Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
garant44

Tecnica della Nomina dell'amministratore : rito e prassi

In assemblea convocata per la Revoca del amministratore e la Nomina del nuovo amministratore è stato scelto un preventivo di una amministratrice che è stato allegato al verbale.

 

In verbale è stato scritto anche la frase: il Condominio approva a maggioranza il preventivo della Dott.ssa XXXX e la nomina come amministratore, che accetta.

In preventivo allegato all'offerta c'è ultima frase che dice >>.

Quindi lei è già formalmente amministratore e può occuparsi del condominio, oppure deve ancora ufficializzare la sua nomina, convocando una apposita assemblea e formalmente del condominio, e per far ciò deve farsi prima approvare il suo compenso e il preventivo della gestione del condominio, e solo dopo questa fase qualora confermato l'onorario, può andare con questo verbale in AdE per variare i dati, e poi in banca con questo certificato per cambiare la forma e cominciare occuparsi del condominio?

Con quale verbale può andare in AdE e ottenere il certificato di variazione dei dati:

con quello dell'assemblea che ha votato per sua la nomina scegliendo il suo preventivo oppure con quel altro verbale della assemblea successiva che convocherà per approvare il suo onorario e il preventivo della spesa della gestione del condominio?

 

Faccio premessa che il passaggio delle consegne non ha incidenza su questo percorso e il rito di passaggio delle consegne può avvenire anche dopo considerando che l' amministratore revocato ha a sua disposizione un termine che pare possa essere anche un mese che gli permette a riordinare documenti e preparare il fascicolo per la consegna.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In assemblea convocata per la Revoca del amministratore e la Nomina del nuovo amministratore è stato scelto un preventivo di una amministratrice che è stato allegato al verbale.

 

In verbale è stato scritto anche la frase: il Condominio approva a maggioranza il preventivo della Dott.ssa XXXX e la nomina come amministratore, che accetta.

In preventivo allegato all'offerta c'è ultima frase che dice >>.

Quindi lei è già formalmente amministratore e può occuparsi del condominio, oppure deve ancora ufficializzare la sua nomina, convocando una apposita assemblea e formalmente del condominio, e per far ciò deve farsi prima approvare il suo compenso e il preventivo della gestione del condominio, e solo dopo questa fase qualora confermato l'onorario, può andare con questo verbale in AdE per variare i dati, e poi in banca con questo certificato per cambiare la forma e cominciare occuparsi del condominio?

Con quale verbale può andare in AdE e ottenere il certificato di variazione dei dati:

con quello dell'assemblea che ha votato per sua la nomina scegliendo il suo preventivo oppure con quel altro verbale della assemblea successiva che convocherà per approvare il suo onorario e il preventivo della spesa della gestione del condominio?

 

Faccio premessa che il passaggio delle consegne non ha incidenza su questo percorso e il rito di passaggio delle consegne può avvenire anche dopo considerando che l' amministratore revocato ha a sua disposizione un termine che pare possa essere anche un mese che gli permette a riordinare documenti e preparare il fascicolo per la consegna.

non c'è bisogno di nessun'altra assemblea.

avete nominato un nuovo amministratore, avete approvato il suo preventivo e questi ha formalmente accettato (sia sul preventivo stesso che come scritto a verbale).

può andare all'ade e in banca con quel verbale di nomina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Paul Cayard c'è un problemino però, che pur aver presentato il preventivo che abbiamo votato ha convocato un assemblea dove allegando il preventivo della gestione del esercizio dell'anno in corso che non avevamo ancora approvato, e il suo preventivo appare gonfiato per l' onorario di 200 euro in più a quello votato, che era onnicomprensivo ora appare aumentato e vanno aggiunte di IVA oneri e INPS calcolati su questo nuovo onorario che è diverso a quello votato.

Perché, se non ne specificato appositamente, essendo il Condominio un consumatore, il compenso se comunicato senza precisare che gli oneri sono a parte, viene è inteso già con Iva e altri oneri compreso.

Ora oltre questo sono comparse altre spese aggiuntivi che prima erano e votati così. e precisamente si tratta della cancelleria e del telefono, ora è una voce a parte è molto alta per ns condominio di 9 persone senza alcun fornitore, alcuna fattura salvo la fattura è l'amministratore stesso. Anche la CU ( certificazione unica fornitori che è un adempimento fiscale che rientra nei compiti dell'amministratore che il CC stabilisce che rientra nei suoi obblighi , del resto è stato riunito al 770 del 2018, ma neanche il trasmissione del 770 che NON era specificato che era a pagamento separato, tutto sono voci in più che aumentano di oltre 30 % il compenso.

Non è che sono contraria ad un compenso più alto, anzi, considerò che il lavoro non dev'essere sottopagato, ma che c'è un obbligo presentare preventivi trasparenti, pena nullità di nomina stessa, richiamando il noto articolo del CC, che impone elencare tutte le voci di spesa.

Ora se prima va a depositare le firme e il preventivo non viene approvato, che si fa? Per legge

la nomina è nulla, si può pretendere che corregga il preventivo come è stato votato oppure impugnare le delibera?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie Paul Cayard c'è un problemino però, che pur aver presentato il preventivo che abbiamo votato ha convocato un assemblea dove allegando il preventivo della gestione del esercizio dell'anno in corso che non avevamo ancora approvato, e il suo preventivo appare gonfiato per l' onorario di 200 euro in più a quello votato, che era onnicomprensivo ora appare aumentato e vanno aggiunte di IVA oneri e INPS calcolati su questo nuovo onorario che è diverso a quello votato.

Perché, se non ne specificato appositamente, essendo il Condominio un consumatore, il compenso se comunicato senza precisare che gli oneri sono a parte, viene è inteso già con Iva e altri oneri compreso.

Ora oltre questo sono comparse altre spese aggiuntivi che prima erano e votati così. e precisamente si tratta della cancelleria e del telefono, ora è una voce a parte è molto alta per ns condominio di 9 persone senza alcun fornitore, alcuna fattura salvo la fattura è l'amministratore stesso. Anche la CU ( certificazione unica fornitori che è un adempimento fiscale che rientra nei compiti dell'amministratore che il CC stabilisce che rientra nei suoi obblighi , del resto è stato riunito al 770 del 2018, ma neanche il trasmissione del 770 che NON era specificato che era a pagamento separato, tutto sono voci in più che aumentano di oltre 30 % il compenso.

Non è che sono contraria ad un compenso più alto, anzi, considerò che il lavoro non dev'essere sottopagato, ma che c'è un obbligo presentare preventivi trasparenti, pena nullità di nomina stessa, richiamando il noto articolo del CC, che impone elencare tutte le voci di spesa.

Ora se prima va a depositare le firme e il preventivo non viene approvato, che si fa? Per legge

la nomina è nulla, si può pretendere che corregga il preventivo come è stato votato oppure impugnare le delibera?

basta non approvare il preventivo presentato dall'amministratore, è l'assemblea che deve decidere quali e quanti spese considerare per la prossima gestione amministrativa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si Josefat, proprio questa è la domanda: preventivo già votato poi in prima assemblea viene presentato un altro, gonfiato articolato diversamente - tutto quello che hai letto. L' assemblea NON approva, che succede? La nomina è nulla?

 

- - - Aggiornato - - -

 

La legge dice questo: >>-come la mettiamo in questo caso? Per me è proprio questo che legge dice: a pena di nullità della nomina stessa. La nomina è nulla?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si Josefat, proprio questa è la domanda: preventivo già votato poi in prima assemblea viene presentato un altro, gonfiato articolato diversamente - tutto quello che hai letto. L' assemblea NON approva, che succede? La nomina è nulla?

la nomina dell'amministratore non è nulla, lui è stato nominato e ha presentato un preventivo.

non è approvato il preventivo nella parte che riguarda il suo compenso diverso da quello presentato all'atto della sua nomina.

 

correggerà il preventivo (lo si può fare direttamente in assemblea e riportarlo a verbale) per quel che riguarda la sua parte e quindi si approverà (se il caso)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

si Josefat, ma ripeto la domanda: se non sarà approvato il preventivo, perché amministratore non vorrà tornare alla versione precedente che ha presentato per farsi nominare.

 

Come vuoi interpetrare la legge che ho citato prima? Non ha analiticamente precisato le voci escluse dall'onorario, ha aumentato compenso e ha trasformato spese che prima erano incluse nell'onorario adesso sono spese a parte. Il preventivo non può modificare e deve valere la versione precedente, se vuole un altro compenso per lavoro extra che ritiene che li porta via tempo e che non rientra in ordinaria amministrazione, quella che è descritta nel CC deve fare una richiesta a parte ma non deve giocare con con voci ambigue e generiche introdotte dopo l'approvazione della sua offerta cui elenco piuttosto infinito, dalle “Spese di studio” alla “Formazione obbligatoria” , “Spese di cancelleria” “Contributo per produzione di documenti, fotocopie e fax”, “Adempimenti fiscali”, “Gestione riscaldamento” "tariffa oraria ricerca guasti" " passaggio delle consegne "" ecc. i soliti voci ingannevoli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Chiedo scusa, ma durante l'assemblea chi scriveva il verbale non ha riportato il compenso del nuovo amministratore sul registro dei verbali? Poi mi chiedo chi è che ha modificato il preventivo presentato in assemblea?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io mi trovo in questo piccolo condominio una contro tutti, contro altri otto condomini, siamo in 9 in tutto

l'amministratore revocato è giudiziario, nominato dal Tribunale su mio ricorso, ovviamente non hanno gradito l'intruso perché si trovavano così bene con quello revocato tutti conniventi tra loro e con lui complice, sempre a loro servizio ... e così avevano pasticciato così tanto, da costringermi a chiedere al giudice la Nomina del amministratore giudiziario, che sarebbe stato finalmente imparziale e voleva revisionare i conti, ma loro l'hanno ccaccaito

 

Quindi hanno trovato questo amministratore che probabilmente li ha promessi la vita di prima che volevano tornare a tutti costi.,

Ma pur aver parato in assemblea e fatto vedere il preventivo che poi hanno votato non hanno indicato l' onorario in cifre nel verbale e hanno scritto così:

 

> e hanno allegato sua lettera di presentazione e il preventivo . Poi hanno dato tutto all' amministratore revocato i libro dei verbali e allegati, erano altri preventivi che non hanno votato. L'amministratore ha detto: sono revocato, chiedi il verbale e preventivo al nuovo amministratore. Non ha ancora effettuato il passaggio delle consegne ma è disposto a passare solo il registro per fare l'assemblea perché a nuova amm,re ha già convocato una riunione, tra due gg. dopo riunione, e ha chiesto fare passaggio delle consegne subito ma lui ha detto : appeno posso., intanto passo il registro.

 

Non vorrei che se lui ha passato il Registro hanno sostituito il preventivo, quello basso a quello che lei probabilmente realmente voleva, ma ha fatto basso per farsi nominare. Oppure lei si è accorta che il condominio è complicato, tanto impicci, e ha intenzione chiedere un altro compenso, non capisco ..

 

A chi devo chiedere i verbale, come si fa, la situazione non è trasparente, che cosa si può fare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma non vi capisco, amministratori., è scritto nel CC >

 

La nullità!! E' detto dalla legge| In preventivo dice una cifra, per farsi accettare incarico dopo aver ottenuto la nomina spara aumento e aggiunge quello che gli pare a pagamento separato voci che prima erano incluse - adesso sono a pagamento? Si è votato un onorario, ed è quello ce dev'essere .

 

E' la domanda è sempre questa: Se per motivi opportunistici l'assemblea vota nuovo preventivo posso impugnare la delibera per vizi e irregolarità? e se devono sostituire il preventivo allegato con nuovo dato che il giornale dei verbali il amministratore revocato ha proposto a passare per fare assemblea a patto che gli sarà rilasciata la quietanza per importo che gli è stato riconosciuto dall'assemblea per attività svolta, anche se molto e molto inferitore che lui ha richiesto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×