Vai al contenuto
MariaG77

Raccolta umido, canna rifiuti interna sulla scala senza finestre

Buongiorno,

Nel mio condominio ci sono due scale con canna di caduta dei rifiuti.

La scala A è senza finestre (e per questo la canna dei rifiuti è interna) e ha solo 3 appartamenti tra i più piccoli. Nella scala B ogni piano ha una finestra con ballatoio dove è collocata la canna rifiuti che pertanto è esterna alla scala e fa capo a circa una ventina di appartamenti. Qualche anno fa, quando a Milano è iniziata la raccolta dell'umido, la canna della scala A, quella senza finestre, è stata destinata alla raccolta dell'umido da una riunione di consiglieri con amministratore. Mentre nei ballatoi della scala B sarebbe stata fatta la raccolta del nero. Durante l'estate la scala si riempie di cattivi odori e in particolare quest'estate. A settembre i consiglieri si sono incontrati di nuovo e il giorno dopo l'amministratore ha inviato un muratore per studiare soluzioni alternative. Uno dei consiglieri a quel punto, ritenendo che il problema fosse che la botola era troppo in basso, senza chiedere niente a nessuno l'ha fatta spostare più in alto. Adeso arriva quasi sotto il collo. Inoltre la scala ora è deturpata perché non è stata ingessata, imbiancata ed essendo prima la botola raso terra, manca lo zoccolino. Io vorrei sapere se c'è modo per far chiudere la canna, se gli altri condomini che stanno nella scala B possono decidere per la scala A, se è normale e giusto che un consigliere possa ordinare un lavoro murario senza consultare nessuno su una scala che non è neppure la sua e chi dovrà pagare per tutto questo. Aggiungo che all'interno del condominio esiste un locale rifiuti a norma ma di difficile accesso perchè si devono fare a piedi le scale.

Grazie,

Buona giornata,

Maria

Carissima Maria, il tuo, che è senz'altro un condominio, non è per nulla gestito come un condominio. Tutto viene deciso da consiglieri e amministratore lasciando da parte voi condòmini che in realta sareste le uniche persone che, in assemblea, sareste titolate a decidere sulla gestione delle VOSTRE parti comuni di cui tutti siete comproprietari. Tutte le scelte che sono state fatte sono assolutamente illecite e senza senso. Solo una regolare assemblea avrebbe potuto decidere le modalità di utilizzo delle colonne di scarico e i lavori di muratura, dal momento che siete voi a doverli pagare. L'amministratore non sta amministratando, ma si sta servendo dei suoi "generali" per stabilire una sorta di supremazia inammissibile.

 

Potreste chiedere la convocazione di una assemblea straordinaria ai sensi dell'art. 66 dacc (che ti invito a leggere) e stabilire in assemblea il da farsi. Potreste anche decidere di non utilizzare più la colonna di scarico per l'umido e portare l'organico direttamente nel locale rifiuti. Sarà sicuramente più scomodo, ma 1000 volte più igienico. In ogni caso cercate di far valere i vostri diritti e fate in modo che qualsiasi decisione venga discussa e presa in assemblea, non "ai piani alti" (che alti non sono).

Gentile Stefano,

La ringrazio per la risposta. Pongo un'altra domanda. e se la maggior parte dei condomini, essendo per loro molto comodo, decidessero di lasciare la situazione così com'è solo perché loro che stanno sull'altra scala sono più numerosi? Io in assemblea, molto probabilmente mi troverò da sola come unica rappresentate della scala A che è la più svantaggiata. La ringrazio e le auguro buona serata e buon week end. Maria

La colonna della scala A serve la scala A (art. 1123 cc comma 3). I condòmini della scala B non possono decidere su questioni che riguardano la scala A. Quindi nel tuo caso, saranno SOLO i condòmini della scala A che decideranno se impiegare la propria colonna per scaricare l'organico di tutti oppure no. Dal momento che immagino siate contrari, bisognerà trovare una soluzione diversa e condivisa tra tutti. Una valida alternativa potrebbe essere quella, per tutti, di farsi qualche piano a piedi portando l'organico nel locale apposito. Sarà anche scomodo, ma farà bene alla salute e soprattutto non provocherà cattivi odori e, penso, eviterà la presenza di scarafaggi o altri spiacevoli insetti.

 

Io ho in proprietà una unità immobiliare in un grande complesso residenziale alle porte di Milano. In assemblea è stato deciso di non utilizzare più le colonne e di conferire tutta la differenziata nei locali di raccolta rifiuti.

×