Vai al contenuto
Mauro1973

Amministratore di parte - cosa posso fare per tale amministratore?

Buongiorno, la presente per chiedervi i seguenti quesiti visto che non ho mai abitato in condominio:

1) Ho acquistato a ottobre 2017 da asta legale questa casa ex case ina con giardini di proprietà e ho pagato esercizio in corso e anno precedente dopo aver fatto presente ad amministratore che il 2016 non toccava  a me ma pagavo quello che  la legge recitava. Ho pagato con bonifico ma non mi ha dato mai ricevuta ne per quello ne per altro pagato in seguito.

2) Tale amministratore  durante il periodo che era sotto tutela del curatore incaricato da giudice, ha provveduto a modificare porta (inserendo una specie di persiana tipo oblo'). Tale porta è usata solo da me (chiavi esclusivamente in mio possesso) che dal mio giardino  da a vano condominiale di accesso a cantinole; gli altri condomini accedono da altra porta dal vano scale  a vano condominiale  per accesso a tali cantine. In fase di presa di possesso dell'abitazione non mi voleva dare le chiavi in quanto (avendole lui cambiate senza alcun titolo) asseriva che il giardino fosse di proprietà comune (da premettere che in tale giardino insiste una tettoia regolarmente condonata e nelle perizie e accatastamento e durante sopralluogo il curatore hanno sempre detto che tale giardino era di proprietà esclusiva dell'acquirente. In fase di redazione del verbale di consegna ho detto al curatore il quale, su mia indicazione, ha scritto su tale verbale le mie memorie di quanto accadeva e solo dopo aver minacciato di denuncia questi mi ha consegnato chiavi. in seguito ho provveduto a cambiare serratura.

3) sempre in questo periodo (prima del mio acquisto) tale amministratore ha fatto installare un tubo nero a vista (fuori terra) che corre lungo il mio giardino per rifornire di acqua altri condomini. Hanno messo nuovo contatore dell'acqua e ogni volta che gli chiedo del tubo questo mi rimanda continuamente mediante varie scuse.Oltretutto è pericolo in quanto ci si può inciampare visto che corre parallelo al cancello di ingresso.

4) i vicini del piano di sopra (amici suoi a questo punto) hanno chiuso una canna fumaria che serviva la mia abitazione per mettere i tubi del condizionamento precludendomi la possibilità di utilizzo. Innaffiano piante da una finestra senza sottovaso nonostante i miei richiami non hanno cambiato abitudini e bagnando ripetutamente la mia caldaia sottostante.   

5) in questa area condominiale ci mettono tutti i fusti della spazzatura personali e biciclette e rendono difficoltoso il passaggio (si consideri che le uniche regole affisse nell'androne fanno riferimento a rumori e non occupazione di dette aree).

6) Queste persone che abitano al piano di sopra non essendo avvezze alla buona educazione fanno continui rumori, semplificando stamattina passeggiava con le scarpe con il tacco nella sua camera da letto alle 6 del mattino. Oltre a fare continue cenette che si concludono oltre la mezzanotte con continui rumori molesti di mobili e sedie spostate.

7) Sempre queste persone provvedevano a lavare le loro suppellettili sul terrazzo condominiale facendo scendere  acqua nel mio giardino visto che i pluviali sfociano nei miei giardini. Alla mia richiesta di proporre interramento con conseguente sfocio di tali acque mi è stato detto da amministratore che sarebbe stato messo in ordine del giorno (quasi sia il condomino che sono andato a redarguire per tale comportamento si è dimostrato favorevole). Il giorno che ho visto avviso dell'assemblea e ho visto che tra i vari ordini del giorno vi erano altri ma non il mio ho deciso di non presentarmi (per non litigare visto che mi ero spazientito) e ho inviato la seguente mail " la presente per comunicare che non potremo, per motivi lavorativi partecipare all'assemblea condominiale di oggi. Diamo la nostra disponibilità per i lavori necessari (lastrico solare),. Purtroppo non siamo al momento preparati economicamente ad affrontare altre spese. La ringraziamo e salutiamo caramente tutta l'assemblea e restiamo in attesa di ricevere il verbale dell'assemblea " 

La mia domanda, lascio a voi le dovute considerazioni. Cosa posso fare per tale amministratore? non ho mai ricevuto ne ricevute ne verbali ne consuntivi ne altro. Le fatture dell'acqua le posso chiedere? Non ci sono tabelle millesimali e partecipo a tutte le spese in parti uguali nonostante io acceda  in maniera indipendente da mio giardino. Anzi mi chiedono pure acqua per donna delle pulizie (lo fanno a rotazione). Io abito al piano terra e non sporco androne come altri ne accendo luce come altri. Capisco che debba pagare ma non credo debba pagare come altri.

E' una situazione impossibile e ho deciso nonostante volessi stare in pace di agire per tutelare i miei diritti.

Cosa posso fare secondo voi. Oggi chiamerò un avvocato, nonostante abbia un costo,  vorrei subito indirizzarlo verso i consigli che voi gentilissimi mi darete.

Grazie per attenzione e scusate lo sfogo.

Mauro1973 dice:

Buongiorno, la presente per chiedervi i seguenti quesiti visto che non ho mai abitato in condominio: 

1) Ho acquistato a ottobre 2017 da asta legale questa casa ex case ina con giardini di proprietà e ho pagato esercizio in corso e anno precedente dopo aver fatto presente ad amministratore che il 2016 non toccava  a me ma pagavo quello che  la legge recitava. Ho pagato con bonifico ma non mi ha dato mai ricevuta ne per quello ne per altro pagato in seguito. 

2) Tale amministratore  durante il periodo che era sotto tutela del curatore incaricato da giudice, ha provveduto a modificare porta (inserendo una specie di persiana tipo oblo'). Tale porta è usata solo da me (chiavi esclusivamente in mio possesso) che dal mio giardino  da a vano condominiale di accesso a cantinole; gli altri condomini accedono da altra porta dal vano scale  a vano condominiale  per accesso a tali cantine. In fase di presa di possesso dell'abitazione non mi voleva dare le chiavi in quanto (avendole lui cambiate senza alcun titolo) asseriva che il giardino fosse di proprietà comune (da premettere che in tale giardino insiste una tettoia regolarmente condonata e nelle perizie e accatastamento e durante sopralluogo il curatore hanno sempre detto che tale giardino era di proprietà esclusiva dell'acquirente. In fase di redazione del verbale di consegna ho detto al curatore il quale, su mia indicazione, ha scritto su tale verbale le mie memorie di quanto accadeva e solo dopo aver minacciato di denuncia questi mi ha consegnato chiavi. in seguito ho provveduto a cambiare serratura.

3) sempre in questo periodo (prima del mio acquisto) tale amministratore ha fatto installare un tubo nero a vista (fuori terra) che corre lungo il mio giardino per rifornire di acqua altri condomini. Hanno messo nuovo contatore dell'acqua e ogni volta che gli chiedo del tubo questo mi rimanda continuamente mediante varie scuse.Oltretutto è pericolo in quanto ci si può inciampare visto che corre parallelo al cancello di ingresso.

4) i vicini del piano di sopra (amici suoi a questo punto) hanno chiuso una canna fumaria che serviva la mia abitazione per mettere i tubi del condizionamento precludendomi la possibilità di utilizzo. Innaffiano piante da una finestra senza sottovaso nonostante i miei richiami non hanno cambiato abitudini e bagnando ripetutamente la mia caldaia sottostante.   

5) in questa area condominiale ci mettono tutti i fusti della spazzatura personali e biciclette e rendono difficoltoso il passaggio (si consideri che le uniche regole affisse nell'androne fanno riferimento a rumori e non occupazione di dette aree).

6) Queste persone che abitano al piano di sopra non essendo avvezze alla buona educazione fanno continui rumori, semplificando stamattina passeggiava con le scarpe con il tacco nella sua camera da letto alle 6 del mattino. Oltre a fare continue cenette che si concludono oltre la mezzanotte con continui rumori molesti di mobili e sedie spostate.

7) Sempre queste persone provvedevano a lavare le loro suppellettili sul terrazzo condominiale facendo scendere  acqua nel mio giardino visto che i pluviali sfociano nei miei giardini. Alla mia richiesta di proporre interramento con conseguente sfocio di tali acque mi è stato detto da amministratore che sarebbe stato messo in ordine del giorno (quasi sia il condomino che sono andato a redarguire per tale comportamento si è dimostrato favorevole). Il giorno che ho visto avviso dell'assemblea e ho visto che tra i vari ordini del giorno vi erano altri ma non il mio ho deciso di non presentarmi (per non litigare visto che mi ero spazientito) e ho inviato la seguente mail " la presente per comunicare che non potremo, per motivi lavorativi partecipare all'assemblea condominiale di oggi. Diamo la nostra disponibilità per i lavori necessari (lastrico solare),. Purtroppo non siamo al momento preparati economicamente ad affrontare altre spese. La ringraziamo e salutiamo caramente tutta l'assemblea e restiamo in attesa di ricevere il verbale dell'assemblea " 

La mia domanda, lascio a voi le dovute considerazioni. Cosa posso fare per tale amministratore? non ho mai ricevuto ne ricevute ne verbali ne consuntivi ne altro. Le fatture dell'acqua le posso chiedere? Non ci sono tabelle millesimali e partecipo a tutte le spese in parti uguali nonostante io acceda  in maniera indipendente da mio giardino. Anzi mi chiedono pure acqua per donna delle pulizie (lo fanno a rotazione). Io abito al piano terra e non sporco androne come altri ne accendo luce come altri. Capisco che debba pagare ma non credo debba pagare come altri.

E' una situazione impossibile e ho deciso nonostante volessi stare in pace di agire per tutelare i miei diritti.

Cosa posso fare secondo voi. Oggi chiamerò un avvocato, nonostante abbia un costo,  vorrei subito indirizzarlo verso i consigli che voi gentilissimi mi darete. 

Grazie per attenzione e scusate lo sfogo.

Non c'è nulla di peggio per un avvocato che il sentirsi dire dal cliente, che ha da esporre una storia dalla nascita di nostro Signore ad oggi, come deve fare il suo lavoro.

 

Facciamo così. Diciamo che lei eserciti la professione di dentista.

Io suo cliente mi documento su internet e poi vengo nel suo studio e le dico cosa deve fare

Lei che fa? Non è che mi caccia?

  • Grazie 1
  • Haha 1
Mauro1973 dice:

Ho pagato con bonifico ma non mi ha dato mai ricevuta ne per quello ne per altro pagato in seguito.

Ciao, se paghi con bonifico a che serve la ricevuta; ce l'hai la copia del bonifico? Tanto basta.

Io a quelli che versano sul conto corrente con bollettino e a quelli che fanno bonifici non consegno nulla!

Paolino45 dice:

Ciao, se paghi con bonifico a che serve la ricevuta; ce l'hai la copia del bonifico? Tanto basta.

Io a quelli che versano sul conto corrente con bollettino e a quelli che fanno bonifici non consegno nulla!

Grazie ma rendiconti non li consegna?

 

Mauro1973 dice:

Oggi chiamerò un avvocato, nonostante abbia un costo,  vorrei subito indirizzarlo verso i consigli che voi gentilissimi mi darete

Cominciando a leggere tutta la storia, man mano che leggevo mi convincevo sempre più che non era questione da forum ma questione da analizzare con avvocato, mostrandogli tutta la documentazione in tuo possesso.

Purtroppo, solo nelle righe finali ho colto la tua richiesta di consigli da chiedere all'avvocato.

Io direi di fare così:

La storia ce l'hai già raccontata, oggi senti (ma dovresti vederlo e farli veddere le carte più che sentirlo) l'avvocato e poi ci fai sapere cosa ti ha consigliato in modo da poterti dare qualche ulteriore chiarimento nel caso non ti fosse chiaro cosa ti dice l'avvocato con termini giuridici.

Leonardo53 dice:

Cominciando a leggere tutta la storia, man mano che leggevo mi convincevo sempre più che non era questione da forum ma questione da analizzare con avvocato, mostrandogli tutta la documentazione in tuo possesso.

Purtroppo, solo nelle righe finali ho colto la tua richiesta di consigli da chiedere all'avvocato.

Io direi di fare così:

La storia ce l'hai già raccontata, oggi senti (ma dovresti vederlo e farli veddere le carte più che sentirlo) l'avvocato e poi ci fai sapere cosa ti ha consigliato in modo da poterti dare qualche ulteriore chiarimento nel caso non ti fosse chiaro cosa ti dice l'avvocato con termini giuridici.

Grazie, vorrei trovare uno strumento per far decadere questo amministratore, visto il suo comportamento. Sono situazioni che degenerano e non vorrei andare incontro a guerre ma far capire ad altri condomini che le cose che lui fa non seguono la legge. Ho diversi messaggi riguardanti la rimozione del tubo.

Mauro1973 dice:

Grazie ma rendiconti non li consegna?

 

Certamente, non faccio le ricevute di versamento. Il resto certo che faccio.

1) il bonifico bancario è sempre tracciabile, non serve ricevuta e ove fosse necessario questo tipo di pagamento è sempre tracciabile;

2) Se il giardino è effettivamente di tua proprietà l'amministratore non aveva alcun diritto di modificare la porta di comunicazione tra la tua proprietà esclusiva e il locale cantine. Bisognerebbe approfondire ma mi sembra di capire che la cosa sia giunta a conclusione.

3) Se l'amministratore ha fatto stendere un tubo nella tua proprietà puoi imporne la rimozione e il trasferimento (o l'interramento) altrove, ovvero su parti comuni. Attualmente tu stai subendo una servitù "forzosa" che sarebbe meglio opporre al più presto.

4) Se la canna fumaria era condominiale non potevano modificarla e addirittura chiuderla a meno che non fosse inservibile perchè non più a norma, ma si tratterebbe di capire meglio se l'averla chiusa a tolto a te il pari uso (ex art. 1102 cc); il continuo stillicidio dai balconi può configurare un illecito civile;

5) Se l'occupazione dell'androre con beni personali rende difficoltoso il passaggio precludendo l'utilizzo stesso anche agli altri condòmini certamente è un comportamento discutibile (sempre ex art. 1102 cc) che andrebbe discusso in assemblea e regolamentato;

6) L'immissione di rumori oltre la normale tollerabilità è punita dal codice civile ma è necessario adire alle vie legali e dimostrarlo (nel tuo caso è praticamente impossibile ottenere alcunchè);

7) I pluviali che scendono nel tuo giardino sono il risultato di una servitù, probabilmente esistente dal momento della costruzione dell'edificio. Puoi provare a proporre di renderla meno gravosa accordantoti con gli altri condòmini sull'entità e la suddivisione delle spese relative ai lavori da attuare; La tua mail non può essere accettata come assenso ai lavori di rifacimento del lastrico. Qualsiasi decisione deve essere presa in assemblea.

Sul fatto che l'amministratore non ti convochi alle assemblee, non ti invii i verbali, non ti faccia avere i consuntivi e i preventivi di esercizio e che suddivida le spese (pare) in parti uguali, è evidente che ci sarebbe molto da dire perchè sono tutte cose illecite che meriterebbero una lunga trattazione.

Se non puoi fare leva su alcun condòmino per tentare di cambiare le cose, ma solo su te stesso non ti rimane che rivolgerti a un buon avvocato condominialista al quale spiegare ogni singola questione.

  • Grazie 2
bilbetto dice:

1) il bonifico bancario è sempre tracciabile, non serve ricevuta e ove fosse necessario questo tipo di pagamento è sempre tracciabile;

2) Se il giardino è effettivamente di tua proprietà l'amministratore non aveva alcun diritto di modificare la porta di comunicazione tra la tua proprietà esclusiva e il locale cantine. Bisognerebbe approfondire ma mi sembra di capire che la cosa sia giunta a conclusione.

3) Se l'amministratore ha fatto stendere un tubo nella tua proprietà puoi imporne la rimozione e il trasferimento (o l'interramento) altrove, ovvero su parti comuni. Attualmente tu stai subendo una servitù "forzosa" che sarebbe meglio opporre al più presto.

4) Se la canna fumaria era condominiale non potevano modificarla e addirittura chiuderla a meno che non fosse inservibile perchè non più a norma, ma si tratterebbe di capire meglio se l'averla chiusa a tolto a te il pari uso (ex art. 1102 cc); il continuo stillicidio dai balconi può configurare un illecito civile;

5) Se l'occupazione dell'androre con beni personali rende difficoltoso il passaggio precludendo l'utilizzo stesso anche agli altri condòmini certamente è un comportamento discutibile (sempre ex art. 1102 cc) che andrebbe discusso in assemblea e regolamentato;

6) L'immissione di rumori oltre la normale tollerabilità è punita dal codice civile ma è necessario adire alle vie legali e dimostrarlo (nel tuo caso è praticamente impossibile ottenere alcunchè);

7) I pluviali che scendono nel tuo giardino sono il risultato di una servitù, probabilmente esistente dal momento della costruzione dell'edificio. Puoi provare a proporre di renderla meno gravosa accordantoti con gli altri condòmini sull'entità e la suddivisione delle spese relative ai lavori da attuare; La tua mail non può essere accettata come assenso ai lavori di rifacimento del lastrico. Qualsiasi decisione deve essere presa in assemblea.

Sul fatto che l'amministratore non ti convochi alle assemblee, non ti invii i verbali, non ti faccia avere i consuntivi e i preventivi di esercizio e che suddivida le spese (pare) in parti uguali, è evidente che ci sarebbe molto da dire perchè sono tutte cose illecite che meriterebbero una lunga trattazione.

Se non puoi fare leva su alcun condòmino per tentare di cambiare le cose, ma solo su te stesso non ti rimane che rivolgerti a un buon avvocato condominialista al quale spiegare ogni singola questione.

Quali sono i documenti che mi deve dare per legge anche senza mia richiesta? E quelli che posso richiedere? 

 

Puoi richiedere qualsiasi documento condominiale (giustificativi di spesa, estratti conto, ecc.). Per quanto riguarda i bilanci consuntivi e quelli preventivi dovrebbe inviarteli con il verbale di assemblea inerente l'approvazione degli stessi. Se non lo fa puoi sempre richiederli, meglio se per raccomandata.

  • Grazie 1

Buonasera io chiedo per non essere preso in giro da Avvocati che magari non sono preparati ( ve ne sono come lei già saprà) . Non pretendero' di saperne più di lui. La mia posizione in questo forum e nella vita è: "sapere di non sapere", un'ignoranza intesa come consapevolezza di non conoscenza definitiva. Per questo chiedo e naturalmente non voglio una consulenza ma dei consigli, pensando fosse lo spirito del forum.

Che devo trovare un BUON Avvocato è assodato.

Lungi da me alcuna polemica.

 

Bah_ dice:

Non c'è nulla di peggio per un avvocato che il sentirsi dire dal cliente, che ha da esporre una storia dalla nascita di nostro Signore ad oggi, come deve fare il suo lavoro.

 

Facciamo così. Diciamo che lei eserciti la professione di dentista.

Io suo cliente mi documento su internet e poi vengo nel suo studio e le dico cosa deve fare

Lei che fa? Non è che mi caccia?

Modificato da Mauro1973
Mauro1973 dice:

Buonasera io chiedo per non essere preso in giro da Avvocati che magari non sono preparati ( ve ne sono come lei già saprà) . Non pretendero' di saperne più di lui. La mia posizione in questo forum e nella vita è: "sapere di non sapere", un'ignoranza intesa come consapevolezza di non conoscenza definitiva. Per questo chiedo e naturalmente non voglio una consulenza ma dei consigli, pensando fosse lo spirito del forum.

Che devo trovare un BUON Avvocato è assodato.

Lungi da me alcuna polemica.

 

No. Le faccio un esempio così capisce.

Si è rivolto a me un cliente cui un condominio aveva notificato d.i. e precetto per oneri condominiali.

Per un discorso molto lungo e complesso vi sono amministratori di condominio che imputano ai condomini quel che spendono per la fidanzata es. gioielli o come nel caso di specie i danni ad un appartamento in proprietà esclusiva da infiltrazioni.

Visto che i lavori sono stati fatti nell'appartamento e non su cose comuni trattavasi di debito inesistente. L'ho detto al mio cliente e gli ho suggerito di fare opposizione a d.i.

Lui se ne esce che si può pagare con riserva di ripetizione e magari chiedere quanto dato ora fra 5 anni.

 

Ciò è indice del fatto che

1] si è rivolto ad un altro avvocato pur avendo firmato la procura che conferisce solo a me il potere di rappresentarlo e difenderlo

2] ha detto una cavolata visto che la riserva va fatta valere nell'opposizione a d.i.

 

Morale io mi sono incavolato, di brutto, e me ne sono lavato le mani.

Con me quel cliente avrebbe pagato 0

Con l'avvocato ignorante ha pagato 300 euro per un debito che non aveva.

 

Consiglio chieda in giro chi è l'avvocato del luogo dove lei abita più esperto nella materie e ci vada

Se lei pretende di pagare 1 centesimo per un prosciutto di parma se le va bene finisce intossicato all'ospedale se le va male morto stecchito. Con gli avvocati è lo stesso ma al cubo.

  • Mi piace 1
bilbetto dice:

Puoi richiedere qualsiasi documento condominiale (giustificativi di spesa, estratti conto, ecc.). Per quanto riguarda i bilanci consuntivi e quelli preventivi dovrebbe inviarteli con il verbale di assemblea inerente l'approvazione degli stessi. Se non lo fa puoi sempre richiederli, meglio se per raccomandata.

Ma posso verificare i suoi requisito professionali?

Bah_ dice:

No. Le faccio un esempio così capisce.

Si è rivolto a me un cliente cui un condominio aveva notificato d.i. e precetto per oneri condominiali.

Per un discorso molto lungo e complesso vi sono amministratori di condominio che imputano ai condomini quel che spendono per la fidanzata es. gioielli o come nel caso di specie i danni ad un appartamento in proprietà esclusiva da infiltrazioni.

Visto che i lavori sono stati fatti nell'appartamento e non su cose comuni trattavasi di debito inesistente. L'ho detto al mio cliente e gli ho suggerito di fare opposizione a d.i.

Lui se ne esce che si può pagare con riserva di ripetizione e magari chiedere quanto dato ora fra 5 anni.

 

Ciò è indice del fatto che

1] si è rivolto ad un altro avvocato pur avendo firmato la procura che conferisce solo a me il potere di rappresentarlo e difenderlo

2] ha detto una cavolata visto che la riserva va fatta valere nell'opposizione a d.i.

 

Morale io mi sono incavolato, di brutto, e me ne sono lavato le mani.

Con me quel cliente avrebbe pagato 0

Con l'avvocato ignorante ha pagato 300 euro per un debito che non aveva.

 

Consiglio chieda in giro chi è l'avvocato del luogo dove lei abita più esperto nella materie e ci vada

Se lei pretende di pagare 1 centesimo per un prosciutto di parma se le va bene finisce intossicato all'ospedale se le va male morto stecchito. Con gli avvocati è lo stesso ma al cubo.

Nella tua risposta sei stata molto professionale, purtroppo e lo dico a malincuore ci sono soggetti che della " vita" non hanno capito nulla e agiscono in questo modo pensando di essere il saputello del giorno. 

Mauro1973 dice:

Ma posso verificare i suoi requisito professionali?

E' un tuo diritto chiedere che esibisca l'attestato che certifichi la sua partecipazione al corso di formazione iniziale obbligatorio e quello di aggiornamento annuale.

E vero, ma difficilmente potrai avere riscontro se quell' attestato corrispondenza a verità. 

Ne abbiamo già discusso qui. Non è un obbligo da parte della scuola solo se si trovano persone disponibili si potrà avere conferme del genere. Io per esperienza l'ho avuta. Fatta la Legge si trova l'inganno. 

Mauro1973 dice:

Quali sono i documenti che mi deve dare per legge anche senza mia richiesta? E quelli che posso richiedere? 

 

deve derti i rendicconti ovviamente, e il verbale dell'assemblea specie se non sei presente.

×