Vai al contenuto
manusas

Caldaia installata all'esterno

Partecipa al forum, invia un quesito

Salve, vi scrivo per chiedere come comportarmi in una situazione alquanto anomala. La questione riguarda la presenza della caldaia sul balcone al 3/o piano del mio appartamento in un condominio composto da due scale di 18 appartamenti totali. Nel dicembre del 2000, in seguito ad un guasto non riparabile, la caldaia dell'appartamento attualmente di mia proprietà, ma in quell'anno ancora di mio padre, venne sostituita e il tecnico consigliò di installarla non più al'interno dell'appartamento, ma al'esterno, sulla parete del balcone, e, dato che già un altro condomino di una palazzina dello stesso complesso aveva installato la sua all'esterno, non pensammo ci fosse alcun problema (nel regolamento condominiale non compare nessuna nota riguardante caldaie o condizionatori). Dopo qualche mese mio padre ricevette, senza alcun preavviso da parte dell'amministratore, una lettera da un avvocato che, in rappresentanza del condominio, intimava la rimozione della caldaia entro tot giorni pena azioni legali. Mio padre fece a sua volta rispondere da un avvocato, e, in seguito a questa risposta, la questione si risolse, con la promessa che avremmo ''camuffato'' per così dire la caldaia stessa (che tra l'altro era bianca, su parete bianca dell'edificio). In pratica creammo una sorta di pannello con piante rampicanti (finte..) che circondava la caldaia, e questo bastò per mettere tutto in regola...L'assurdo viene ora, o meglio, un anno fa, quando, ad una riunione alla quale io, nel frattempo divenuta proprietaria dell'appartamento, non partecipai, non so chi tra i condomini ha ''riesumato'' la questione caldaia, ricominciando tutto da capo; in pratica di nuovo in quella e in una successiva riunione (ero assente anche in quel caso) i condomini hanno richiesto la rimozione dall'esterno e l'incasso nella parete della mia caldaia con le stesse motivazioni di 16 anni prima...Oltretutto, nel verbale della riunione, non viene fatto il nome di chi sia il condomino che deve rimuovere la caldaia, tant'è che, se non me lo avesse riferito un vicino che era presente alla riunione, non avrei saputo che si trattava di nuovo della mia caldaia. A tutt'oggi non ho ricevuto nuovamente lettere di avvocati, ma come posso evitare che ciò avvenga? La ''scusa'' che viene addotta alla richiesta della rimozione è il ''decoro architettonico'', si parla di palazzine di edilizia agevolata degli anni 90, tutte intonacate di bianco...Grazie mille per i consigli che vorrete darmi.

In assenza di un regolamento contrattuale che vieti esplicitamente questa eventualità, nulla possono obiettare gli altri condòmini rispetto all'installazione di una caldaia esterna sul tuo balcone. Secondo l'indirizzo giurisprudenziale questo intervento non altera il decoro architettonico, essendo di ridotto impatto e dovendo considerare prevalenti la sicurezza ed il comfort del proprietario.

Modificato da Esmeralda
  • Mi piace 1

Oltre che del proprietario, la sicurezza è pure degli altri condomini...

madly dice:

Oltre che del proprietario, la sicurezza è pure degli altri condomini...

Esatto.

 

manusas dice:

A tutt'oggi non ho ricevuto nuovamente lettere di avvocati, ma come posso evitare che ciò avvenga?

Purtroppo non puoi "evitarlo", i maligni/prepotenti/squilibrati ci sono e se vogliono di nuovo farti scrivere da un avvocato, lo faranno di nuovo. Sai pero' che hai ragioni da spendere e se proprio i condòmini insistono con il decoro dovranno arrivare sino al giudice che deciderà in merito.

 

  • Mi piace 3
manusas dice:

A tutt'oggi non ho ricevuto nuovamente lettere di avvocati, ma come posso evitare che ciò avvenga?

Non puoi evitare che ti scrivano ma ti puoi ignorarle o cestinarle e puoi evitare di rispondere lasciando che, dopo 16 anni che la caldaia è lì, ti citino in giudizio per lesione del decoro.

A mio avviso, se davvero ricorreranno al Giudice, avranno pan per focaccia.

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

o pulp s'adda cocere 'int all'acqua soja

 

  • Mi piace 1
manusas dice:

Grazie a tutti, difficile la vita in condominio😐☹️

prego, si, difficile, ma dalla difficoltà puo' nascere l'arte! Auguri ☺️

  • Mi piace 1
×