Vai al contenuto
dado74

Installazione e allaccio contatore acqua, a chi spetta?

Salve a tutti,

questo è il mio primo post e colgo l'occasione per salutare tutti e spero di postare nella sezione giusta.

allora....abito in un condominio, in qualità di inquilino, di circa 20 appartamenti allacciati ad un singolo contatore (condominiale) e tempo fa' fu deciso di ripartire la spesa relativa al consumo bimestrale in parti uguali, cosa che sinceramente a me non è mai piaciuta in quanto io vivo da single e mi ritrovo a pagare lo stesso consumo di una famiglia di 4/5 persone, pagando bimestralmente circa 40 euro d'acqua quando il mio consumo di energia elettrica è circa 25 euro bimestrale, giusto per fare un confronto.

Detto cio', sempre tramite decisione condominiale, prossimamente verranno ad installare i contatori singoli dalla locale società di fornitura d'acqua, ora volevo chiedervi a chi spettano le spese di installazione e allaccio visto che io sono l'inquilino.

Da qualche lettura sul web mi sembra di capire che l'installazione del contatore spetti al proprietario/locatore e l'allaccio al conduttore/affittuario, è corretto?

Poi...mi potreste aiutare a capire cosa si intende per installazione e per allaccio?

non vorrei sbagliarmi ma mi sembra di capire che l'installazione del contatore corrisponda alla posa in opera dello stesso da parte della società di fornitura presso l'abitazione e dovrebbe farsene carico il proprietario mentre l'allaccio (inteso come contratto) e la richiesta di fornitura di acqua fatta dall'inquilino e questo è carico dello stesso, giusto o sbaglio in qualcosa?

In attesa di vostri chiarimenti vi auguro una buona giornata.

Sicuramente la predisposizione per l'installazione del contatore deve pagarla il proprietario, mentre il contratto e la conseguente installazione del contatore lo paga ovviamente l'inquilino.. in ogni caso bisogna verificare con l'ente fornitore in base alla carta dei servizi...

Sono usufruttuaria di un alloggio condominiale che ha per ogni inquilino un prorpio contatore (luce gas acqua) ed un contatore condominiale per luce e acqua.

I contratti di fornitura li ho firmati io nel 1999 ed ho pagato le bollette e pago anche le spese pulizia scale condominiali, dal 2000 sino al 2010/11 ho fatto consumi da single perché c'ero solo io ma mi hanno addebitato consumi che fa una famiglia di 4 persone (truffe), ci ho vissuto molto poco nell'alloggio quindi a maggior ragione ho ragione di credere -in seguito a verifiche e denunce- che hanno gonfiato schifosamente tutte le forniture a mio caric o inventando consumi, soprattutto gas e luce e poi mi hanno sostituito 2 contatori (h2o nel 2008 e luce nel 2015) senza dare nessuna comunicazione preavviso come previsto -esiste un iter preciso per la sostituzione- ne a me ne ai proprietari dell'alloggio.

Non c'è niente di normale nonostante dichiarino di aver fatto tutto in modo regolare ma non si capisce in base a quali regole, normative e quant'altro. Sono una cliente buoni pagatori e francamente non mi piace essere presa per i fondelli ma è quello che hanno fatto e che stanno facendo, la spa che gestisce è controllata dal comune ed è una spa che ha usato altre spa negli anni facendo fusioni societarie cd scatole cinesi, fusioni imposte perché non hanno mai comunicato in anticipo le loro intenzioni.

Hanno fatto il caos nel regime del mercato tutelato o a maggior tutela e pur avvalendomi delle autoletture hanno continuato a gonfiare le loro stime sui consumi e si è rivelato un bluff esattamente come le fatturazioni in acconto che mi spedivano negli anni. Ho chiuso il contratto aprendone uno nuovo nel 2016 con una srl del mercato libero che non usa società intermediarie infatti ho trovato trasparenza e bollette basse perché i miei consumi sono bassi infatti fattura consumi reali o effettivi.

×