Vai al contenuto
GHIRO-72

L'ingegnere amministratore di condominio

Voglio rendermi utile, essendomi informato in prima persona sulla questione, voglio confermare e divulgare la notizia che tra le competenze di ingegneri ed architetti rientra anche la competenza di amministratore di condominio. Per tale motivo, l'ingegnere iscritto all'albo e con p.iva è tenuto a fatturare al condominio come ingegnere... e non è una scelta, ma un obbligo!

Per avere una conferma scritta, ho fatto esplicita domanda scritta ad Inarcassa che mi ha risposto:

 

"Con riferimento a quanto da Lei richiesto siamo a precisare che l'amministratore di immobile svolge un'attività che può essere a tutti gli effetti definita professionale, ai fini previdenziali della scrivente – e nella misura in cui – sia svolta da un ingegnere o da un architetto ed a ciò sia correlata la denuncia ai fini fiscali di proventi autonomamente qualificati dal contribuente come professionali.

Infatti il Consiglio di Amministrazione Inarcassa ha ritenuto che l'attività di amministrazione di immobili svolta da un ingegnere o architetto iscritti al relativo Albo professionale sia da considerarsi a tutti gli effetti come professionale, nella misura in cui lo stesso professionista qualifichi fiscalmente i propri proventi come professionali.

Da tale premessa deriva che i professionisti in questione siano da considerare a tutti gli effetti iscrivibili nei ruoli previdenziali di Inarcassa, in ragione della natura indebita dell'iscrizione alla Gestione Separata INPS dell'ingegnere/architetto libero professionista."

 

Ergo, per deduzione logica, che se l'attività è inglobata nella professione di ingegnere non dovrebbe servire inserire il codice attività da amministratore nella P.IVA, ma la lettera tace in questo, non rispondendo anche a questa domanda fatta... ma la deduzione è logica!

 

Ci tengo a riportare quanto sopra, in quanto il 99 % dei commercialisti non lo sa e suggerisce ai nuovi amministratori di andare verso la Gestione Separata INPS. Del resto, lo indica anche la Sentenza della Cassazione di Milano, la n.9076 del 15 aprile 2013.

Basta che i condomini sappiano che oltre l'IVA dovranno pagare anche il 4% in più. Se non lo specifichi fanno bene a non pagarlo. Poi che Inarcassa sia una mafia e tira acqua al suo mulino è altro discorso. Per come la vedo io, se fai l'amministratore di condominio, svolgi quella specifica attività che nulla ha a che vedere con quella del tuo titolo professionale, per cui ritengo che un Ingegnere o Architetto o Avvocato o Farmacista..se fa l'amministratore di condominio debba fatturare come tale e non come altro..quindi Inarcassa non è tenuta a ricevere il suo balzello.

Quando si fanno i preventivi si indica sempre "oneri di legge esclusi" e si è apposto, del resto il 4% viene applicato anche da chi è iscritto ad INPS, anche se non è obbligatorio.

Pr quanto riguarda le competenze, non sono d'accordo! Un amministratore riunisce le competenze basi di: ingegnere, ragioniere, avvocato. Quindi una di queste categorie può fare e può rientrare benissimo nelle competenze, del resto se la competenza di amministratore rientra a chi ha fatto solo il classico oppure lo scientifico il ragionamento torna! Anzi, sono più competenti ingegneri, avvocati e commercialisti che altre categorie, ecco perché non sono d'accordo, a prescindere che lo si sappia fare o meno.

C'è scritto che sei ingegnere, come tale dovresti condividere il discorso!

 

- - - Aggiornato - - -

 

Aggiungo dicendo che, se c'è qualcuno che truffa, qui è propri la Gestione Separata INPS... truffa tutti i suoi iscritti, ma essendo un obbligo per molti non si si può fare nulla!

...sono più competenti ingegneri, avvocati e commercialisti che altre categorie, ecco perché non sono d'accordo, a prescindere che lo si sappia fare o meno.

C'è scritto che sei ingegnere, come tale dovresti condividere il discorso!...

Secondo me se c'è scritto che sei ingegnere ma decidi di fare l'amministratore di condominio il tuo titolo non ha valore.

Il tuo titolo avrà valore solo se il condominio ti chiederà una consulenza specifica.

Se un ingegnere iscritto all'albo partecipa e supera un concorso da usciere non può rivendicare il suo titolo.

Il fatto che sia Ingegnere non vuol dire condividere per forza e infatti non condivido in quanto, dal mio punto di vista, tu se vieni pagato per fare l'amministratore di condominio..come tale dovresti essere pagato e non come ingegnere. Se il condominio avesse voluto un ingegnere, o meglio una prestazione professionale da ingegnere, avrebbe cercato quello e non un amministratore di condominio...almeno io la vedo così.

Condivido quanto da te detto e confermo la poca conoscenza generale nel merito dell'argomento! Io stesso amministro condomini nell'ambito dell'esercizio della libera professione di dottore Agronomo iscritto all'ordine della mia provincia. Così come fanno i geometri iscritti al loro collegio o gli architetti, ingegneri, commercialisti... al loro ordine, per cui sulle nostre corrispondenze non dobbiamo citare il riferimento alla legge 4 /2013 sulle professioni non regolamentate ma dobbiamo riferirci all'attività professionale ordinistica.

In particolare io verso i contributi alla mia cassa previdenziale EPAP, così come specificatomi dal mio ordine.

 

A conferma di quanto detto, anche l'agenzia delle entrate, nella sua guida "CONDOMINIO: ADEMPIMENTI E AGEVOLAZIONI FISCALI" del 2007 suddivide gli oneri fiscali per gli amministratori puri da quelli esercenti attività professionale ed altri.

 

"pag 9........

Ai fini della corretta individuazione degli adempimenti fiscali da porre in essere da parte dell’amministratore

di condomini in materia di imposte sui redditi e Iva è possibile distinguere i

seguenti casi:

■ esercizio in maniera sistematica, abituale e organizzata dell’attività (ad esempio, chi gestisce

più condomini): il reddito è qualificato come reddito di lavoro autonomo e si applicano tutti

gli obblighi previsti dalle norme Iva (fatturazione, tenuta dei registri Iva, versamento dell’Iva

periodica, dichiarazione, eccetera);

■ esercizio abituale di una attività professionale e, contemporaneamente, svolgimento anche dell’amministrazione

dei condomini (ad esempio, l’architetto che esercita anche attività di amministrazione condominiale): l’attività di amministratore, al pari dell’altra attività, genera redditodi lavoro autonomo; anche in tal caso si applicano tutti gli obblighi previsti dalle norme Iva;

■ non esercente arti o professioni, che svolge in via continuativa l’attività di amministratore senza

vincolo di subordinazione, senza impiego di mezzi organizzati e con retribuzione periodica

prestabilita (ad esempio, il condòmino che si occupa della gestione del proprio stabile):

l’attività genera reddito assimilato a quello di lavoro dipendente e, ai relativi compensi, si

applicano le regole di tassazione proprie del reddito di lavoro dipendente; inoltre, non c’è

alcun obbligo ai fini Iva in quanto l’attività è esclusa dal campo Iva;

■ se l’attività viene svolta da società di persone o di capitali, nominate amministratori con rappresentanza

del condominio, il reddito che le stesse percepiscono è qualificato come reddito

d’impresa e si applicano gli obblighi previsti dalle disposizioni Iva."

E tu condomino come fai a sapere se il tuo amministratore svolge o meno solo l'attività di amministratore di condominio o anche quella ordinistica?

Ti fai fare una certificazione?

Come tu stesso hai evidenziato è proprio l'Agenzia delle Entrate che ha fatto la distinzione.

Ma scusa, ma che gliene frega al condominio se svolgi oppure no l'attività professionale? Al condominio interessa che fai l'amministratore per il suo condominio ed a prezzi concorrenziali, punto! Anzi, l'essere un tecnico dovrebbe essere un punto a favore rispetto a chi non lo è, almeno in partenza.

E' molto semplice, lo dichiari nelle comunicazioni con i condomini! Se poi non ti fidi ( e allora ti conviene cambiare amministratore!) puoi fare una semplicissima verifica online sull'albo del relativo ordine o collegio che è di pubblico dominio.

E poi quale sarebbe il problema per i condomini ad avere un amministratore che è anche laureato ed iscritto ad un ordine?

La questione posta era di pura natura fiscale e contributiva, quindi legata alle modalità di contribuzione e di dichiarazione fiscale da parte di chi esercita una libera professione ordinistica.

Comunque, non volevo fare una discussione su cosa sia giusto o sbagliato e cosa interessa o meno al condominio, volevo solo CONFERMARE che l'ingegnere libero professionista è abilitato a fare l'amministratore e fiscalmente è legato ad Inarcassa, punto. Era un post di servizio.

... Era un post di servizio.

non tanto di servizio visto che hai espresso anche un parere sulle qualità professionali...

...sono più competenti ingegneri, avvocati e commercialisti che altre categorie...
Comunque, non volevo fare una discussione su cosa sia giusto o sbagliato e cosa interessa o meno al condominio, volevo solo CONFERMARE che l'ingegnere libero professionista è abilitato a fare l'amministratore e fiscalmente è legato ad Inarcassa, punto. Era un post di servizio.

Più che fiscalmente direi previdenzialmente legato ad Inarcassa.

Fiscalmente invece avrai l'incombenza di utilizzare il codice Ateco da ingegnere anzichè da amministratore di condominio

Quindi costando di più al condominio perchè sei ingegnere ma in realtà svolgi l'attività di amministratore. Personalmente non è una cosa logica nè tantomeno, dal mio punto di vista, applicabile. Certo l'assemblea può accettare o meno la cosa, ma non è che siccome tu sei ingegnere o altro io debba pagarti come tale. Fammi capire se ti viene un idraulico a casa che è laureato in giurisprudenza, iscritto all'ordine...pensi che debba fatturarti come avvocato o come idraulico?

ma dove hai letto che debba costare di più? Le tariffe professionali minime sono state abolite da un pezzo!

Oggi il prezzo lo fa il mercato e le capacità che hai, in più o in meno.

Guarda che è matematica: il 4% in più, in ogni caso, se tu applichi Inarcassa io devo dartelo, quindi se tu fai l'amministratore di condominio e sei ingegnere io ti pago come tale (perchè ti fa comodo, aggiungo io, versarti dei contributi a spese degli altri).

Certo che le capacità le fa il mercato, ovvio, per questo dicevo che poi sta al condominio, accettare o meno.

Ma che cosa stai dicendo, veramente non capisco il succo di questa discussione......allora se sei ingegnere fatturi con il 4% in più di cpi, se sei avvocato 4% di cpa se sei commercialista 4% di cpr architetto idem, geom. idem..........quindi dove sta il problema???

TUTTI possono applicare la rivalsa previdenziale che può essere del 4%, se versata ad Inarcassa oppure alla gestione separata INPS (la cui iscrizione è obbligatoria per gli amministratori condominiali!)o a qualsiasi altra cassa previdenziale professionale, oppure può essere del 2% per altre casse previdenziali come l'EPAP (la mia).

Per cui, come vedi, non ci sono differenze di costo, come tu immagini che ci siano.

TUTTI possono applicare la rivalsa previdenziale che può essere del 4%, se versata ad Inarcassa oppure alla gestione separata INPS (la cui iscrizione è obbligatoria per gli amministratori condominiali!)o a qualsiasi altra cassa previdenziale professionale, oppure può essere del 2% per altre casse previdenziali come l'EPAP (la mia).

Per cui, come vedi, non ci sono differenze di costo, come tu immagini che ci siano.

Spero che hai inteso che il mio post precedente non era rivolto a te!!

Spero che hai inteso che il mio post precedente non era rivolto a te!!

Certamente! ho sbagliato io a non quotare!

Scusate, ma qualunque professionista ha una cassa previdenza, in mancanza di una specifica dovrà come minimo versare a quella della gestione separata. il 4% in più di rivalsa INPS sul compenso dell'amministratore quindi c'è sempre e comunque per tutti quelli che svolgono il lavoro in maniera abituale, non solo per gli ingegneri...

 

oppure qualcuno dei vostri amministratori professionisti si paga la cassa previdenziale da solo ?

.... il 4% in più di rivalsa INPS sul compenso dell'amministratore quindi c'è sempre e comunque per tutti quelli che svolgono il lavoro in maniera abituale...

L'amministratore iscritto alla gestione separata INPS paga comunque i contributi da solo.

La parola stessa "RIVALSA" significa che l'amministratore ha "FACOLTA'" (non l'obbligo) di rivalersi per una percentuale sul condominio.

Non è obbligatorio applicare la rivalsa ed io conosco amministratori che non la applicano indicando nel loro preventivo solo il compenso più iva di Legge.

Applicata o non applicata, la rivalsa è comunque una voce che fa parte del preventivo di spesa per amministrazione e in quanto tale pienamente valutabile dall'assemblea che deve fare la sua scelta. Se gli sta bene lo accetta, altrimenti lo contesta o fa un'altra scelta! L'importante è che non venga applicata senza essere stata accettata preventivamente.

Applicata o non applicata, la rivalsa è comunque una voce che fa parte del preventivo di spesa per amministrazione ...

Perchè fa parte del preventivo di amministrazione?

Farà parte se l'amministratore la richiede altrimenti non fa parte.

L'amministratore può addirittura presentare un preventivo di X euro "all inclusive" che comprende anche l'iva.

Non c'è un obbligo su come dettagliare un preventivo di amministrazione.

L'unico obbligo è che ciò che non è preventivato non può essere preteso.

Perchè fa parte del preventivo di amministrazione?

Farà parte se l'amministratore la richiede altrimenti non fa parte.

L'amministratore può addirittura presentare un preventivo di X euro "all inclusive" che comprende anche l'iva.

Non c'è un obbligo su come dettagliare un preventivo di amministrazione.

L'unico obbligo è che ciò che non è preventivato non può essere preteso.

Non ho detto che DEVE far parte del preventivo ma che fa parte del preventivo se la applichi.

Sul tuo preventivo puoi mettere ciò vuoi! L'importante è tutto sia dettagliato analiticamente come prevede la riforma! Se poi lo preferisci puoi anche amministrare gratuitamente. Alla fine chi decide sarà sempre e comunque l'assemblea.

In ogni caso stiamo proprio parlando di aria fritta!!!

×