Vai al contenuto
RobertoGhili

Spostamento antenne da lastrico solare a tetto

Saluti a tutti,

 

Ho acquistato un appartamento (attico, per intenderci) sito all'ultimo piano di un palazzo di 12 condomini.

 

L'appartamento gode di un ampio lastrico solare, di proprietà esclusiva, che svolge funzioni di copertura per gli appartamenti ai piani inferiori ma dal quale si accede direttamente dal mio appartamento con due porte finestre. Vorrei, ora, godere pienamente della mia proprietà con relativo lastrico solare esclusivo.

 

Il precedente proprietario, probabilmente per disinteresse, negli anni ha sempre tollerato l'utilizzo del lastrico solare per l'installazione delle antenne dei diversi condomini.

 

Il risultato di questo disinteresse, è stata l'anarchia più completa: il lastrico solare è disseminato di antenne radiotelevisive in ogni suo angolo (più di 20, in totale) oltre ad antenne paraboliche (una decina, addirittura molte impiantate sul muro esterno del mio appartamento), molte delle quali in disuso e lasciate, anche, pericolanti.

 

Le antenne, oltre a impedire il godimento della vista in quasi tutti gli angoli del lastrico solare e dalle finestre del mio appartamento, impediscono in molti punti il libero passaggio a causa dei cavi oggi nel caos più assoluto. Costituiscono, in più, anche un'evidente scempio architettonico del palazzo, vedendosi tutte o quasi dalla strada e da ogni angolo in cui si voglia osservare il palazzo (sono tutte poste all'interno del lastrico solare, impiantate sulla parte interna del cornicione).

 

Posto il diritto personale (non reale su cosa altrui, quale servitù) dei condomini di installare antenne anche su proprietà altrui, questo da ampia giurisprudenza deve limitare al massimo il danno al proprietario del lastrico solare.

 

Le antenne utili e utilizzate possono essere spostate sul tetto soprastante il mio appartamento, quale punto ideale per costituire il minor danno possibile al mio appartamento, perchè ne dovrei sopportare solo i cavi (in ordine, magari) che poi scenderebbero ai rispettivi condomini.

 

I condomini hanno già espresso il più totale disinteresse verso questo spostamento: a loro interessa soltanto poter vedere la televisione, spendendo quindi il meno possibile per antennisti (nulla, se possono) e disinteressandosi totalmente del danno di un lastrico che non possono utilizzare. In passato, il precedente proprietario ha chiesto invano l'installazione di un'antenna centralizzata: ai condomini, per l'appunto, non interessa.

 

La domanda è: QUAL'È IL MODO PIÙ EFFICACE, e VELOCE, per ottenere lo SPOSTAMENTO DELLE ANTENNE, posti il diritto dei condomini a mantenere le antenne e il mio a godere dell'appartamento e del lastrico?

 

- Posso disporre io i lavori a un antennista, e poi chiedere il rimborso ai condomini?

 

- Posso disporre io i lavori come sopra, salvo almeno un avviso ai condomini?

 

- Devo chiedere che disponga i lavori direttamente l'amministratore, nell'immediatezza e nell'emergenza senza che lui debba convocare un'assemblea?

 

- Deve essere approvato, il lavoro, dall'assemblea condominiale anche se è un mio evidente diritto?

 

- E, nel caso, un condomino si opponga?

 

Grazie.

 

- Un'ulteriore questione: la maggior parte dei cavi delle antenne scende nella facciata centrale del palazzo. Altre, calano su altri lati, per permettere evidentemente il collegamento di tv in altre stanze da parte dei condomini interessati.

Una volta ottenuto e disposto lo spostamento delle antenne, per permettere alle tv di altre stanze dei condomini interessati di collegarsi, i cavi devono passare dal mio lastrico per dare loro quest'opportunità?

O, come sono convinto e spero, possono e devono discendere tutti da un unico lato (la facciata centrale) per limitare al massimo il mio danno e poi, chi voglia avere il segnale tv in altre stanze del proprio appartamento deve disporre al proprio interno, i passaggi dei cavi?

RingraziandoVi sinceramente,

Roberto

...La domanda è: QUAL'È IL MODO PIÙ EFFICACE, e VELOCE, per ottenere lo SPOSTAMENTO DELLE ANTENNE, posti il diritto dei condomini a mantenere le antenne e il mio a godere dell'appartamento e del lastrico?

Visto il totale disinteresse dei condòmini a deliberare qualsiasi spesa ritengo che solo proponendo di effettuare gli spostamenti a tue spese potrai ottenere un rapido spostamento per godere al meglio del tuo lastrico esclusivo (a gratis per i condòmini)

 

- Un'ulteriore questione: la maggior parte dei cavi delle antenne scende nella facciata centrale del palazzo. Altre, calano su altri lati, per permettere evidentemente il collegamento di tv in altre stanze da parte dei condomini interessati.

Una volta ottenuto e disposto lo spostamento delle antenne, per permettere alle tv di altre stanze dei condomini interessati di collegarsi, i cavi devono passare dal mio lastrico per dare loro quest'opportunità?

Sempre a tue spese, puoi proporre di canalizzare i cavi su un'unica facciata e poi diramarli oltre il parapetto del tuo lastrico in più vie (facciata centrale, facciata destra, facciata sinistra...).

Tu hai acquistato dopo per cui chi deve installare un'antenna deve recare il minor danno possibile e tu in qualità di proprietario puoi indicare il punto di installazione.

Ma se al momento delle vecchie installazioni il vecchio proprietario ha ritenuto di dover salvaguardare il suo tetto concedendo di installare sul lastrico, tu non puoi pretendere che siano rimosse.

Magari vendi anche tu e chi subentra a te vuole nuovamente preservare il suo tetto....

Chi paga tutto questo ping-pong?

Quando hai acquistato le antenne c'erano già... forse dovevi pensarci prima di acquistare.

Leonardo,

Grazie per la risposta, anche se non la vedo molto "tecnica" nè "giuridica", ma più da "consiglio" amichevole.

 

Il precedente proprietario non aveva interesse a salvaguardare il lastrico, perchè ha sempre concesso l'appartamento in locazione e non lo ha mai vissuto.

Il precedente proprietario ha ereditato l'appartameto dal padre, che l'aveva costruito.

 

Il tetto, sopra l'appartamento, è condominiale, ricoprendo il mio appartamento e il vano scale: il lastrico solare, di mia proprietà esclusiva, per l'appunto, no.

 

Le antenne sono sempre state installate sul lastrico non per salvaguardare il tetto condominiale (e perchè?) ma per disinteresse e comodità (il vano scale accede al lastrico solare, per il tetto serve una scala in più sempre accedendo al lastrico solare).

 

La normativa sull'installazione delle antenne mi sembra chiarissima: si deve concedere l'utilizzo del lastrico di proprietà solo e soltanto se altre aree comuni sono inutilizzabili (e in questo caso il tetto è ampiamente utilizzabile, pari e ampio) e, se proprio non vi sono altre aree comuni (in questo caso ci sono), devono arrecare meno danno possibile (e anche se il tetto fosse mio, è evidente che non potendovi accedere nè potendone godere è la collocazione ideale per arrecare meno danno possibile).

 

Ora, posto che i motivi che mi hanno spinto all'acquisto dell'appartamento sono chiaramente personali e non riguardano il tema del post, la domanda era:

Come posso far valere la normativa nel modo più efficace e veloce possibile?

 

Posto che non ho concesso io quelle autorizzazioni, ma le ho ritrovate come status quo e voglio far valere ora la normativa secondo quelli che sono i miei diritti, conoscete una procedura adottata idealmente per il caso in esame, magari da giurisprudenza consolidata?

 

Grazie,

Roberto

Leonardo,

Grazie per la risposta, anche se non la vedo molto "tecnica" nè "giuridica", ma più da "consiglio" amichevole.

Certo, il mio era solo un consiglio per una soluzione VELOCE, come avevi richiesto.

 

Posto che non ho concesso io quelle autorizzazioni, ma le ho ritrovate come status quo e voglio far valere ora la normativa secondo quelli che sono i miei diritti, conoscete una procedura adottata idealmente per il caso in esame, magari da giurisprudenza consolidata?

Il problema è che tu puoi decidere dove far installare le nuove antenne ma se quelle già installate, vuoi per disinteresse, vuoi per esplicita concessione del proprietario, hanno ottenuto il permesso di stare lì e lo sono da tanti anni, la situazione diventa più ingarbugliata.

Tramite un avvocato potresti tentare una procedura legale ma chi ti garantisce che i condòmini non si coalizzino portandoti fino in Cassazione con spese superiori allo spostamento e sentenza definitiva da avere magari tra 10 anni?

Dal punto di vista legale potrebbe venirti in aiuto la vecchia Legge del 1940 e dire che devi fare dei lavori sul muro dove sono fissati i pali.

Il riferimento è a questo link

http://www.bimpianti.it/installazione-antenne/61-antenne-diritto/102-antenne-e-diritto-.html

In cui è scritto che:

"il proprietario ha sempre facoltà di fare nel suo stabile QUALUNQUE LAVORO o innovazione anche se questo comporta la rimozione oppure il diverso collocamento dell'aereo senza essere tenuto a versare all'utente dell'aereo stesso nessuna indennità; a tal fine, il proprietario deve però avvertire preventivamente l'utente che deve provvedere, a propria cura e proprie spese, a rimuovere o collocare diversamente l'aereo...

×