Vai al contenuto
gimmi

Urge chiarimenti condominio composto da sei appartamenti

Buonasera ,avrei urgenza dei chiarimenti su tre domande :

1 domanda,vivo in un appartamento composto da sei appartamenti su due piani ,io vivo al ultimo piano,ogni piano composto da due appartamenti,e un piano sottoterra dove ci sono garage e cantina ora la domanda che volevo fare e che io mi vorrei distaccare dal uso del ascensore in quanto sono single e per lavoro nn ci sono quasi mai,quindi avrei il desiderio di distaccarmi anche perche andrei a risparmiare 50,00 euro circa la mese sul totale della rata mensile del condominio,premessa quando ho acquistato l'appartamento il notaio mi ha dato il regolamento del condominio ,dove nn viene espresso nessun giudizio sul distaccamento del ascensore se un condominio ne avesse la volontà.ma nel ultima assemblea di condominio la mia proposta e stata bocciata perche l'amministratore ha dichiarato che ci vuole la maggioranza del condominio.ora vi chiedo se questo e corretto oppure la legge non mi impedisce di distaccarmi quando voglio visto come avevo detto che quando ho acquistato l'appartamento mi hanno dato il regolamento dove nn menzionava nessun tipo di obbligo verso l'uso dell'ascensore.

2 domanda, come detto vivo in questo condominio di grandezza per appartamento ugali ,identiche e possibile che per quanto riguardano i millesimali io pago il triplo rispetto a quello del piano terra e il doppio rispetto al primo piano ce qualcuno che magari vive in un appartamento simile e mi sa dire se veramente questo enrome differenza di millesimali.

3 domanda,per quanto riguarda la pulizia delle fogne ,volevo sapere se era lecito che un condomino chiama uno ditta di spurgo ,dicendo solo all'amministratore telefonicamente che ha un riflusso dovuto alla fogna senza un sopra luogo del amministratore stesso o di un suo collaboratore,cioè intendo dire e obbligatorio che l'amministratore sia presente o un suo collaboratore che verifica se veramente ce bisogno di un intervento e sopratutto se e dipeso dalla fognatura del condomino o negligenza del condomino.E volevo sapere se la spesa viene divisa con i millesimi e il perche??? anche perche la fognatura e di tutti e la usiamo tutti allo stesso modo,nn capisco il criterio della divisione in millesimi,anche perche chi chiama spesso lo spurgo abita nell'altra ala del condominio(guarda caso sempre a lei) dove l'appartamento mio io nn e collegato con la linea della fognatura.e se io mi posso appellare nel pagare l'intervento visto che nn comprende la mia linea della fognatura e visto che nessuno era presente se effettivamente era necessita di un intervento .perche tanto per le ditte dei spurghi ce sempre bisogno quindi nn sono affidabili.

 

cordiali saluti e aspetto con ansia le risposte .....

1) serve che tutti siano favorevoli per una diversa ripartizione delle spese condominiali. Per Legge non puoi sottrarti di tua volontà alla proprietà di un bene (impianto) comune.

2)mi sembra una differenza i % squilibrata ma tieni presente che certi costi variano a seconda del piano. Non puoi pretendere che quello al pianterreno paghi per esempio la pulizia di scale che usi nella stessa tua misura. Hai voluto il meglio...il "piano attico"...ora paghi.

3)dmanda complessa che integra diverse quesitoni. L' iniziativa di un singolo è valida solo per "urgenza"...e un reflusso di fognatura che innondi una abitazione non è cosa da trascurare.

Per la questione millesimi o competenza bisogna verificare sul posto.

Alla domanda numero due le scale le puliamo noi condomini....

E alla domande tre quindi ipotesi se magari uno ha un accordo di nascosto cn la ditta di spurgo ci può fare la cresta se nn c'è nessun tipo di controllo da parte del amministratore o collaboratore.

Non esiste solo la questione scale ma pure altri motivi. In ogni caso i costi vanno irpartiti sulla base dei millesimi. Le abitazioni ai piani alti in millesimi valgono di più.

Magai chi ha redatto le tabelle millesimali ha fatto errori...ma se vuoi farle verificare giocoforza lo fai a tue spese. Se il tecnico cui dai incarico ti palesa differenze macroscopiche allora potrai chiedere revisione in assemblea e se rifiutano puoi citare in giudizio.

 

La "cresta" potrebbe farla anche l' amministatore.

Per un singolo intervento non farei illazioni...se gli interventi si susseguono sempre su autonoma decisione di quel proprietario allora dovete prendere provvedimenti.

Intanto potrebbe esserci una discriminante di "condominio parziale" se quella linea di fognatura è ad uso solo di una parte dei condomini.

Poi potrebbe essere che sia proprio quella proprietaria (specifichi sempre a lei) la causa degli ingorghi. Certe donne buttano nel cesso "quello" che dovrebbe andare nella raccolta differenziata.

Non si può di certo fare un' analisi ...via web.

Scusi tanto se le sembro ignorante, quindi posso oppormi nel pagare la mia quota se io nn centro con quella linea di fornitura. ...

Poi un altra domanda che volevo farle, noi due anni fa cioe tutti i sei condomino di comune accordo avevamo deciso di dividere in parti uguali tutte le spese, poi a un tratto dopo un anno senza nessuna votazione per volontà di un solo condomino si è ritornato alla divisione con i millesimali.Volevo chiederle e possibile che per volontà solo do un condomino può decidere ad tornare ai conteggi millesimali, Oppure bisogna essere d'accordo tutti i condomini.

×