Vai al contenuto
Alexhandra

Grida e strilli continui del figlio del vicino

Salve. 
ho un problema:

La famiglia di sopra è composta dai due genitori e due bambini piccoli, maschi, uno di 2 anni e l’altro un po’ più piccolo. 
Quello di 2 anni fa un casino allucinante. 
non si sa come Nè perchè, all’improvviso, anche 3 volte al Giorno, e in qualsiasi ora, grida, strilla, urla, così tanto che sembra che lo stiano seviziando. Urla anche “mamma” “babbo” e loro a malapena gli chiedono se ha finito. Ma La cosa assurda è che va avanti così per un’ora e mezza, tutto le Volte, come minimo. 
Urla così tanto, strepita e cammina come un elefante saltando (a volte anche quando non urla) che ho potuto registrare da casa mia di sotto e si sente benissimo. 
Poi c’è lei che dalla mattina alla sera passa una specie di aspirapolvere o non so che cosa, quasi tutti i giorni. 
In più il Sabato e la domenica mattina fanno tutti un caos allucinante. 
Il mio mio ragazzo lavora dal lunedì al venerdì 9 ore al Giorno e vorrebbe riposare in santa pace! Invece non si può perché a causa loro c’è uh inquinamento acustico assurdo. 
senza contare tutte le volte che spostano mobili e sedie trascinandoli per il pavimento! A qualsiasi ora del Giorno!

inoltre sembra che tengano acceso qualcosa la notte e si sente in sottofondo un rumore continuo che il mio ragazzo fatica a tollerare. 
Quando glielo abbiamo detto, ha fatto finta di niente, ma poi guarda caso il rumore è cessato, quindi devono aver spento quel coso. 
 

si può fare qualcosa?

si può parlare di inquinamento acustico e magari fargli arrivare una lettera dall’avvocato? Sono 2 anni che siamo qui, e i primi tempi queste urla improvvise e caos di oggetti trascinati c’erano anche di notte.

ho tollerato per un bel po’ perché pensavo che il piccolo dovesse solo crescere, ma ora, tutto il

giorno, tutti i giorni e specie sabato e domenica che pare abbiano anche ospiti, non se ne può più!
Io sono spesso a casa (purtroppo) e mi fa male il cervello da queste grida continue. Mi innervosiscono e mi stressano un sacco!

 

aiuto per favore!

 

Come ti capisco, anche io ho sopra la testa 3  persone(2 adulti e 1 bambino di 8 anni non tanto normale), questi elementi sono sempre in casa e non escono mai, non sai quante litigate ci ho fatto ma con l'ignoranza è una battaglia persa.

Modificato da camillo50
Evitiamo esagerazioni

La legge purtroppo può fare quasi nulla in questi casi. Si parla di inquinamento acustico solo se sono tante famiglie a lamentarsi ma immagino che non è il tuo caso.
Come viene sempre consigliato qui l'unica soluzione è spostarsi e magari trovarsi una casa isolata.

Alexhandra dice:

Salve. 
ho un problema:

La famiglia di sopra è composta dai due genitori e due bambini piccoli, maschi, uno di 2 anni e l’altro un po’ più piccolo. 
Quello di 2 anni fa un casino allucinante. 
non si sa come Nè perchè, all’improvviso, anche 3 volte al Giorno, e in qualsiasi ora, grida, strilla, urla, così tanto che sembra che lo stiano seviziando. Urla anche “mamma” “babbo” e loro a malapena gli chiedono se ha finito. Ma La cosa assurda è che va avanti così per un’ora e mezza, tutto le Volte, come minimo. 
Urla così tanto, strepita e cammina come un elefante saltando (a volte anche quando non urla) che ho potuto registrare da casa mia di sotto e si sente benissimo. 
Poi c’è lei che dalla mattina alla sera passa una specie di aspirapolvere o non so che cosa, quasi tutti i giorni. 
In più il Sabato e la domenica mattina fanno tutti un caos allucinante. 
Il mio mio ragazzo lavora dal lunedì al venerdì 9 ore al Giorno e vorrebbe riposare in santa pace! Invece non si può perché a causa loro c’è uh inquinamento acustico assurdo. 
senza contare tutte le volte che spostano mobili e sedie trascinandoli per il pavimento! A qualsiasi ora del Giorno!

inoltre sembra che tengano acceso qualcosa la notte e si sente in sottofondo un rumore continuo che il mio ragazzo fatica a tollerare. 
Quando glielo abbiamo detto, ha fatto finta di niente, ma poi guarda caso il rumore è cessato, quindi devono aver spento quel coso. 
 

si può fare qualcosa?

si può parlare di inquinamento acustico e magari fargli arrivare una lettera dall’avvocato? Sono 2 anni che siamo qui, e i primi tempi queste urla improvvise e caos di oggetti trascinati c’erano anche di notte.

ho tollerato per un bel po’ perché pensavo che il piccolo dovesse solo crescere, ma ora, tutto il

giorno, tutti i giorni e specie sabato e domenica che pare abbiano anche ospiti, non se ne può più!
Io sono spesso a casa (purtroppo) e mi fa male il cervello da queste grida continue. Mi innervosiscono e mi stressano un sacco!

 

aiuto per favore!

 

Superando la normale tollerabilità (come sembra in questo caso), ci sarebbe l'Art. 844 cc;

 

Art. 844. (Immissioni). Il proprietario di un fondo non puo' impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilita', avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi. Nell'applicare questa norma l'autorita' giudiziaria deve contemperare le esigenze della produzione con le ragioni della proprieta'. Puo' tener conto della priorita' di un determinato uso.

 

Però si deve andare in causa, si inizia con le mediazione civile con l'assistenza di un legale

 

 

Oddio ..

capisco. 
beh veramente anche i nostri vicini sullo stesso piano sentono casino che fanno quelli di sopra. 
vabbè vedo che cosa riesco a fare. 
grazie mille a tutti. 

Alexhandra dice:

Oddio ..

capisco. 
beh veramente anche i nostri vicini sullo stesso piano sentono casino che fanno quelli di sopra. 
vabbè vedo che cosa riesco a fare. 
grazie mille a tutti. 

Più siete meglio è, se vi alleate avrete più possibilità di ottenere qualche provvedimento da parte del Giudice (non da moderatore)

Se a fare casotto sono bambini di 2 anni e meno penso proprio che devi fartene una ragione. Secondo te un giudice può  imporre ad bambino di 2 anni il silenzio? Penso proprio di no.

Tu quando avevi 2 anni facevi i capricci? Forse non lo ricordi come non lo ricordo io.

Modificato da Dino40
  • Mi piace 1

capisco lo stress, amo molto il silenzio e quindi capisco che dia un fastidio allucinante. Purtroppo un ricorso fatto contro dei genitori per le strilla di bambini di due anni, è tempo perso, poichè  purtroppo ci sono bambini molto strilloni e altri no, e non si puo' "ragionare " con un neonato o poco piu', invitandolo al silenzio.

I bambini di loro fanno rumore, è una tragica amara verità. Già quando camminano, battono i talloni e pare sempre passi un elefante...ma sono così, c'è poco da fare.

Un giudice non si scaglierà mai contro il pianto di un bambino, anche perchè spesso pure i genitori del piccolo sono esauriti dal pianto ma che possono fare? lo soffocano sto  bambino?  quindi al piu' se da' tanto fastidio, potreste voi insonorizzare l'appartamento.

 

Gli altri rumori  vanno valutati, passare un aspirapolvere non è configurabile come disturbo, se in ore diurne.

Per avere il fenomeno rilevante civilisticamente delle immissioni occorre misurare i decibel di rumore prodotto dal vicino, e se questi rumori sono  di tanto in tanto (tipo una volta al giorno sposto il etto per pulire) diventa difficile dar prova di una rumorosità intollerabile.

Cosa puoi ottenere?previa dimostrazione e del rumore e dell'intollerabilità, puoi ottenere un risarcimento del danno e l'ordine di porre fine al rumore.  E se non lo fanno? se continuano a far rumore?  sei da capo.

 

Se il rumore arriva a essere molesto per una quantità indeterminata di soggetti, allora parliamo di disturbo alla quiete pubblica e diventa un illecito penale. Ma appunto deve ricorrere la molestia a una sfera interminata di persone. Non bastano due condomini.

Anche qui comunque, io invito sempre a riflettere sul fatto che  fatta la querela, aperto il procedimento, i vicini molesti continuano ad abitare lì e saranno di certo molto meno collaborativi di prima della denuncia.

 

Comunque, per chiudere, volendo puoi provare a far scrivere da un legale che inviti per lo meno a far cessare i rumori, a calmare il piu' possibile il neonato, dando atto delle vostre lamentele e difficoltà. Una strada con un legale ma bonaria forse potrebbe portarvi qualche frutto. Ve lo auguro.

 

 

 

 

Certo che il bimbo deve crescere, ma ha 2 anni non 10.

E come tutti i bambini della sua età farà i capricci, sarà geloso del fratellino, farà apposta a buttare per terra le cose anche se i suoi gli diranno di non farlo.

cammina come saltellando perché i bambini piccoli camminano così.

Aspirapolvere lo passerà perché i bambini sporcheranno, non credo vada 24h/24 sarà pochi minuti.

 

 

Grazie delle risposte, ma qui non si tratta di grida sporadiche di bambini. Forse non avete letto il mio post per intero. I tratta del bambino di 2 anni (quello piccolo è tranquillo) che grida, strilla, urla e piange rompendosi la voce per anche un’ora e mezza di seguito e almeno 3 volte al giorno. 
Tant’è che spesso vedo il padre che prende il bambino e lo porta via di casa. Per me quel bambino ha dei problemi e la madre non fa niente per calmarlo tranne dirgli “hai finito?” E qualche urlaccio a caso ogni tanto. 
In Più metteteci anche lei che passa ‘sta cosa sopra la testa 4/5 volte al giorno per almeno un quarto d’ora tutte le volte. Sembra una maniaca compulsiva, manco avesse degli elefanti in casa. 
 

la palazzina è composta dell’attico in cui stanno loro di sopra, noi e io vicino di sotto, altri due appartamenti sotto, e un piano terra esteso come l’attico, perciò noi siamo quelli che sentono di più, anche perché le pareti sono di carta.
Dovrebbero essere loro ad insonorizzare la casa dato che recano danno a noi. 

Hanno anche delle perdite di acqua che si infiltra nei muri della nostra stanza da letto e non vi dico la muffa sul soffitto e sulle

pareti che dobbiamo puntualmente togliere. E se ne fregano. 

Sono sincero: non riesco a capire e a capacitarmi come si possa trascinare i mobili. Mobile della cucina pieno di piatti ,  bicchieri e altro. Ma come fanno? In quanti fanno tale lavoro?

Passare l'aspirapolvere dalla mattina a sera: è  reale o solo una iperbole per far colpo? Boh

Quando avrai dei bambini cambierai opinione: ne sono certo.

Modificato da Dino40

Non so che cosa facciano di sopra, ma ti assicuro che qualcosa trascinano e spesso. 
l’aspirapolvere o qualsiasi cosa sia, la passa più volte a giorno per un sacco di tempo. 
Non c’entra l’avere bambini o meno, sono loro gli irrispettosi di chi sta sotto di loro. (Lo dimostra anche il menefreghismo nei confronti della muffa che abbiamo per colpa loro)

Scusami, ma non riesco a capire perché se avete infiltrazioni si interviene con la denuncia se non si attivano con le buone e se sono inquilini si agisce con il proprietario. Almeno io ho fatto così avendo infiltrazione in bagno.

Alexhandra dice:

Grazie delle risposte, ma qui non si tratta di grida sporadiche di bambini. Forse non avete letto il mio post per intero. I tratta del bambino di 2 anni (quello piccolo è tranquillo) che grida, strilla, urla e piange rompendosi la voce per anche un’ora e mezza di seguito e almeno 3 volte al giorno. 
Tant’è che spesso vedo il padre che prende il bambino e lo porta via di casa. Per me quel bambino ha dei problemi e la madre non fa niente per calmarlo tranne dirgli “hai finito?” E qualche urlaccio a caso ogni tanto. 

Guarda che tanti bambini fanno coì..alcuni passano mezze nottate a piangere e un bimbo quando piange urla come non ci fosse un domani.  E tanti genitori, prendono allora il bimbo e lo mettono in auto per farlo addormentare... abbastanza frequente..

Ci sono genitori che non dormono per due anni per i pianti continui dei neonati, ti assicuro.

 

Se ritieni che il bambino "abbia dei problemi" fai un esposto ma poi te ne assumi le responsabilità perchè sostanzialmente stai dicendo o che il bimbo ha degli handicap, delle deficenze, o che la madre lo cura male e sono accuse pesanti.

 

  • Mi piace 2
SisterOfNight dice:

Guarda che tanti bambini fanno coì..alcuni passano mezze nottate a piangere e un bimbo quando piange urla come non ci fosse un domani.  E tanti genitori, prendono allora il bimbo e lo mettono in auto per farlo addormentare... abbastanza frequente..

Ci sono genitori che non dormono per due anni per i pianti continui dei neonati, ti assicuro.

 

Se ritieni che il bambino "abbia dei problemi" fai un esposto ma poi te ne assumi le responsabilità perchè sostanzialmente stai dicendo o che il bimbo ha degli handicap, delle deficenze, o che la madre lo cura male e sono accuse pesanti.

 

Bhe arrivare alle accuse direi che è troppo

Io ho già risposto più sopra dicendo che “vedrò che cosa fare”, ma ho chiesto aiuto qui perché non intendo passare alle “cattive”, al massimo avevo pensato ad una lettera di un avvocato. E per ora non intendo fare nemmeno quello, ho solo cercato consigli, e invece leggo giudizi da gente che non vive sotto lo stesso tetto con me e minimizza soltanto. 
sì, secondo me il bambino non sta bene, e non intendo affatto dire che ha un handicap, perché l’ho visto, magari ha solo dei disagi dovuti chissà a quali problemi. Non ho accusato nessuno, immagino che anche loro siano stressati, ma dato che sono 2 anni di strilli e grida tutti giorni che quasi sembra che soffochi e si rompa le corde vocali, penso che una che dice “hai finito?” E poi gli fa qualche urlaccio, forse non sta adottando il metodo migliore. 
penso che siano pensieri che mi siano consentiti, dato che mi fa male il cervello dalle grida continue. 
per il resto non sono affari miei, vedró se riesco a trovare una soluzione. 
 

buona serata 

Alexhandra dice:

Io ho già risposto più sopra dicendo che “vedrò che cosa fare”, ma ho chiesto aiuto qui perché non intendo passare alle “cattive”, al massimo avevo pensato ad una lettera di un avvocato. E per ora non intendo fare nemmeno quello, ho solo cercato consigli, e invece leggo giudizi da gente che non vive sotto lo stesso tetto con me e minimizza soltanto. 
sì, secondo me il bambino non sta bene, e non intendo affatto dire che ha un handicap, perché l’ho visto, magari ha solo dei disagi dovuti chissà a quali problemi. Non ho accusato nessuno, immagino che anche loro siano stressati, ma dato che sono 2 anni di strilli e grida tutti giorni che quasi sembra che soffochi e si rompa le corde vocali, penso che una che dice “hai finito?” E poi gli fa qualche urlaccio, forse non sta adottando il metodo migliore. 
penso che siano pensieri che mi siano consentiti, dato che mi fa male il cervello dalle grida continue. 
per il resto non sono affari miei, vedró se riesco a trovare una soluzione. 
 

buona serata 

Stai sbagliando su tutta linea per inesperienza.

Io e mia moglie una notte l'abbiamo passata svegli e il giorno successivo dovevamo essere presenti sul posto di lavoro. Visto che non c'era verso di farlo smettere l'abbiamo fatto piangere tutta la notte, ma da quella notte ha dormito sempre.

Questo episodio te l'ho raccontato per farti comprendere che un bambino che piange non è  assolutamente vero che sta male e tu non te lo puoi permettere di dirlo anche perché non hai esperienza su come educare un figlio. Aspetta di averli e vedrai.

Modificato da Dino40
Alexhandra dice:

Io ho già risposto più sopra dicendo che “vedrò che cosa fare”, ma ho chiesto aiuto qui perché non intendo passare alle “cattive”, al massimo avevo pensato ad una lettera di un avvocato. E per ora non intendo fare nemmeno quello, ho solo cercato consigli, e invece leggo giudizi da gente che non vive sotto lo stesso tetto con me e minimizza soltanto. 
sì, secondo me il bambino non sta bene, e non intendo affatto dire che ha un handicap, perché l’ho visto, magari ha solo dei disagi dovuti chissà a quali problemi. Non ho accusato nessuno, immagino che anche loro siano stressati, ma dato che sono 2 anni di strilli e grida tutti giorni che quasi sembra che soffochi e si rompa le corde vocali, penso che una che dice “hai finito?” E poi gli fa qualche urlaccio, forse non sta adottando il metodo migliore. 
penso che siano pensieri che mi siano consentiti, dato che mi fa male il cervello dalle grida continue. 
per il resto non sono affari miei, vedró se riesco a trovare una soluzione. 
 

buona serata 

Il bambino urla come tutti i bambini di 2 anni, chi più chi meno. Sci sono bimbi più capricciosi, bambini meno.

Il bimbo vicino dei due suoceri, anni 2, piange tutte le sere dalle 7 in poi.

il mio compagno da piccolo piangeva tutte le sere.

Non c’entrano disagi, fanno i bambini.

A volte ci sono situazioni che portano un bambino a fare molto più baccano del normale. Mio figlio (nato prematuro dopo una gestazione problematica), oggi laureando, è stato affetto fin da piccolo da ADHD (sindrome ipercinetica e deficit di attenzione), una situazione dovuta a disordine dei neurotrasmettitori, che si risolve spontaneamente verso i venti anni di età. Ore e ore a correre continuamente, a saltare sul divano o sul letto, a spostare sedie e tavoli per costruire "casette". Una vita familiare difficile: sempre fuori al parco, tempo permettendo, non poter andare tutti assieme in pizzeria o al cinema o in vacanza in albergo, nessuno che ti invita a una festa di compleanno, i vicini e i genitori dei compagni di scuola che ti guardano con atteggiamento di superiorità giudicandoti incapace di educare. Iscrizione a tutte le attività sportive di movimento possibili: karatè, taekondo, judo, calcio, ... "Studiare" voleva dire che io o mia moglie a turno gli leggevamo il testo e lui lo ripeteva mentre tirava calci in sala a un pallone di spugna . Avevamo provato anche un farmaco apposito (letargizzante) ma si addormentava a scuola e poi non è giusto dare psicofarmaci a dei bambini. Abbiamo cambiato casa per disturbare meno. Insomma: uno stress immenso anche per noi (non solo per i vicini), di fronte al quale io e mia moglie siamo miracolosamente riusciti a sopravvivere come famiglia sopratutto grazie a dei nonni fantastici e solo adesso viviamo un po' di normalità e di rilassatezza.

  • Mi piace 1
Alexhandra dice:

Io ho già risposto più sopra dicendo che “vedrò che cosa fare”, ma ho chiesto aiuto qui perché non intendo passare alle “cattive”, al massimo avevo pensato ad una lettera di un avvocato. E per ora non intendo fare nemmeno quello, ho solo cercato consigli, e invece leggo giudizi da gente che non vive sotto lo stesso tetto con me e minimizza soltanto. 
sì, secondo me il bambino non sta bene, e non intendo affatto dire che ha un handicap, perché l’ho visto, magari ha solo dei disagi dovuti chissà a quali problemi. Non ho accusato nessuno, immagino che anche loro siano stressati, ma dato che sono 2 anni di strilli e grida tutti giorni che quasi sembra che soffochi e si rompa le corde vocali, penso che una che dice “hai finito?” E poi gli fa qualche urlaccio, forse non sta adottando il metodo migliore. 
penso che siano pensieri che mi siano consentiti, dato che mi fa male il cervello dalle grida continue. 
per il resto non sono affari miei, vedró se riesco a trovare una soluzione. 
 

buona serata 

Noto spesso che quando uno scrive qui e poi non vede la risposta che desidera, diventa un po' insofferente.

Secondo me si dovrebbe capire che il forum non è tanto uno sfogatoio per trovare l'amica che ti consola, ma trovi persone che ti danno un parere tecnico.

Umanamente capisco bene il disagio dell'avere vicini simili, ma a chi scrive sul forum cerco di dare un parere tecnico, perchè immagino che chi cerca aiuto su un forum tecnico abbia bisogno di sapere cosa e come muoversi. 

Nessuno giudica te,  analizziamo la situazione.   Scrivere che un bambino ha problemi non significa che tu abbia piu' ragioni perchè anche se li avesse, non cambia la risposta che ti darebbe un giudice, anzi a maggior ragione un giudice direbbe "bè però se è autistico (poniamo,per esempio) e strilla, signora deve avere pazienza, è la sua condizione".   Cosa vuoi che dica del resto ?   un bimbo piccolo non lo spegni, non ci ragioni.

Se invece vuoi la compassione, la comprensione..forse ti serve di piu' parlare con un'amica e sfogarti un po', serve sempre un caffè con un'amica.

 

madly dice:

A volte ci sono situazioni che portano un bambino a fare molto più baccano del normale. Mio figlio (nato prematuro dopo una gestazione problematica), oggi laureando, è stato affetto fin da piccolo da ADHD (sindrome ipercinetica e deficit di attenzione), una situazione dovuta a disordine dei neurotrasmettitori, che si risolve spontaneamente verso i venti anni di età. Ore e ore a correre continuamente, a saltare sul divano o sul letto, a spostare sedie e tavoli per costruire "casette". Una vita familiare difficile: sempre fuori al parco, tempo permettendo, non poter andare tutti assieme in pizzeria o al cinema o in vacanza in albergo, nessuno che ti invita a una festa di compleanno, i vicini e i genitori dei compagni di scuola che ti guardano con atteggiamento di superiorità giudicandoti incapace di educare. Iscrizione a tutte le attività sportive di movimento possibili: karatè, taekondo, judo, calcio, ... "Studiare" voleva dire che io o mia moglie a turno gli leggevamo il testo e lui lo ripeteva mentre tirava calci in sala a un pallone di spugna . Avevamo provato anche un farmaco apposito (letargizzante) ma si addormentava a scuola e poi non è giusto dare psicofarmaci a dei bambini. Abbiamo cambiato casa per disturbare meno. Insomma: uno stress immenso anche per noi (non solo per i vicini), di fronte al quale io e mia moglie siamo miracolosamente riusciti a sopravvivere come famiglia sopratutto grazie a dei nonni fantastici e solo adesso viviamo un po' di normalità e di rilassatezza.

Grazie per la tua risposta. 
come ho precedentemente detto, immagino che anche i genitori siano stressati avendo in casa un bambino che si comporta così, ho solo aggiunto, che da ciò che sento, e dai comportamenti che hanno anche nei nostri confronti, (specie lei, e non sto qui a raccontare altre cose) forse non fa tutto quello che potrebbe per calmarlo. Ma magari mi sbaglio. 
 

per quanto riguarda le risposte di tutti gli altri: io sono venuta qui per chiedere consigli su cosa si può fare, non per fare della psicanalisi a qualcuno o per essere psicanalizzata io, o per sentirmi dire addirittura che “siccome non ho figli, non capisco”. Nessuno di voi sa quale è la mia situazione, perché non ho figli, se davvero non ne ho, che tipo di bambina sono stata io (perché qualcuno si è anche arrogato  il diritto di dirmi che “anche io facevo capricci in quel modo”. E che caspita ne sai tu? Per tua informazione io sono sempre stata una bambina molto tranquilla, ma non dovrei neanche sprecare il mio tempo per giustificarmi), e che esperienza posso aver/aver avuto coi bambini. 
tra l’altro nessuno di voi è qui con me per poter sentire con le proprie orecchie che cosa succede e ci sono state persino illazioni di chi, tra le righe, dice che sono io intollerante per qualche capriccio. 

Siete voi che giudicate senza sapere niente e dite che io “ci rimango male se non ho la riposta che voglio”! Ma per piacere. 
 

Ho chiesto cosa si può fare. Mi sono state date risposte, ho ringraziato e detto che vedrò che cosa fare. 


Fine della storia 


 

Alexhandra dice:

, dai comportamenti che hanno anche nei nostri confronti, (specie lei, e non sto qui a raccontare altre cose) forse non fa tutto quello che potrebbe per calmarlo. 

Per me è questo "giudicare". 

 

Saluti

SisterOfNight dice:

Per me è questo "giudicare". 

 

Saluti

Spiacente di deluderti, ma io non ho emesso una sentenza, ho detto “forse”. È italiano. 
E poi estrapolare una frase da un contesto, togliendo quindi il vero significato, lo fa travisare, non ha nessun senso. 
Ah, hai anche cancellato ciò che ho scritto subito dopo: “magari mi sbaglio”. 
Complimenti per la (s)correttezza, con cui hai cercato di farmi passare per la persona che non sono. 🙂
 

Saluti a te!
 

Modificato da Alexhandra
Ospite
Questa discussione è chiusa.
×