Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Home

Accettazione incarico amministrazione

Ciao a tutti,

 

pochi giorni fa sono stato contattato da un costruttore che ha deciso di affidarmi la gestione di un nuovo condominio. A tal proposito mi ha chiesto di stilare una comunicazione di accettazione dell'incarico per amministrare il condominio.

Nella lettera di accettazione dunque cosa dovrei riportare nello specifico? potreste aiutarmi?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

è l'assemblea dei condomini che ti deve nominare amministratore e non il costruttore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

è una "nomina" temporanea che sarà confermata o meno con la prima assemblea utile. per questo chiedevo cosa dover inserire nell'accettazione dell'incarico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
è una "nomina" temporanea che sarà confermata o meno con la prima assemblea utile. per questo chiedevo cosa dover inserire nell'accettazione dell'incarico

finché non verrà confermata dall'assemblea, la nomina temporanea decisa dal costruttore non ha alcun valore nei confronti dei condomini. Quindi è inutile sottoscrivere l'accettazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
finché non verrà confermata dall'assemblea, la nomina temporanea decisa dal costruttore non ha alcun valore nei confronti dei condomini. Quindi è inutile sottoscrivere l'accettazione.

Dipende da chi è il proprietario al momento della stipula del "contratto": se il proprietario di tutto il condominio è ancora il costruttore e solo lui, potresti firmare un accordo tra privati che contempli gli oneri richiesti, una data di inizio rapporto e il relativo compenso fino al momento della prima vendita a terzi di anche una sola unità immobiliare.

 

Se il costruttore ha già ceduto delle unità immobiliari, anche una sola, esiste di fatto una comunione ergo le regole sono quelle puntualmente richiamate da Josefat

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Dipende da chi è il proprietario al momento della stipula del "contratto": se il proprietario di tutto il condominio è ancora il costruttore e solo lui, potresti firmare un accordo tra privati che contempli gli oneri richiesti, una data di inizio rapporto e il relativo compenso fino al momento della prima vendita a terzi di anche una sola unità immobiliare.

In questo caso non esiste ancora il condominio e non si può parlare, come dice Home di gestione di un nuovo condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In questo caso non esiste ancora il condominio e non si può parlare, come dice Home di gestione di un nuovo condominio.

Giusto Josefat,

 

la mia risposta era solo dettata dall'esperienza.

Più volte mi è capitato di assumere incarichi come quello proposto a Home e dalla sua spiegazione mi pareva fosse un caso simile.

Ho specificato per dargli maggiori elementi su cui valutare il da farsi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×