Vai al contenuto
ironman90

Allucinante situazione condominiale

Nel 2014 siamo venuti ad abitare in un nuovo condominio. Siamo letteralmente scappati dall'altro perchè le fogne rigettavano nel nostro appartamento a pianoterra. Il costruttore era un criminale vero e proprio. Aveva cause legali su ogni condominio che aveva costruito. Abbiamo dovuto pure chiamare l'avvocato.  Entriamo in questo nuovo condominio, appartamento di nuovo a pianoterra  e dopo un mesetto piove molto forte e si allaga la corsia dei garages. Questo condominio è di quattro piani. Abbiamo ovviamente preso  anche il garage dove avevamo messo molta roba importante che siamo stati costretti a buttare via. Ad oggi nel 2020 siamo in presenza di questo fenomeno: ogni volta che piove molto forte la corsia garages si allaga. Fatto sta che per prima cosa, come messaggio di benvenuto, ci troviamo immersi nell'acqua. Non  abbiamo idea da cosa dipenda. A detta dell' amministratore dell'epoca dalle fogne comunali.... ( siamo a circa 1 km  dal centro di Marsciano PG sull'antica Via Orvietana). A detta dei condomini che qui ci stanno da molto prima di noi... qualcuno non sa niente, qualcuno  accusa il costruttore che sarebbe andato fallito nel 2009, subito dopo aver finito la costruzione del palazzo; qualcuno afferma che occorrerebbe rompere a martellate i tombini giù nella corsia dei garages perchè, a detta loro, sarebbero troppo piccoli. Qualcuno ha dato la colpa all'imprenditore che ha venduto gli appartamenti... L'ingegnere elettronico che abita al 4 piano, attico, afferma che sarebbero state collegate male le fogne e che il problema sarebbe irrisolvibile fintanto che non costruiranno su una via quasi adiacente alla nostra e collegheranno 'ste suddette fogne in maniera tale che a noi non si allagherà più la corsia garages. 

Precisiamo che questo palazzo e anche l' altro ( sono praticamente 2 palazzi vicini, due condomini) sarebbero stati costruiti tra il 2007-2008 su un terreno giudicato edificabile dal Comune di Marsciano intorno al 2005. Tale terreno è passato di mano in mano a partire da una successione familiare stillata da un notaio di Perugia intorno al 1970 mi sembra. Sappiamo queste cose perchè nel 2018 ci siamo decisi ad andare a consultare il fascicolo dell'impresa costruttrice all'ufficio urbanistico del Comune di Marsciano per vedere se tutto era a posto. Abbiamo visto il progetto della corsia dei garages e abbiamo scoperto che vi sarebbe segnalata una bocca di lupo ma qui la bocca di lupo non esiste.... Ci sarebbe da dire anche che l'altro palazzo, quando piove, non soffre dello stesso problema, anzi in fondo alla loro corsia garages c'è una specie di masso rettangolare... A cosa serve non lo so. Tempo fa provammo a domandarlo ai condomini dell'altro palazzo ma in larga parte ci risposero che non sapevano cosa fosse (????? Sarà vero??????). Dal progetto abbiamo scoperto che nella corsia garages i 6 vani che l'agenzia immobiliare e l'imprenditore definivano cantine, sono in realtà fondi. Dalla richiesta per la CPI si evince addirittura che il progetto che abbiamo visto sarebbe una variante, non quello primario approvato. A detta del parere contrario il progetto originario non prevedeva la chiusura di quegli spazi nella corsia dei garages. A giugno del 2008 il costruttore avrebbe mandato la richiesta di sopralluogo ai Vigili Del Fuoco per la CPI senza mandare la variante. I VDF gli hanno contestato i fondi per un motivo principale: l'ingresso per accedervi è la corsia di manovra. Questi fondi sono grossi, se qualcuno li vedesse capirebbe subito che volendo ci si può fare un bagno intero.  Ora, al comune di Marsciano l'agibilità c'è ma qualcuno sa dirmi se in futuro con i  VDF possa saltare fuori qualcosa????.

A Novembre 2013 stavamo traslocando. Ufficialmente siamo entrati nel Gennaio 2014. Nel  mentre traslocavamo, complice i nomi messi di già nei campanelli, ci arriva una  lettera di un avvocato di Perugia che ci chiedeva il pagamento di 5900 euro di spese per la  ditta delle pulizie non pagata dal 2010 al 2013. Noi non c'eravamo. siamo stati nell'altro condominio dal 2008 al 2014. L'avvocato di Perugia voleva questi soldi, più 300 euro di spese legali entro il mese di Novembre 2013. La lettera era una terza mandata a tutto il condominio, perchè le altre due mandate all'allora amministratore di condominio, non erano state seguite da alcuna risposta. Pensate che si è arrivati alla riunione di condominio solo il 26 Giugno 2014 quando l'avvocato voleva i soldi l'anno precedente. Dovete sapere che questo condominio è multiculturale. Qui siamo di tutte le razze. Ci sono calabresi, marocchini, bulgari, ucraini, albanesi, algerini, moldavi. Tutti o quasi in affitto. Preciso che non è un commento razzista. I loro proprietari non sono di Marsciano. Sono tutti di fuori. Una sola proprietaria è di qui. Pensate che un proprietario sta a Vicenza. Grisignano di Zocco per la precisione. Alla riunione di condominio, su 22 condomini, quelli che si presentano  e che hanno comprato sono solo 4. C'è una che ha comprato ma non gli frega niente dei problemi perchè lavora all'Ospedale di Pantalla e non ha tempo di venire alla riunione di condominio. Un altro ha comprato ma la sera deve andare a cena fuori. Un altro ancora ha comprato, ha quasi 54 anni, è single, sta con la mamma, ma ha detto che per lui la riunione è una perdita di tempo. Lui deve andare al bar la sera. Al suo posto ci manda la mamma di 82 anni coadiuvata da sua cognata, che fa la parrucchiera e ha l'attività qui  nel palazzo, ma che non ci abita. Dei proprietari si presentava solo l'imprenditore dal quale noi abbiamo preso il nostro appartamento a pianoterra col suo commercialista. Quella sera del 26 Giugno 2014 anche noi, che avevamo fatto il contratto di compravendita solo 4 mesi prima, ci siamo presentati e i condomini che avevano comprato i loro appartamenti come noi sono subito sbiancati manco avessero visto dei fantasmi. Non vi dico cosa è successo. L'allora amministratore, in carica dal 2012, e l'imprenditore hanno litigato perchè lui aveva 7000 euro di condominio non pagato. L'imprenditore dava la colpa ai suoi inquilini in affitto perchè sarebbero andati via senza manco avvisarlo, e lui è rimasto coi debiti. Inoltre egli accusava i presenti condomini che avevano comprato i loro appartamenti  di essere stati privi di buon senso riguardo la gestione condominiale. Affermava che l'amministratore glielo aveva trovato lui, perchè questi manco sapevano cosa fosse questa figura e se esistesse. Prima di quello, dal 2010 al 2012, avevano un amministratore noto per essere un fantasma e per lasciare ammanchi di soldi consistenti, oltre che per essere un maestro nella non identificazione dei versamenti che gli venivano fatti. Ecco, a detta dell'imprenditore i signori condomini che avevano comprato cercavano i coglioni. La cosa allucinante era che gli altri presenti non replicarono, ma stettero zitti. Vi diciamo anche che noi, mesi prima della riunione condominiale, ci siamo ritrovati impossibilitati a guardare la televisione perchè la ditta che si occupa della manutenzione dell'ascensore depotenziava la potenza del contatore elettrico del condominio a causa degli scarsi pagamenti dei condomini.  L'amministratore di allora  brevemente della ditta delle pulizie e della relativa lettera dell'avvocato di Perugia. E sottolineo che mentre quello voleva 6000 euro con spese legali comprese, l'altro concluse che si accordava solo per 2000 euro.  Inoltre ebbe la brillante idea di cercare un'altra ditta delle pulizie... sapendo che difficilmente questa avrebbe guadagnato lo stipendio... Poi non si fece parola degli allagamenti della corsia garages che persistevano, soprattutto da parte dei condomini presenti. Tutti zitti. Anzi, l'amministratore di allora fu molto impegnato a cercare di capire giri di soldi versati non sapeva da chi.

Dopo quella sera passa  un anno e l'amministratore non faceva la riunione. Inoltre, dopo quella performance del Giugno 2014, verso la fine dell'anno, riscrive un altro avvocato... ed era quello della ditta che aveva messo lui.... Noi avevamo pagato la nostra cifra sana di condominio. 474 euro per l'anno 2014 come stabiliti dallo stesso amministratore nel bilancio che aveva fatto. Telefonai all'amministratore che disse che si sarebbe aggiustato. In fondo e per fortuna la ditta delle pulizie di euro ne chiedeva solo 900. Passò dunque un anno e l'imprenditore che ci aveva dato questo appartamento provavo a cercarlo ma era praticamente sparito. Al cellulare era irraggiungibile o sempre spento. Noi non sapevamo  nulla. Nemmeno se o  quanto dovevamo pagare per l'anno 2015. Fatto sta che a Settembre 2015, con l'amministratore praticamente ancora in carica, un proprietario, che lavora in comune, in unione con la parrucchiera che qui manco ci abita, hanno la brillante idea di convocare l'assemblea nell'attività della parrucchiera e portare un altro amministratore, senza manco votare, almeno per educazione, la sfiducia a quello in carica. Solo che questa qui (era una donna) era quella del  condominio dove stavamo prima e dal quale eravamo scappati perchè lei i problemi non li ha mai risolti, ma si faceva pagare profumatamente dai condomini. Dove abitavamo prima aveva addirittura aperto un fondo cassa che faceva lievitare i costi dei poveri proprietari che avevano comprato gli appartamenti. E intanto a noi ci buttavano le fogne in casa e lei non alzava un dito. Abbiamo dovuto chiamare la video telecamera e buttarci di tasca nostra 200 euro per scoprire che i tubi delle fogne facevano zigo zago ed erano pure troppo piccoli rispetto a ciò che stabiliva la legge sull'edilizia. Questa era una che le cause le faceva a fior di pelle. Era cara perchè lei non faceva l'amministratrice, ma lo faceva il suo avvocato. Allorché si è presentata qui, da subito ha chiarito che, dato il fatto che l'imprenditore che ci aveva dato questo appartamento aveva pure i millesimi in più oltre ad essere locatore di molti altri appartamenti del palazzo, non restava al condominio una sola soluzione per riscattare i suoi debiti, dato che lui non ne voleva sapere: fargli causa......ma il condominio avrebbe perso perchè di colpe ne hanno anche loro... I condomini presenti quella sera del 2015 iniziarono già da lì a maledire l'imprenditore. Di lui dicevano malissimo. Ma ricordate che quella sera del 2014 non aprirono bocca.... Volevano persino sapere quanti soldi avesse in banca. Arrivarono ad affermare con sicurezza che la sua azienda agricola e quella immobiliare erano andate fallite. Comunque, noi abbiamo detto no a quella. 

E così arriviamo a Dicembre 2015 quando l'amministratore in carica...indovinate???...rassegnò le sue dimissioni. Convocò l'assemblea, spedì finalmente i bilanci dell'anno 2015...ma lui non si presentò!!!!. Lo chiamammo: disse che aveva la febbre.  Lo avevamo cercato per tutta l'estate e sapete cosa ci ha risposto una volta????. Che era ricoverato all'Ospedale!!!!. Dopo ciò la compagna dell'ingegnere elettronico che sta sull'attico, più la parrucchiera che qui manco ci abita, trovano l'attuale amministratore. La sorella della parrucchiera lo conosce perchè dove abita lei avevano i debiti condominiali e lui li ha fatti rientrare... Questo sarebbe in carica dal 2016.... Doveva far rientrare i soldi.... ma per carità. Soprattutto doveva intimare l'imprenditore che ha dato a noi questo appartamento di pagare quei debiti che nel frattempo, dal 2014, erano cresciuti. Insomma quelle due signore cercano questo amministratore che fa il Geometra. Nel fare ciò, come nel portare quell'amministratrice nel 2015, l'imprenditore lo hanno praticamente escluso. Lui, che aveva i debiti sì, ma anche più appartamenti in locazione e più millesimi di tutti. Come ho già detto precedentemente. 

Questo Geometra entra nel 2016. Fa la tabella solo quell'anno. Esce fuori che noi non avremmo pagato il condominio negli anni precedenti ( ma dove???? l'amministratore dimissionario nel bilancio del 2015 aveva scritto che era tutto a posto e aveva calcolato le solite 474 euro da noi pagate come nel 2014, anno   in cui siamo entrati. Abbiamo conservato sia i bilanci che le ricevute di pagamento...). Chiamiamo l'amministratore dimissionario e per farci rispondere minacciamo la moglie di denunciarlo alla Guardia Di Finanza. Lui risponde e tira fuori che non è colpa sua se siamo campati sulle spalle dell'ingegnere elettronico dell'attico..... Ma quando scusate????. Noi abbiamo pagato sempre. Mah.

Il Geometra ci fa lo sconto. Paghiamo solo 500 euro perchè sennò bisognava sborsarne 1182...

Il Geometra viene a prendere i soldi a casa dei condomini.... Il Geometra va pure a casa dell'imprenditore facendo il duro, stile Clint Eastwood. L'ingegnere dell'attico vuole che questa situazione finisca il prima possibile.... Risultato?. L'imprenditore coi debiti, nel frattempo giunti a 15000 euro ( ma difficile capirci qualcosa, addirittura sarebbero 20000), minaccia il pignoramento dei suoi appartamenti. Nel 2016, col Geometra che bussava alla porta, gli sono partiti più inquilini. Non riusciva a vendere gli appartamenti che affittava.Il Geometra gli dice che queste cose non si fanno....

Il Geometra sa che qui in pochi pagano. Tuttavia degli allagamenti della corsia garages non si fa menzione. Anzi, l'ingegnere dell'attico gli dice che si deve fidare di lui così  ciecamente da manco riguardare la pratica del precedente amministratore dimissionario. L'ingegnere dell'attico ha sempre chiacchierato, ma non ha mai mostrato prova di quello che diceva. Ha sempre accusato costruttori e imprenditori senza mostrare planimetrie  o altre cose che dimostrassero ciò che dicesse. Abbiamo dovuto fare da soli per capirci qualcosa...  Ad oggi il Geometra sapete che ha fatto???. Ha dimezzato il condominio. E qui gentilmente se qualcuno mi può rispondere lo ringrazio tanto... Ma lo può fare????. L'amministratore di condominio attuale ci fa pagare la metà del condominio. Se pagavamo 474 euro, oggi ne paghiamo 236. Non fa bilanci!. Lui viene a prendere i soldi a casa rilasciando solo ricevute. Ad oggi non sappiamo come faccia a pagare i fornitori del condominio. Se succede qualcosa come facciamo????. Non solo. Fa i turni delle pulizie. E ci ha fatto litigare tra di noi condomini. Fa i turni delle pulizie e a chi pulisce un palazzo di 4 piani, più corsia dei garages scala sui pagamenti del condominio. Scala e dimezza.

L'imprenditore che ci ha dato questo appartamento a pianoterra ha pignorato addirittura dal 2017. Noi non abbiamo più fatto riunioni di condominio e, se si dovevano prendere i soldi prima del pignoramento, non è stato fatto. Il pignoramento lo abbiamo scoperto solo a cose fatte. Il Geometra amministratore non ha convocato la riunione ne per il 2018, ne per il 2019. Noi siamo stati costretti a chiamare di nuovo l'avvocato perchè il precedente amministratore l'avvocato di Perugia non l'ha risolto manco per  2000 euro. E ora quell'avvocato ci ha spedito un decreto ingiuntivo. E pensate, alla fine di questo discorso, che i signori condomini con la complicità del Geometra amministratore attuale, allorché sono stati richiamati su tutto ciò, ci hanno denunciato dai Carabinieri che però hanno capito la situazione... Insomma chiediamo gentilmente un parere su tutta questa situazione. Ringraziamo e alleghiamo foto dello spettacolo che ancora oggi, dopo 13 anni dalla costruzione del palazzo, aleggia nella corsia garages ogni volta che piove forte.

vlcsnap-2020-02-01-07h45m48s256.png

vlcsnap-2020-02-01-07h46m15s227.png

vlcsnap-2020-02-01-07h46m32s414.png

vlcsnap-2020-02-01-07h46m43s897.png

E' inutile scrivere più volte lo stesso messaggio chilometrico.

Doppio;

 

Attendi qualcuno che abbia la volontà di leggerlo fino in fondo (io non ce l'ho fatta), per poterti rispondere

 

 

 

Modificato da Tullio01
Tullio01 dice:

E' inutile scrivere più volte lo stesso messaggio chilometrico.

Doppio;

 

Attendi qualcuno che abbia la volontà di leggerlo fino in fondo (io non ce l'ho fatta), per poterti rispondere

 

 

 

Scusate, ma me volevo spiegare bene. Questo forum è il migliore sui condomini. L'ho ricorretto il messaggio.Se poi lei non ha avuto la pazienza di leggerlo cavoli suoi. Io ho spiegato per correttezza. Mica posso buttare due righe così e via perchè questa è una situazione che si è generata nel corso degli anni. A mio avviso le cose vanno spiegate bene... . Forse l'ho fatto troppo e mi scuso ancora. Pazienza. Grazie della risposta.

ironman90 dice:

A mio avviso le cose vanno spiegate bene... . Forse l'ho fatto troppo e mi scuso ancora.

Nessun problema per me, non ho finito di leggere e non sono in grado di risponderti, se il messaggio era concentrato l'avrei letto, per cui se hai pazienza, attendi qualcuno che legga tutto e ti risponda.

ironman90 dice:

Scusate, ma me volevo spiegare bene. Questo forum è il migliore sui condomini. L'ho ricorretto il messaggio.Se poi lei non ha avuto la pazienza di leggerlo cavoli suoi. Io ho spiegato per correttezza. Mica posso buttare due righe così e via perchè questa è una situazione che si è generata nel corso degli anni. A mio avviso le cose vanno spiegate bene... . Forse l'ho fatto troppo e mi scuso ancora. Pazienza. Grazie della risposta.

Anch'io non ho avuto la pazienza di leggere il tuo chilometrico messaggio. Più che cavoli di chi non ti legge, mi paiono cavoli tuoi!

Modificato da Paola21

Io avrei avuto la costanza di leggerlo sino in fondo, tuttavia mi interessa maggiormente il "tubo"? nero che si vede nell'ultima foto in basso sulla destra; cos'è?

 

Se fosse una tubazione collegata al sistema fognario, allora basta collocare una pompa, o più, ad immersione ed il problema è risolto una volta per tutte.

 

Tu sostieni infatti che si allaga costantemente in occasione di forti piogge; ok allora si provvede come ti ho detto.

Ritieniti fortunato a non avere dei box al piano interrato e realizzati sopra una falda freatica con una risorgiva; quello si che è un vizio insanabile, mentre nel caso che descrivi basta un adeguato impianto di drenaggio che parte solo quando c'è la necessità.

 

Sorvolo (ma proprio non voglio nemmeno considerare) su come siete amministrati e le lacune negli obblighi, anche dei condomini, di corretta amministrazione del condominio.

 

Un fiume di parole per descrivere un condominio mal amministrato e costituito da condomini che si disinteressano di controllare l’operato dell’amministratore non solo dal punto di vista contabile ma anche in relazione a problematiche condominiali, non affrontate e risolte come quella denunciata e rappresentata nelle foto pubblicate.

Concordo con cacallo che i disagi procurati dall’allagamento del piano interrato determinato da intense precipitazioni,  possano  essere evitati o ridotti utilizzando appositi accorgimenti su consiglio di un tecnico qualificato (utilizzo di pompe di drenaggio, paratie mobili ….) .

  • Grazie 1
×