Vai al contenuto
vinrome

Sostituzione porte accesso lastrico solare uso esclusivo

Salve. Non trovando, all'interno del Forum, riferimenti dell'argomento... Volevo un chiarimento in merito alla sostituzione delle porte di accesso al lastrico solare di uso esclusivo dei condomini dell'ultimo piano e quindi anche sottostanti allo stesso lastrico solare.

Questa la situazione:

a) il condominio è formato da 2 scale: A e B con un unico civico ed il rifacimento del lastrico solare comprende entrambe;

b) lastrico solare è stato rifatto in toto usando il sistema "galleggiante" o "flottante" e pannelli isolanti con conseguente aumento dello spessore e quindi pavimentazione più alta;

c) si è reso opportuno rialzare le soglie di tutte le porte (4 x sc. A e 3 x sc. B) di accesso per gli aventi uso esclusivo;

d) su 7 porte, 4 sono state riadattate riducendole tramite taglio dell'eccesso nella parte inferiore, le altre 3 sono state rifatte ex novo perché impossibile tagliarle in quanto di legno ormai deteriorato e marcio (giustificazione data, tra l'altro, da uno dei tre interessati!);

e) la sostituzione delle 3 porte è stata fatta a decisione degli interessati e senza nessuna delibera assembleare.

 

Chi deve pagare le porte sostituite?

Le sostituzioni precedenti ad oggi di altre porte sono state totalmente a carico dagli aventi diritto all'uso esclusivo di suddetto lastrico solare.

Da tenere presente che le chiavi di tali porte sono in possesso degli stessi più una chiave in carico all'Amministratore.

presumo che la spesa dei lavori sia stata fatta 1/3 quelli sopra e 2/3 quelli sotto, esatto?

 

le porte a mio avviso servono solo ai condomini che hanno l'uso esclusivo di questo lastrico, quindi la spesa va a loro carico.

A maggior ragione se al punto e) mi dici che oltretutto il cambio delle porte se lo sono deciso tra di loro

Esattamente, boss123, essendo 1 dei tre l'amministratore e gli altri due consiglieri come d'altronde lo sono anch'io!

In fase di discussione in consiglio, si era concordato di chiedere alla ditta appaltatrice se era possibile inserire la sostituzione porte per avere così le agevolazioni sull'iva e detrazioni.

Durante l'incontro con i consiglieri, avendo notato tale anomale ripartizione, feci presente la cosa.

Nonostante tutto, all'assemblea ha presentato il rendiconto invariato!

Infatti, per avere la certezza ed informarmi meglio, ho approvato tale rendiconto con la riserva della specifica spesa. Il tutto richiedendo che la mia nota venisse messa a verbale.

L'amministratore (è uno dei 3 interessati che ha sostituito la porta) asserisce che le porte sono state sostituite "per permettere i lavori di rifacimento lastrico solare". Non potendo adattarle tagliandone una parte perchè troppo vecchie, cosa che è stato fatto con le altre 4 porte, quindi la spesa va ripartita col metodo del lastrico stesso 1/3 e 2/3...

Da tener presente che tutte le 3 porte rifatte erano di legno ed in condizioni fatiscenti da anni ed 1 in particolare era l'originale installata al momento della costruzione dell'edificio, anno 1960...

 

C'è qualche sentenza giuridica in merito a questa situazione?

Ringrazio in anticipo tutti coloro che mi aiutano a chiarire questo "mistero"

 

vinrome

×