Vai al contenuto
cacodemon79

Pozzo condominiale rotto - Urgenza lavori

Ciao a tutti,

ho un grosso problema condominiale che non so come risolvere.

 

In pratica, il pozzo condominiale (dal quale le 12 villette del mio condominio attingono l'acqua per l'irrigazione delle piante, dell'erba, ...) si è rotto per l'ennesima volta e siamo di nuovo senza acqua.

 

Il problema sembrerebbe dovuto alla rottura della pompa.

 

L'amministratore sostiene che, considerato l'elevato costo di una pompa nuova, dobbiamo mandare in garanzia quella vecchia ed attendere che ce la riparino (il che vuol dire, visto il periodo di ferie, che almeno fino a metà/fine settembre resteremmo senza acqua).

 

Io, invece, sostengo che la sostituzione della pompa (con una nuova) deve essere effettuata immediatamente perché altrimenti mi si seccherà tutto il prato con tutte le piante e gli alberi annessi e connessi considerato che la settimana prossima dovrò partire per le vacanze e non potrò innaffiare con acqua potabile ... il che, tradotto in soldoni, significa subire un danno per almeno 3000/4000 euro.

 

L'amministratore mi ha detto che lui prova a mandare una mail ad alcuni condomini ... e se almeno 4/5 sono d'accordo, procede con i lavori immediati, altrimenti rimanda tutto a settembre per la garanzia.

 

Per me questo è inammissibile. Mi domando: che strumenti ho a mia disposizione per far valere i miei diritti?

 

La mancanza dell'acqua del pozzo condominiale non dovrebbe essere considerato un intervento "urgente"?

 

Grazie a tutti per l'aiuto 🙂

Per me non è urgente...........................ma deputato a valutare, è un giudice.

 

Se ritieni che la spesa sia urgente, provvedi personalmente, ma devi dimostrare di aver agito per intervenire in una situazione di urgenza, che richiedeva tempi stretti, senza possibilità di convocare l’assemblea dei condomini per deliberare, e potrai chiedere il rimborso delle somme anticipate.

Prova a chiedere al tuo Amministratore (o se preferisci fallo tu stesso) di attivarsi per trovare altri tecnici che possano riparare quella pompa... Magari chiedendo a qualche vivaio... Oppure cercando su internet...

E' vero che è periodo di ferie... ma con questa crisi stringente, magari trovi qualcuno che non avendo possibilità di andare in ferie sarebbe BEN FELICE di poter raggranellare qualche euro....

Il problema non è tanto trovare qualcun altro che faccia il lavoro.

 

Il problema è che l'amministratore non vuole sostituire la pompa per questioni di economicità ... in quanto è del parere che bisogna mandare in assistenza la pompa attuale. Peccato che essendo già a metà agosto, la pompa non tornerebbe prima di fine settembre (ammesso che la ditta accetti l'intervento in garanzia) ... col bel risultato di trovarmi con tutte le piante secche!

A decidere sulla questione dovrebbe essere l'assemblea dei condomini e non l'amministratore. prova a sentire gli altri condomini, se anche loro ritengono importante fare subito i lavori lo comunicate all'amministratore e nel frattempo cercate subito qualcuno che venga a riparare la pompa o a sostituirla. Se agli altri condomini la mancanza di acqua non crea problemi allora non puoi fare nulla di immediato.Un saluto

A decidere sulla questione dovrebbe essere l'assemblea dei condomini e non l'amministratore. prova a sentire gli altri condomini, se anche loro ritengono importante fare subito i lavori lo comunicate all'amministratore e nel frattempo cercate subito qualcuno che venga a riparare la pompa o a sostituirla. Se agli altri condomini la mancanza di acqua non crea problemi allora non puoi fare nulla di immediato.Un saluto

Purtroppo gli unici interessati alla questione sono solo 2 (su 12), ovvero i proprietari con i giardini più grandi!

 

Comunque a quanto pare l'amministratore ha deciso per questa volta di intervenire, però dubito che lo farà in caso di ulteriori rotture future ...

Scusatemi se riesumo questa discussione, ma a distanza di due anni mi ritrovo nella stessa situazione e vorrei capire cosa fare.

 

Il pozzo è di nuovo fuori servizio.

 

Il tecnico che ha fatto il sopralluogo vuole 250€ solo per tirare su la pompa con apposito mezzo e poi valuterà se il problema è sul cavo o sulla pompa (in quest'ultimo caso la spesa per la sua sostituzione sarebbe non indifferente ... penso intorno ai 1000€).

 

Gli altri condomini già in passato si sono mostrati alquanto contrari alla riparazione del pozzo in quanto hanno giardini piccoli e poco interessa loro ricevere l'acqua del pozzo. Su 12 villette gli unici interessati siamo in 2 (quelli con i giardini più grandi).

 

L'amministratore, a cui ho segnalato la rottura del pozzo ben 2 mesi fa, non vuole autorizzare l'immediata riparazione in quanto a suo dire la decisione su questa spesa deve essere presa in assemblea (che ancora non è stata fissata).

 

Inutile dirvi il disagio che sto affrontando, perché per non far seccare tutto il prato e le piante sono costretto ad innaffiare a mano.

 

Detto ciò, che strumenti ho a disposizione per non vedere negato un mio diritto (quello di ricevere l'acqua del pozzo)?

 

Tra l'altro nel regolamento di condominio è espressamente previsto:

Sono di proprietà ed uso comune a tutti i condomini, proprietà ed uso che devono intendersi indivisibili ed irrinunciabili, tutte quelle parti, locali, cose, impianti dell’edificio che, in base agli atti di acquisto, non risultino di proprietà singola ed individuale di un condomino ...

...

In particolare sono parti comuni:

...

- il pozzo artesiano ed il relativo impianto di distribuzione dell’acqua fino ai punti di consegna posti all’interno delle proprietà private

...

 

Se come c'è scritto nel regolamento di condominio il pozzo è una proprietà/uso irrinunciabile, può l'amministratore non provvedere alla riparazione urgente del pozzo (sono già passati 2 mesi dalla segnalazione di rottura)? Può l'assemblea rifiutarsi di sostenere la spesa?

 

Grazie a tutti in anticipo per qualsiasi informazione.

×