Vai al contenuto
Tomm

Utilizzazione energia elettrica condominiale.

Durante l'esecuzione di piccoli lavori di manutenzione in un appartamento nel quale il contratto di energia elettrica è stato disdettato, è lecito utilizzare per il trapano ed altri piccoli utensili l'energia elettrica condominiale, dopo averne dato comunicazione all'Amministratore ed essersi dichiarati disposti (com'è ovvio) a pagare il consumo?

 

Ci sono delle limitazioni o norme da rispettare, se il Regolamento di Condominio non ne parla ?

 

Nel forum ho trovato qualcosa di simile, ma si tratta di discussioni vecchie.

Grazie.

non credo basti comunicare ,ma serve "essere autorizzati "

Giusto.

 

Sulla base di quali considerazioni un Amministratore potrebbe autorizzare o non autorizzare tale utilizzazione? E' una sua facoltà o tale potere decisionale appartiene all'Assemblea condominiale?

Chiaramente l'energia che sarebbe prelevata, consentirebbe il contemporaneo uso di tutte le apparecchiature condominiali allacciate.

L'amministratore non ha potere decisionale in merito a questo punto. L'assemblea decide ed autorizza secondo comma art. 1136 c.c.

Per non incappare in "furto di elettricità" proponi se puoi avere l'autorizzazione ad installare un sottocontatore. Il tutto, salvo titolo/RDC. Ma nonostante questo, non sono sicuro se sia una procedura "regolare". Informati anche con l'ente erogatore se puoi farlo.

Questi sono i casi in cui si dovrebbe usare un po' di "buon senso". E' sacrosanto che servirebbe un'autorizzazione assembleare per consentire l'utilizzo di energia elettrica condominiale .... ma se si dovesse aspettare la convocazione assembleare e la conseguente delibera, ammesso che sia positiva, non solo passerebbe un tempo biblico, ma costerebbe più di convocazione che di energia elettrica utilizzata.

 

A mio giudizio, invece, l'amministratore, che indossa sempre il cappellino del condominio, dovrebbe "contrattare" con il condòmino che effettua i lavori il "quantum" per utilizzare l'energia elettrica condominiale. Conviene al condòmino e conviene al condominio. Una sorta di indennizzo "per il favore". Una cifra X da versare sul c/c come indennizzo e da usare per abbassare il costo bolletta dell'energia elettrica. Pazzia? Forse.

Per un uso temporaneo non mi sembra il caso i installare un contatore. E chiedere un pagamento per l'uso di un trapano pure ridicolo.

 

Dato che se non erro, se non va chiesta autorizzazione per mettere una canna fumaria in facciata, se non si impedisce anche agli altri un maggior uso della corrente non mi pare necessaria l'autorizzazione nemmeno qui.

×