Vai al contenuto
Fullip89

Verbale Assemblea - quando viene spedita la copia del verbale di una Assemblea redatto a penna sul registro dei verbali può essere

Salve 

Il mio quesito e il seguente:

Quando viene spedita la copia del verbale di una assemblea redatto a penna sul registro dei verbali può essere spedito in copia trascritta al computer per essere più comprensibile e leggibile a tutti ? E nella copia che si da ai condomini deve essere allegata la copia delle firme dei presenti o basta solo il verbale e chi lo richiedesse può prenderne atto dal verbale originale ?

Grazie in anticipo 

Fullip89 dice:

Salve 

Il mio quesito e il seguente:

Quando viene spedita la copia del verbale di una assemblea redatto a penna sul registro dei verbali può essere spedito in copia trascritta al computer per essere più comprensibile e leggibile a tutti ? E nella copia che si da ai condomini deve essere allegata la copia delle firme dei presenti o basta solo il verbale e chi lo richiedesse può prenderne atto dal verbale originale ?

Grazie in anticipo 

Il verbale scritto a penna durante l'assemblea e firmato al presidente e segretario e volontariamente da qualche condomino, può essere trascritto ma non cambiato il testo (salvo casi eccezionali e previsti dalla giurisprudenza), perciò quello che viene inviato sarà identico all'originale anche se scritto a macchina o al PC anche se non firmato, eventualmente qualsiasi condomino potrà visionare previo appuntamento con l'amministratore se il testo è identico all'originale.

Modificato da Tullio Ts
Fullip89 dice:

Salve 

Il mio quesito e il seguente:

Quando viene spedita la copia del verbale di una assemblea redatto a penna sul registro dei verbali può essere spedito in copia trascritta al computer per essere più comprensibile e leggibile a tutti ? E nella copia che si da ai condomini deve essere allegata la copia delle firme dei presenti o basta solo il verbale e chi lo richiedesse può prenderne atto dal verbale originale ?

Grazie in anticipo 

visto che non c'è obbligo di invio verbale assemblea (è interesse dell'amministratore e del condominio per far decorrere i 30 gg per l'eventuale impugnazione degli assenti) si può fare come dici.

 

se qualcuno chiede di visionare l'originale devi metterlo a disposizione.

 

io faccio proprio così: il titolo è "trascrizione del verbale ............", tralascio parole tipo ... dopo lunga e approfondita discussione ... ma scrivo ciò che abbiamo deliberato, e alla fino scrivo "originale firmato e a disposizione per la visione".

avendo anche un sito internet del condominio la scannerizzazione dell'originale è anche sul sito.

 

Modificato da paul_cayard
paul_cayard dice:

io faccio proprio così: il titolo è "trascrizione del verbale ............", tralascio parole tipo ... dopo lunga e approfondita discussione ... ma scrivo ciò che abbiamo deliberato, e alla fino scrivo "originale firmato e a disposizione per la visione".

avendo anche un sito internet del condominio la scannerizzazione dell'originale è anche sul sito.

infatti si può mandare ai condomini anche un estratto del verbale che ricalca le principali discussioni, anche se personalmente mando sempre la copia del verbale scritto durante l'assemblea.

Modificato da JOSEFAT
  • Mi piace 1
paul_cayard dice:

avendo anche un sito internet del condominio la scannerizzazione dell'originale è anche sul sito.

Infatti, quando io consegno una copia del verbale consegno la scansione (fotocopia) dell'originale con mia firma che attesta la copia conforme all'originale.

Secondo me, solo la consegna di una copia conforme all'originale mette al riparo da qualsiasi contestazione, altrimenti, l'azzeccagarbugli di turno potrebbe contestare anche il fatto che c'è un punto invece di un punto e virgola 😄

JOSEFAT dice:

personalmente mando sempre la copia del verbale scritto a penna durante l'assemblea.

Il mio mi piace è riferito a quest'ultima parte che ho quotato

  • Mi piace 1
  • Grazie 1
JOSEFAT dice:

 ... anche se personalmente mando sempre la copia del verbale scritto durante l'assemblea.

anch'io fino a quattro o cinque anni fa facevo così, ma alcuni segretari avevano (e hanno) la calligrafia dei medici e molti mi hanno chiesto di trascrivere il verbale.

un po' di lavoro in più per me (ma una o due volte l'anno si può fare) ma certamente una facile lettura per i condòmini (per chi lo legge ...)

 

Modificato da paul_cayard
paul_cayard dice:

molti mi hanno chiesto di trascrivere il verbale.

Io ho eliminato questo problema tanti anni fa.

Il mio registro verbali è un blocco di 50 fogli A4 numerato e vidimato in assemblea con la data e firma di Presidente e segretario di quell'assemblea.

In assemblea è disponibile il notebook e la stampante. Il verbale lo scriviamo direttamente in assemblea al PC, ne stampiamo una minuta, la leggiamo e quando siamo sicuri stampiamo l'originale su fogli vidimati. Una copia informale viene stampata immediatamente anche ai presenti in assemblea ai condòmini che non vogliono "scappare".

Il giorno dopo, quell'originale scansionato è già sul sito del condominio.

paul_cayard dice:

anch'io fino a quattro o cinque anni fa facevo così, ma alcuni segretari avevano (e hanno) la calligrafia dei medici e molti mi hanno chiesto di trascrivere il verbale.

un po' di lavoro in più per me (ma una o due volte l'anno si può fare) ma certamente una facile lettura per i condòmini (per chi lo legge ...)

 

sono d'accordo, anch'io su richiesta di alcuni condomini che non riescono a leggere l'originale inviato lo trascrivo, l'importate secondo me è che i condomini interessati abbiamo anche una copia di quello scritto in assemblea.

  • Mi piace 1
JOSEFAT dice:

sono d'accordo, anch'io su richiesta di alcuni condomini che non riescono a leggere l'originale inviato lo trascrivo, l'importate secondo me è che i condomini interessati abbiamo anche una copia di quello scritto in assemblea.

Ho trovato una vecchia discussione del 2013 in cui spiegavo quanto ho appena detto:

--link_rimosso--

 

Leonardo53 dice:

Io ho eliminato questo problema tanti anni fa.

Il mio registro verbali è un blocco di 50 fogli A4 numerato e vidimato in assemblea con la data e firma di Presidente e segretario di quell'assemblea.

In assemblea è disponibile il notebook e la stampante. Il verbale lo scriviamo direttamente in assemblea al PC, ne stampiamo una minuta, la leggiamo e quando siamo sicuri stampiamo l'originale su fogli vidimati. Una copia informale viene stampata immediatamente anche ai presenti in assemblea ai condòmini che non vogliono "scappare".

Il giorno dopo, quell'originale scansionato è già sul sito del condominio.

non abbiamo un locale per le assemblee nel fabbricato e nella riunione porto solo il portatile per tutti i dettagli richiesti  (magari dell'anno precedente) che non ho sottomano cartaceamente.

 

appena trovo una stampante compatta e qualcuno svelto a digitare ... mi risparmio un po' di tempo a casa.

però è verqamente poco tempo e anche per me il giorno successivo il tutto è sul sito e spedito

Modificato da paul_cayard

Salve sono Marins...il 6 settembre scorso c'è stata un'assemblea condominiale con approvazione delle nuove tabelle millesimali...ho fatto presente all'amministratore , che è anche un condomino, che in base all'articolo 67 non può ricevere deleghe...se ne è infischiato ed è andato avanti con il permesso del presidente...gli ho detto di mettere a verbale la mia contestazione...l'ha riportata al computer, ma poi mi sono accorto che non l'ha trascritta sul verbale cartaceo ed ufficiale.  Purtroppo questo signore è avvezzo a questi comportamenti e si avvale sempre di una corte di condomini accondiscendenti...Che fare ? Ci troviamo di fronte ad una assemblea nulla o annullabile ? Grazie

  • Mi piace 1
marins dice:

Salve sono Marins...il 6 settembre scorso c'è stata un'assemblea condominiale con approvazione delle nuove tabelle millesimali...ho fatto presente all'amministratore , che è anche un condomino, che in base all'articolo 67 non può ricevere deleghe...se ne è infischiato ed è andato avanti con il permesso del presidente...gli ho detto di mettere a verbale la mia contestazione...l'ha riportata al computer, ma poi mi sono accorto che non l'ha trascritta sul verbale cartaceo ed ufficiale.  Purtroppo questo signore è avvezzo a questi comportamenti e si avvale sempre di una corte di condomini accondiscendenti...Che fare ? Ci troviamo di fronte ad una assemblea nulla o annullabile ? Grazie

Se hai dei testimoni puoi citare in giudizio il Presidente e chiedere la revoca giudiziale dell'amministratore per aver accettato deleghe...

l'alytra faccia della medaglia è che se la maggioranza è accondiscendente, sarà facilissimo aggirare la Norma. E' sufficiente che l'amministratore faccia delgare un estraneo di propria fiducia e questo estraneo voti secondo le indicazioni dell'amministratore.

Se non hai dalla tua parte la maggioranza dei condòmini, a mio avviso è una guerra persa.

marins dice:

Salve sono Marins...il 6 settembre scorso c'è stata un'assemblea condominiale con approvazione delle nuove tabelle millesimali...ho fatto presente all'amministratore , che è anche un condomino, che in base all'articolo 67 non può ricevere deleghe...se ne è infischiato ed è andato avanti con il permesso del presidente...gli ho detto di mettere a verbale la mia contestazione...l'ha riportata al computer, ma poi mi sono accorto che non l'ha trascritta sul verbale cartaceo ed ufficiale.  Purtroppo questo signore è avvezzo a questi comportamenti e si avvale sempre di una corte di condomini accondiscendenti...Che fare ? Ci troviamo di fronte ad una assemblea nulla o annullabile ? Grazie

è un'assemblea annullabile entro i cononici 30 gg (per te che eri presente partono dalla data della riunione).

intanto fai una violenta reprimenda al presidente che ha permesso ciò (spero non lo abbiate fatto fare all'amministratore ...).

 

valuta poi la convenienza se non sei nelle condizioni che ha spiegato @Leonardo53

 

Modificato da paul_cayard
marins dice:

Salve sono Marins...il 6 settembre scorso c'è stata un'assemblea condominiale con approvazione delle nuove tabelle millesimali...ho fatto presente all'amministratore , che è anche un condomino, che in base all'articolo 67 non può ricevere deleghe...se ne è infischiato ed è andato avanti con il permesso del presidente...gli ho detto di mettere a verbale la mia contestazione...l'ha riportata al computer, ma poi mi sono accorto che non l'ha trascritta sul verbale cartaceo ed ufficiale.  Purtroppo questo signore è avvezzo a questi comportamenti e si avvale sempre di una corte di condomini accondiscendenti...Che fare ? Ci troviamo di fronte ad una assemblea nulla o annullabile ? Grazie

Se i voti che ha utilizzato l'amministratore concessi per delega sono stati determinanti all'approvazione delle delibere hai la facoltà d'impugnare entro 30 giorni dall'assemblea, citando l'anomalia della delega all'amministratore, meglio se tu hai votato contrario alle delibere, non si sa mai come le potrà vedere il Giudice 

×