Vai al contenuto
elis56

Uni 10200:2013 chi stabilisce consumi involontari

So che l'argomento sara' gia' stato sviscerato ma non riesco a trovare nel mare di topics precedenti quello che cerco; ho due domande facili facili:

 

1) chi e' deputato a calcolare i consumi involontari ?

 

Mi spiego: nel condominio (del 1962) dove risiedeva mio padre il termotecnico che ha fatto i calcoli dei millesimi di riscaldamento basati sulla potezialita' dei singoli appartamenti sostiene che il calcolo lo deve fare che ha installato i contabilizzatori e la centralina raccogli-dati (2014); questi sostiene che lo debba fare chi fisicamente effettua la lettura dei dati e quesr'ultimo mi rimanda al primo

 

2) se cambieremo la caldaia il prossimo anno (pronta per inverno 2016-2017) i consumi involontari dovranno essere ricalcolati ? a cura di chi ?

 

Datemi una dritta perché sono gia' due settimane che ci giro intorno, passo da un ufficio all'altro e non ne ricavo nulla (non vi dico nulla dell'amministratore che sembra ne sappia meno di quanto ne sappia io); tutti giocano a scaricabarile

1 il termotecnico deve calcolare il fabbisogno energetico di ogni singolo appartamento e per somma dell'intero edificio e ricavare i nuovi millesimi. deve poi calcolare i consumi involontari ovvero le perdite della rete di distribuzione.

 

2 no

Ciao REMEJO grazie, ma

 

1) il termotecnico ha calcolato i millesimi solo sulla base dei radiatori privati presenti negli appartamenti (tipo, nr di elementi, ecc...) non vi e' traccia dei consumi "elettrici" della caldaia e delle pompe, e appunto delle dispersioni, e' giusto tralasciarli ?

 

2) se cambieremo caldaia e pompe cambiera' l'impianto, a parte le tubazioni nei muri, come e' possibile lasciare tutto invariato ?

Credo tu stia parlando dell'installatore che ha posato i contabilizzatori e non del termotecnico.

Prima di fare i lavori serve un progetto che comprenderà i contabilizzatori, le termovalvole , sostituzione pompa e lavori vari in caldaia ma anche il calcolo del fabbisogno energetico (termico non elettrico) di ogni singolo apoartamento e le perdite della rete. Il termotecnico darà dei valori in kilowattora e spetterà all'amministratore o al letturista calcolare i valori economici partendo dai consumi volontari e involontari. Digita uni 10200 e troverai parecchie discussioni.

Le pompe sono gia' state sostituite, i contabilizzatori installati.

 

Un termotecnico ha solo calcolato il fabbisogno dei singoli determinando i m/m, un rivenditore/installatore ha installato pompe e contabilizzatori, un terzo legge i contabilizzatori.

 

Tu parli del 1° termotecnico che, interpellato in merito, ha dichiarato che non e' compito suo.

Come la mettiamo ?

Manca un passaggio. Bisogna incaricate un termotecnico di calcolare gli involontari. Ovviamente dovrà essere pagato. Siete partiti senza un progetto e (forse) avete perso il diritto alle detrazioni fiscali del termotecnico

Scusa REMEJO ma forse non hai letto bene; il termotecnico, gia' pagato, ha gia' fatto il suo lavoro tanto che ha calcolato i m/m di riscaldamento. Quello che manca e' il calcolo dei consumi involontari; LUI (termotecnico) sostiene di non avere competenza che lo deve fare chi legge i contabilizzatori. Quindi chi cavolo lo deve calcolare 'sto benedetto consumo ?

i millesimi di riscaldamento sono una cosa i consumi involontari un'altra. I consumi involontari sono le perdite della rete di distribuzione è questo che manca. Es. l'acqua esce dalla caldaia a 70 gradi ma all'ingresso del tuo calorifero è 50 gradi questo delta è il consumo involonario. Oppure il termotecnico lo ha gia fatto ed ha consegnato il risultato e ci sono da fare solo le operazioni matematiche: queste le deve fare l'amministratore. Forse è proprio questo il tuo problema nè il termotecnico, nè il letturista nè l'amministrstore lo sanno fare pue avento tutti i dati necessari a disposizione.

Sai qual è il problema vero caro REMEJO, il problema e' che, dopo aver interpellato di persona tutti gli attori di questo film, ho scoperto che il termotecnico non ha fatto il calcolo perché (sic!) l'amministratore non lo voleva pagargli il dovuto perché ritenuto troppo caro !

Cosi' siamo a dover tirare a indovinare le perdite oppure incaricare un altro termitecnico, intanto il tempo passa e l'inverno arrivera' tra poco ! DA NON CREDERCI !

Sai qual è il problema vero caro REMEJO, il problema e' che, dopo aver interpellato di persona tutti gli attori di questo film, ho scoperto che il termotecnico non ha fatto il calcolo perché (sic!) l'amministratore non lo voleva pagargli il dovuto perché ritenuto troppo caro !

Cosi' siamo a dover tirare a indovinare le perdite oppure incaricare un altro termitecnico, intanto il tempo passa e l'inverno arrivera' tra poco ! DA NON CREDERCI !

Ti offro la mia spalla per piangere...

×