inoltre, anche considerarsi gravosa e voluttuaria, non suscettibile di utilizzazione separata e, così come recita il I° co. dell’art. 1121 c.c.: “Qualora l’innovazione importi una spesa molto gravosa o abbia carattere voluttuario rispetto alle particolari condizioni e all’importanza dell’edificio, e consista in opere, impianti o manufatti suscettibili di utilizzazione separata, i condomini che non intendono trarne vantaggio sono esonerati da qualsiasi contributo nella spesa”.

 

cappotto termico, deve ricadere solo su chi da essa ne trae vantaggio, a meno che non si dimostri che la mancanza di essa determina un danno strutturale al suo bene ( e non un danno economico per la maggiore spesa per il riscaldamento), quale condensazione o umidità riferibili direttamente alla mancata coibentazione.

L'edificio è stato concepito in quella maniera, quindi senza coibentazione

Nella sentenza 4403 del 04/05/1999 della Cass.civ SezII viene detto che:

Il principio di diritto secondo cui le spese per la conservazione delle parti comuni dell’edificio, destinate a preservarlo dagli agenti atmosferici, sono assoggettate alla ripartizione in misura proporzionale al valore delle singole proprietà esclusive [art. 1123 1° comma cod. civ.] e non rientrano, invece, tra le spese di cui ai commi 2 e 3 della medesima norma, le quali riguardano le cose comuni suscettibili di destinazione al servizio dei condomini in misura diversa, ovvero al godimento di alcuni condomini e non di altri [sent. N. 11423 del 1990].

E qui la Corte parla di agenti atmosferici e non già di sensazioni/effetti termici.

Infatti il solo freddo, come tale, se non accompagnato dai surrichiamati fenomeni fisici, non ha mai arrecato e non arreca alcun danno alla struttura di un edificio.

Il freddo, fino a prova contraria, conserva non usura.ciao

Il cappotto termico non è un'innovazione quindi ciò che hai scritto non si applica nel caso in questione. Con o senza cappotto la facciata rimane sempre una facciata. Innovazione è altro.

Grazie a tutti per le risposte.

Quindi io che sono al piano S1 e che non traggo vantaggio dalla volontà dei condomini del piano 2° a fare il cappotto termico, sono esentato dal partecipare a quelle spese, giusto???

Grazie ancora.

No, non ne sei esentato perchè NON è un'innovazione ma un qualcosa fatto per il miglior utilizzo di qualcosa di esistente e il cappotto termico serve a tutti, se fatto con criterio, altrimenti è totalmente inutile.

Quando singolarmente avete fatto il cappotto interno, sapevate che in caso di una delibera di realizzazione del cappotto esterno avreste dovuto partecipare alla spesa. Ora c'è poco da tirarsi indietro.

L'unica soluzione è che l'assemblea non approvi la spesa, non avendo la maggioranza delle teste o dei millesimi (voi siete 5 contro 4...).

×