Vai al contenuto
almiano

Avanzo soldi lavori straordinari spesi per coprire condomini morosi

Salve a tutti,

 

Alcuni condomini hanno accertato che nel conto non ci sono i soldi che avanzavano dai lavori straordinari effettuati nel 2013, l'amministratore si è giustificato che li ha utilizzati per coprire le spese condominiali perchè molti condomini non pagano e non ha emesseo nessun decreto ingiuntivo, come si può fare per mandarlo a casa? il singolo condomino lo può denunciare alle autorità ? quali conseguenze avrà il condominio tutto ?

Grazie

L'amministratore non poteva usare l'avanzo di cassa senza dire nulla a nessuno, fatto salvo non ci sia una delibera assembleare, l'amministratore doveva agire contro i morosi con sollecito, eventuale richiesta del D.I. e per finire con la richiesta del pignoramento.

Potete revocarlo in assemblea nominando un altro amministratore, oppure con richiesta al Giudice per mala gestione.

Le conseguenze della mancanza dei fondi potrebbe essere risolta con la richiesta dei pagamenti ai morosi, con la prassi che ho detto prima, solleciti ecc ecc.

Grazie,

Non c'è nessuna delibera in merito, sostiene che a Gennaio emetterà i D.I. ma considerato che la cifra è alta non sarà facile recuperarli trutti, un solo condominio può fare richiesta al giudice per mala gestione?

La preoccupazione e che tra poco inizieranno altri lavori straordinari ed ovviamente ci ritroviamo a pagare sempre le stesse persone.

Grazie,

Non c'è nessuna delibera in merito, sostiene che a Gennaio emetterà i D.I. ma considerato che la cifra è alta non sarà facile recuperarli trutti, un solo condominio può fare richiesta al giudice per mala gestione?

La preoccupazione e che tra poco inizieranno altri lavori straordinari ed ovviamente ci ritroviamo a pagare sempre le stesse persone.

Visto che l'amministratore ha detto che a gennaio procederà con la richiesta dei D.I. attenderei per la verifica, dopo gennaio se non procede, procedete voi condomini virtuosi e se volete risparmiare le spese legali, direi che sarebbe opportuno procedere in questa maniera, voi condomini potreste avvalervi dell'art. 66 Dacc (almeno 2 condomini rappresentanti almeno 1/6 del valore del condominio pari o superiore a 166.66p mlm) richiedendo all'amministratore in carica un'assemblea straordinaria (meglio con lettera RR) con all'OdG “nomina amm.re” e quant'altro desiderate deliberare, se lui non stabilisce una data per questa assemblea entro 10 gg (dalla ricezione) gli stessi richiedenti potranno convocarla con lo stesso OdG richiesto, inviando una lettera RR, o fax, o Pec, oppure lettera consegnata a mano a tutti i proprietari invitandoli all’assemblea che si terrà in data “gg.mm.aa.” comunicando anche la 2° convocazione che si terrà almeno un giorno dopo e non oltre 10 gg dalla prima, specificando anche luoghi e ore e OdG (lo stesso richiesto), la comunicazione deve giungere almeno 5 gg prima della 1° riunione. Cercate per tempo un bravo amministratore e assicuratevi di ottenere in assemblea la maggioranza del 2°c. Art. 1136. cc 1° e 2° convocazione - maggioranza delle teste dei partecipanti all'assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dell'edificio (500 mlm)

Dopo la nomina e con il nuovo amministratore procederete con il recupero verso i morosi con il D.I.

Salve a tutti,

 

Alcuni condomini hanno accertato che nel conto non ci sono i soldi che avanzavano dai lavori straordinari effettuati nel 2013, l'amministratore si è giustificato che li ha utilizzati per coprire le spese condominiali perchè molti condomini non pagano e non ha emesseo nessun decreto ingiuntivo, come si può fare per mandarlo a casa? il singolo condomino lo può denunciare alle autorità ? quali conseguenze avrà il condominio tutto ?

Grazie

Condivido le risposte date.

 

Analizzando la situazione da un altro punto di vista, parli di un disavanzo a credito che sicuramente avete trovato nel consuntivo del 2014 relativo alla gestione 2013.

In assemblea avreste dovuto deliberare l'utilizzo di tale importo, cioè ridistribuirlo agli aventi diritto od accantonarlo in un fondo creato appositamente.

 

Non parli di fondi per cui suppongo che l'importo sia rimasto nelle disponibilità dei condomini che se lo sono trovato a credito e scorporato dal totale dovuto per spese condominiali relative al 2014.

Per cui a meno che a suo tempo non abbiate creato un fondo, è del tutto possibile che il residuo non risulti nei consuntivi degli anni successivi al 2014.

×