Vai al contenuto
Cloven

Arretrati spese condominiali vecchi inquilini

Buongiorno a tutti, vi espongo il mio problema. Recentemente ho ricevuto dall'amministratore di condominio una raccomandata dove mi si sollecita a pagare delle quote condominiali non saldate per un valore di circa 700 euro. 

Ora, un po' per negligenza da entrambe le parti, nei due anni e mezzo in cui ho abitato l'appartamento non ho mai avuto notizie da parte dell'amministratore né richieste di pagamento delle quote. Ma ammetto che neanch'io mi sono fatto avanti a far domande. 

Confrontandomi con un altro inquilino dello stabile notammo che comunque la cifra sembrasse eccessiva se rapportata alla media degli altri appartamenti, nonostante il mio fosse uno dei più piccoli del palazzo. 

Chiedo dunque all'amministratore di fare uno controllo ed effettivamente risulta che mi fossero stati accreditati nella cifra arretrati non pagati del precedente inquilino. 

Adesso il punto è che mi si chiede di pagare anche questi arretrati, ma a me non sembra giusto. 

Contando che non so se il vecchio inquilino fosse l'ex proprietario della casa o un semplice affittuario come me, ha diritto l'amministratore a chiedermi anche questi arretrati? 

Ringrazio chiunque voglia aiutarmi. 

Cloven dice:

Buongiorno a tutti, vi espongo il mio problema. Recentemente ho ricevuto dall'amministratore di condominio una raccomandata dove mi si sollecita a pagare delle quote condominiali non saldate per un valore di circa 700 euro. 

Ora, un po' per negligenza da entrambe le parti, nei due anni e mezzo in cui ho abitato l'appartamento non ho mai avuto notizie da parte dell'amministratore né richieste di pagamento delle quote. Ma ammetto che neanch'io mi sono fatto avanti a far domande. 

Confrontandomi con un altro inquilino dello stabile notammo che comunque la cifra sembrasse eccessiva se rapportata alla media degli altri appartamenti, nonostante il mio fosse uno dei più piccoli del palazzo. 

Chiedo dunque all'amministratore di fare uno controllo ed effettivamente risulta che mi fossero stati accreditati nella cifra arretrati non pagati del precedente inquilino. 

Adesso il punto è che mi si chiede di pagare anche questi arretrati, ma a me non sembra giusto. 

Contando che non so se il vecchio inquilino fosse l'ex proprietario della casa o un semplice affittuario come me, ha diritto l'amministratore a chiedermi anche questi arretrati? 

Ringrazio chiunque voglia aiutarmi. 

Le spese condominiali ordinarie vanno in prescrizione dopo 5 anni, fatto salvo la richiesta non venga rinnovata, comunque se tu sei in affitto le spese da pagare erano da richiedere dal proprietario e non dall'amministratore (fatto salvo accordi contrattuali), se invece sei un condomino, vale quanto detto, dopo 5 anni (con rendiconti approvati)  l'amministratore non può più richiederle perchè prescritte, se invece non sono trascorsi i 5 anni e i rendiconti sono stati approvati devi pagare e se non paghi sei a rischio di decreto ingiuntivo.

Tullio01 dice:

Le spese condominiali ordinarie vanno in prescrizione dopo 5 anni, fatto salvo la richiesta non venga rinnovata, comunque se tu sei in affitto le spese da pagare erano da richiedere dal proprietario e non dall'amministratore (fatto salvo accordi contrattuali), se invece sei un condomino, vale quanto detto, dopo 5 anni (con rendiconti approvati)  l'amministratore non può più richiederle perchè prescritte, se invece non sono trascorsi i 5 anni e i rendiconti sono stati approvati devi pagare e se non paghi sei a rischio di decreto ingiuntivo.

Io sono inquilino affittuario da due anni e mezzo. L'Amministratore mi ha accennato che il precedente inquilino dell'appartamento fosse anche l'ex proprietario, quindi probabilmente gli attuali proprietari hanno prima acquistato la casa da lui e poi me l'hanno affittata. Ma di questa informazione non ho certezza.
Quello che vorrei capire è se legalmente, sia che il precedente inquilino fosse il proprietario dell'appartamento sia che fosse un semplice affittuario come me, l'amministratore può pretendere da me i suoi arretrati?
Voglio specificare che nel mio contratto non si parla da nessuna parte di spese condominiali pregresse da pagare, né tanto meno mi sono state richieste quando l'ho stipulato. Per questo mi sembra strano che l'amministratore chieda a me, affittuario completamente slegato dal precedente inquilino, il pagamento dei suoi arretrati. Al massimo non avrebbe dovuto richiederli agli attuali proprietari?

Cloven dice:

Quello che vorrei capire è se legalmente, sia che il precedente inquilino fosse il proprietario dell'appartamento sia che fosse un semplice affittuario come me, l'amministratore può pretendere da me i suoi arretrati?

l'amministratore può pretendere i pagamenti condominiali soltanto dal condomino proprietario e non dall'affittuario, anche perché non può sapere quali accordi siano stati sottoscritti nel contratto di locazione.

Cloven dice:

Io sono inquilino affittuario da due anni e mezzo. L'Amministratore mi ha accennato che il precedente inquilino dell'appartamento fosse anche l'ex proprietario, quindi probabilmente gli attuali proprietari hanno prima acquistato la casa da lui e poi me l'hanno affittata. Ma di questa informazione non ho certezza.
Quello che vorrei capire è se legalmente, sia che il precedente inquilino fosse il proprietario dell'appartamento sia che fosse un semplice affittuario come me, l'amministratore può pretendere da me i suoi arretrati?
Voglio specificare che nel mio contratto non si parla da nessuna parte di spese condominiali pregresse da pagare, né tanto meno mi sono state richieste quando l'ho stipulato. Per questo mi sembra strano che l'amministratore chieda a me, affittuario completamente slegato dal precedente inquilino, il pagamento dei suoi arretrati. Al massimo non avrebbe dovuto richiederli agli attuali proprietari?

Tu come inquilino fatto salvo altri accordi contrattuali devi pagare le spese al proprietario e solo per il periodo in cui sei inquilino come previsto dall'art. 9 della legge 392/78, per cui non ti possono venir richieste spese del precedente o futuro inquilino o proprietario che sia;

 

Art.9. (Oneri accessori). Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonchè alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90 per cento, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore. Il pagamento deve avvenire entro due mesi dalla richiesta. Prima di effettuare il pagamento il conduttore ha diritto di ottenere l'indicazione specifica delle spese di cui ai commi precedenti con la menzione dei criteri di ripartizione. Il conduttore ha inoltre diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese effettuate. ...

Ho capito, era questo che mi premeva sapere. Grazie a tutti per le gentili e veloci risposte

Risponde per le spese di gestione dovute il proprietario e MAI l'inquilino, nessun amministratore di condominio può chiedere somme a quest'ultimo, ma può e deve comunicare al proprietario che l'inquilino non sta pagando e saldare lui stesso le rate dovute, salvo poi fare rivalsa sull'inquilino. 

×