Vai al contenuto
parisisal

Sistemazione parapetti in cemento armato

Buongiorno a tutti,

vi scrivo per sottoporvi il seguente quesito:

Nel nostro condominio vi sono alcuni parapetti in cemento armato che risultano leggermente inclinati verso l'esterno (non sono perfettamente perpendicolari al pavimento). Si tratta di un probabile errore in fase di costruzione.

Come vedete in foto, tali parapetti fungono sia da decoro della facciata e anche da "ringhiera in muratura" per alcuni appartamenti.

 

Cercando in giro ho trovato questo articolo :

" - Rientrano nell’ambito dei muri condominiali, ex art. 1117 n. 3 cod. civ., anche i parapetti posti alla sommità dell’edificio, svolgendo funzione di coronamento dell’intero stabile, le cui spese di riparazione debbono essere ripartite fra i condomini ex art. 1123 cod. civ.;"

 

Il dubbio è la sistemazione di tali parapetti (probabilmente si dovranno demolire e ricostruire o sostituire con ringhiera in ferro) sono a carico dei singoli inquilini a cui il parapetto afferisce o debbono essere ripartiti fra i condomini ?

 

Grazie mille,

Salvo

2019-01-27 11_47_27-Window.png

parapetti.jpg

I parapetti in oggetto non stanno alla "sommità" dell'edificio, come da te riportato.

 

La loro funzione, come per le adiacenti ringhiere, sono al servizio della "sicurezza" del proprietario del balcone aggettante privato.

 

Visto che gli altri balconi non presentano la stessa problematica, per cui sarebbe inopportuno addebitare a tutto il condominio la riparazione in oggetto, appare quantomeno illogico volersi "attaccare" al decoro dell'edificio.

 

Se la riparazione in oggetto non può rientrare nella garanzia decennale del costruttore, la spesa per la riparazione sarà a carico dei singoli proprietari dei balconi.

 

Non ultima considerazione che sarebbe opportuno far valere, potrebbe essere la "scarsa manutenzione" imputabile al proprietario per eventuali infiltrazioni tra pavimento del balcone e parapetto; forse sarebbe bastato mantenere un buon isolamento alle intemperie (pochi euro salvano un lavoro abbastanza costoso).

 

I riferimenti giurisprudenziali su questa materia li trovi al nostro link:

 

https://www.condomini.altervista.org/BalconiProprieta.htm

 

Lo stralcio che riportavo è di un caso in cui i parametti erano in sommità.

Infatti la frase che ho riportato recita "anche i parapetti posti alla sommità" (la congiunzione anche non esclude quelli che non sono posti alla sommità).

 

Se avesse scritto "solo i parapetti posti alla sommità" non avrei avuto alcun dubbio.

Sbaglio ?

 

Dal link che hai postato ho trovato questo tratto : 

 

La proprietà esclusiva delle terrazze e dei balconi si estende a tutte le opere necessarie al godimento e all'utilizzazione, quali la pavimentazione, la parte interna ed i davanzali dei parapetti, mentre invece sono di proprietà condominiale la parte esterna dei parapetti, la fascia di coronamento (cornicione o marcapiano) e quella di rivestimento dei bordi aggettanti (frontalini) con relativi intradossi.  Corte app. civ. Salerno, 16 marzo 1992, n. 97.

 

E la parte portante ? E' intendere interna o esterna ? Dove posso trovare una definizione ?

 

Grazie,

Salvo

Modificato da parisisal

Secondo me sono a carico dell'intero condominio perché possono essere equiparati a manufatti che danno pregio e decoro alla facciata e contribuiscono a renderla gradevole.

Infatti perché sono stati previsti? Non si sarebbe potuto continuare con la ringhiera, che assolve la stessa funzione di sicurezza, ma non quella estetica?

Modificato da Alessandro Serrao

Resta comunque il fatto che una seria perizia fatta da un tecnico potrebbe dichiarare che la malformazione attuale potrebbe essere attribuita all'incuria del proprietario.

 

Come ho detto sopra, sarebbe bastato un po di silicone al posto giusto nel corso degli anni per evitare le infiltrazioni e l'attuale situazione.

 

Questo era compito del proprietario del balcone, non del condominio.

 

I parapetti infatti sono integri e rispettano ancora il decoro dell'edificio, si stanno piegando in sede di attacco con il pavimento, probabilmente per non averli adeguatamente riparati dagli agenti atmosferici; anche questo è colpa del condominio anziché dei proprietari dei balconi interessati?

 

Io una perizia la farei fare dal mio amico geometra!!!

Certo, la perizia verrà fatta.

 

Ma escludendo per ipotesi che non ci sia incuria :

 

- la pavimentazione visivamente è in perfetto stato  

- e anche il ballatoio sottostante è in perfetto stato, senza alcuna "screpolatura"

 

Tra l'altro siamo abbastanza certi che sia un problema risalente alla costruzione, anche se una perizia ci darà la certezza. E' come se avessero levato le "forme" quando ancora il cemento non era perfettamente asciutto e per questo motivo si è leggermente inclinato. Del resto tra pavimento e muretto non vi è alcuna crepa, tutto è perfettamente attaccato (mattonelle zoccoletto e pittura). Ovvero è come se pavimentazione e zoccoletto fossero stati attaccati con l'opera in muratura già inclinata.

 

Grazie per tutte le risposte.

 

 

 

 

 

 

 

Modificato da parisisal
parisisal dice:

E la parte portante ? E' intendere interna o esterna ?

per parte esterna dei parapetti si intende lo strato di intonaco che ricopre la struttura e la sua pitturazione.

ciò può essere considerato parte comune condominiale in virtù dell'estetica progettuale del fabbricato.

 

la parte interna e la struttura sono parti private del proprietario dell'appartamento che ne usufruisce per l'affaccio.

 

Modificato da paul_cayard

Abbattere e ricostruire il parapetto è una spesa personale che necessita l'autorizzazione assembleare.

Invece per ristrutturarlo,la parte esterna fa parte del decoro,quindi a carico di tutti,tutto il resto della spesa resta individuale. 

giglio2 dice:

Abbattere e ricostruire il parapetto è una spesa personale che necessita l'autorizzazione assembleare.

Invece per ristrutturarlo,la parte esterna fa parte del decoro,quindi a carico di tutti,tutto il resto della spesa resta individuale. 

Giusto.

Scusate ma non sono stato preciso, io mi riferivo solo alla parte del decoro, un po' frettolosamente non ho letto il messaggio inziale e non ho visto che si parla di ricostruzione o abbattimento.

parisisal dice:

Il dubbio è la sistemazione di tali parapetti (probabilmente si dovranno demolire e ricostruire o sostituire con ringhiera in ferro) sono a carico dei singoli inquilini a cui il parapetto afferisce o debbono essere ripartiti fra i condomini ?

Infatti,è questo il dubbio che il committente ci chiede..

×