Vai al contenuto
Luca Noferi

Area condominiale esterna adibita a parcheggio

Salve,

vi scrivo per avere un aiuto su di una questione relativa ad una proprietà condominiale.

Siamo 6 condomini e quindi siamo in esenzione da avere un Amministratore di professione, ma abbiamo un capo condominio.

All'esterno dell'edificio in cui abito, su suolo condominiale (risultante da particella catastale), vi è un'area di sosta adibita a parcheggio sulla quale si apre il nostro accesso carrabile al piazzale, garage, centrale termica ecc...

L'area esterna è già adesso delimitata dal porta via delle acque piovane con le relative caditoie.

Attualmente vi è un parcheggio pubblico ma sia al Catasto che al Comune risulta essere una area privata di proprietà condominiale indivisa e non frazionata che confina con la sede stradale ma che non ne fa parte.

Allego foto.

Noi vorremmo delimitare il "via libera in strada" sui lati destro e sinistro dal nostro accesso carrabile e delimitare l'area restante come posti auto.

Ora il problema nasce dal fatto che nel caso di incidenti, rifacimento di asfalto e altro probabilmente il conto arriverebbe a noi condomini.

Adesso dopo anni abbiamo scoperto questa cosa ovvero che quell'area è di nostra proprietà e il comune non l'ha mai presa in carico e quindi nemmeno ha fatto il collaudo dell'opera ne le strisce ne nulla (il muro, l'asfalto, caditoie ecc. furono fatte a spese nostre).

Preciso che altre due zone sono state date al comune come opere di urbanizzazione e soprattutto una di queste (similare a quella in questione) in planimetria catastale è riportata come slargo e quindi facente parte della sede stradale a tutti gli effetti e non più inserita nella nostra particella catastale.

Morale: se il comune ci dicesse che è nostra, come dobbiamo comportarci?

Possiamo spostare il passo carrabile direttamente a confino con la strada? indichiamo con cartelli di proprietà privata?[ATTACH]619[/ATTACH]

Non è sufficiente dimostrare il titolo di proprietà per chiuderla, occorre che ne dimostriate il titolo d'uso privato. Dovete quindi verificare in Comune se su tale area sussiste, indipendentemente dal titolo di proprietà, la servitù di uso pubblico, che potrebbe essere stata istituita per:

 

1)Prescrizione sul titolo di costruzione;

2) Destinazione urbanistica dell'area (es. destinazione derivante da un PdL);

3) Atto formale con il Comune (ad es. convenzione tra costruttore e Comune per diminuire gli oneri di costruzione);

4) Sentenza.

 

Fino a quando non sapete se c'è uno dei suddetti atti non potete determinare se potete chiudere o no.

Già il fatto che il Comune vi ha concesso il passo carrabile solo per una parte limitata mette dei sospetti..... E quel cartello che si vede a metà del muretto dopo l'accesso privato è un segnale di divieto per pulizia strada?.

 

Ciao

Grazie 1000. Intanto abbiamo richiesto la copia della concessione edilizia del 1980 e il documento di abitabilità per vedere se vi sono servitù

Rispondo alla domanda, il comune ha messo un palo con la P di parcheggio e la pulizia strade. Ma alla'ufficio tecnico mi hanno detto che non sanno se era giusto metterlo. Siamo all'assurdo e quindi per la verifica aspettiamo la copia della concessione edilizia che è al deposito

×