Vai al contenuto
info

Ripartizione spese condominiali. Paga anche l'ex-condomino?

Buongiorno a tutti,

ecco il mio quesito che potrebbe sembrare di evidente soluzione, ma l'intrecciarsi di avvenimenti lo rende, forse, anche di diversa interpretazione.

Il condomino A vende il proprio appartamento.

In quale misura risponderà delle spese condominiali in essere al momento della vendita?

 

Spesa 1 - Compenso amministratore. L'amministratore in carica al momento della vendita non è stato ancora pagato avendo questi mal gestito il condominio. Vi è in corso la mediazione.

Domanda: il condomino A dovrà pagare (in base ai millesimi e ai mesi di competenza) parte dell'importo che in fase di mediazione verrà concordato? A mio parere si, dovrà pagare perchè l'importo del compenso era stato deliberato prima della vendita e quindi....

 

Spesa 2 - Compenso architetto per accertamenti c/o il comune ed il catasto. Tale spesa era stata deliberata in data precedente alla vendita. Poi l'amministratore (quello con il quale vi è in corso la mediazione) non ha dato corso alla delibera (così come non ha fatto tante altre cose...) Ora con il nuovo amministratore è stato dato incarico allo stesso architetto e con lo stesso importo.

Domanda: Il condomino A è tenuto a pagare (in base ai millesimi) questo tipo di spesa deliberata prima della vendita ma di fatto effettuata a posteriori (un anno dopo la vendita)? A mio parere si, la spesa era già stata deliberata....

 

In generale - Come si effettuano i conteggi al fine di determinare quante spese condominiali sono a carico del condomino venditore e quanto a carico del neo-condomino?

 

Al momento del rogito, l'amministratore (quello con il quale vi è in corso la mediazione) ha rilasciato al notaio una dichiarazione riguardo alle spese condominiali: " I sigg.ri XX YY hanno pagato le spese condominiali sino ad oggi" ....senza l'indicazione nè di un importo nè di competenza.

 

Grazie e chi vorrà aiutarci a far chiarezza.

 

 

 

 

I conteggi si effettuano in base ai giorni o mesi di proprietà (compreso il compenso dell'amministratore).

 

Tutto ciò che è stato deliberato prima della vendita deve essere pagato dal venditore.

 

 

 

 

 

Modificato da Mosquiton

Non capisco....quindi il compenso dell'amministratore e dell'architetto dovranno essere addebitati unicamente al condomino venditore?? 

info dice:

Non capisco....quindi il compenso dell'amministratore e dell'architetto dovranno essere addebitati unicamente al condomino venditore?? 

No, come ho già detto il compenso dell'Amministratore si divide.

 

Se il venditore ha venduto l'appartamento ad aprile, pagherà solo 3 mesi (gennaio, febbraio e marzo). Il resto lo pagherà l'acquirente.

 

L'architetto, invece, deve pagarlo TUTTO il venditore se tale prestazione è stata deliberata quando l'appartamento era ancora di proprietà del venditore.

 

 

 

Modificato da Mosquiton
Mosquiton dice:

No, come ho già detto il compenso dell'Amministratore si divide.

 

Se il venditore ha venduto l'appartamento ad aprile, pagherà solo 3 mesi (gennaio, febbraio e marzo). Il resto lo pagherà l'acquirente.

 

L'architetto, invece, deve pagarlo TUTTO il venditore se tale prestazione è stata deliberata quando l'appartamento era ancora di proprietà del venditore.

 

 

 

Perfetto.

Ora la questione vede coinvolto anche l'amministratore contestato, infatti durante i mesi in cui lui avrebbe dovuto occuparsi del condominio vi sono state alcune lacune anche gravi. Esempio ....mancata manutenzione ordinaria dell'impianto elettrico e del cancello (tali inadempienze hanno procurato danni e maggiori costi) ....mancato rinnovo CPI ...con aggravio di spese ora per il rinnovo

Queste spese dovute alla cattiva gestione (spese che resteranno sul groppone del condominio, già lo sappiamo) saranno addebitate (in proporzione) anche al vecchio condomino?.(di fatto le spese verranno fisicamente sostenute nei prossimi mesi)

 

 

info dice:

Perfetto.

Ora la questione vede coinvolto anche l'amministratore contestato, infatti durante i mesi in cui lui avrebbe dovuto occuparsi del condominio vi sono state alcune lacune anche gravi. Esempio ....mancata manutenzione ordinaria dell'impianto elettrico e del cancello (tali inadempienze hanno procurato danni e maggiori costi) ....mancato rinnovo CPI ...con aggravio di spese ora per il rinnovo

Queste spese dovute alla cattiva gestione (spese che resteranno sul groppone del condominio, già lo sappiamo) saranno addebitate (in proporzione) anche al vecchio condomino?.(di fatto le spese verranno fisicamente sostenute nei prossimi mesi)

 

 

No, perché queste spese saranno deliberate dopo la vendita.

 

Quindi, dovranno essere pagate SOLO dal nuovo proprietario.

 

 

 

Modificato da Mosquiton
×