Vai al contenuto
pescara

Conflitto di interesse dell'amministratore condomino

Vorrei sapere se l’amministratore che è anche condomino ha diritto di voto in sede di approvazione del bilancio consuntivo e preventivo. Può considerarsi approvato il bilancio consuntivo se non si raggiunge 1/3 del valore dello stabile escludendo i millesimi del condomino amministratore? Quali sono i casi di conflitto di interesse per l’amministratore condomino?

Grazie

Distinti saluti

Essere amministratore non priva dei propri diritti di condomino. Ovviamente.

Vorrei sapere se l’amministratore che è anche condomino ha diritto di voto in sede di approvazione del bilancio consuntivo e preventivo. Può considerarsi approvato il bilancio consuntivo se non si raggiunge 1/3 del valore dello stabile escludendo i millesimi del condomino amministratore? Quali sono i casi di conflitto di interesse per l’amministratore condomino?

Grazie

Distinti saluti

Sarebbe opportuno, ma non obbligatorio che l'amministratore potenzialmente in conflitto d'interesse votando favorevole al bilancio da lui stesso presentato, stia astenuto, ad evitare una eventuale impugnazione da parte dei condomini contrari, astenuti od assenti;

 

... Peraltro, per detti condòmini non vige un obbligo di astenersi dalla votazione, ma una mera facoltà, di talché qualora gli stessi partecipassero comunque alle votazioni, i restanti condòmini non potrebbero far altro che impugnare la deliberazioni, dimostrando la sussistenza del conflitto di interessi. ...

Fonte https://www.condominioweb.com/il-conflitto-di-interessi-in-condominio.12158#ixzz5C05vgBlx

Sarebbe opportuno, ma non obbligatorio che l'amministratore potenzialmente in conflitto d'interesse votando favorevole al bilancio da lui stesso presentato, stia astenuto, ad evitare una eventuale impugnazione da parte dei condomini contrari, astenuti od assenti;

 

... Peraltro, per detti condòmini non vige un obbligo di astenersi dalla votazione, ma una mera facoltà, di talché qualora gli stessi partecipassero comunque alle votazioni, i restanti condòmini non potrebbero far altro che impugnare la deliberazioni, dimostrando la sussistenza del conflitto di interessi. ...

Fonte https://www.condominioweb.com/il-conflitto-di-interessi-in-condominio.12158#ixzz5C05vgBlx

Concordo e forse è opportuno sottolineare l'importanza di quel "dimostrando" .

 

Il conflitto di interessi non deriva in automatico dal ruolo di amm.re e condòmino, bensì va , appunto, dimostrato da chi ritenga di opporlo nel singolo caso specifico.

Infatti.

 

E se così non fosse si avrebbe che il condòmino che, quale amm.re, per il proprio condominio lavora più di tutti gli altri...sarebbe assurdamente castrato dal diritto di proferire parola nella gestione di ciò che è anche suo.

E infatti, da quanto dice il link si tratta di conflitto d'interesse quando;

 

– il voto del condomino in conflitto è stato determinante per l’assunzione della delibera: in altre parole, se anche senza il suo voto la decisione dell’assemblea sarebbe stata la stessa, la delibera non è viziata;

Ed in questo caso particolare da quanto dice l'OP pescaraè proprio così, infatti dice al 1° post:

 

- Può considerarsi approvato il bilancio consuntivo se non si raggiunge 1/3 del valore dello stabile escludendo i millesimi del condomino amministratore

Per cui se aggiungendo i mlm e voto del condomino amministratore si giunge all'approvazione, c'è conflitto d'interesse.

 

Per cui si potrebbe impugnare, la parola a questo punto passa al Giudice.

E infatti, da quanto dice il link si tratta di conflitto d'interesse quando;

 

– il voto del condomino in conflitto è stato determinante per l’assunzione della delibera: in altre parole, se anche senza il suo voto la decisione dell’assemblea sarebbe stata la stessa, la delibera non è viziata;

Ed in questo caso particolare da quanto dice l'OP pescaraè proprio così, infatti dice al 1° post:

 

- Può considerarsi approvato il bilancio consuntivo se non si raggiunge 1/3 del valore dello stabile escludendo i millesimi del condomino amministratore

Per cui se aggiungendo i mlm e voto del condomino amministratore si giunge all'approvazione, c'è conflitto d'interesse.

 

Per cui si potrebbe impugnare, la parola a questo punto passa al Giudice.

Non direi proprio.

 

Questo che segue è mio copia-incolla da tuo link :

 

"Se il condomino, nonostante il conflitto di interessi, vota ugualmente, la delibera dell’assemblea non è automaticamente nulla, ma può essere annullata solo se sussistono i tre seguenti presupposti:

– il voto del condomino in conflitto è stato determinante per l’assunzione della delibera: in altre parole, se anche senza il suo voto la decisione dell’assemblea sarebbe stata la stessa, la delibera non è viziata;

– il condomino aveva un effettivo interesse personale;

– il condominio ha subito un danno.

 

I presupposti correttamente elencati nel tuo link, come chiarissimamente scritto dall'autore dell'articolo che tu citi e io riporto, devono sussistere TUTTI E TRE, e NON "uno dei tre a scelta".

 

A latere : mi piace molto la tua "firma forumistica" mutuata dall'Alfieri : "Leggere, come io l'intendo, vuol dire profondamente pensare".

Non direi proprio.

 

... ma può essere annullata solo se sussistono i tre seguenti presupposti:

– il voto del condomino in conflitto è stato determinante per l’assunzione della delibera: in altre parole, se anche senza il suo voto la decisione dell’assemblea sarebbe stata la stessa, la delibera non è viziata;

– il condomino aveva un effettivo interesse personale;

– il condominio ha subito un danno.

Bhe non c'è dubbio che l'amministratore/condomino ha l'interesse di far approvare il proprio consuntivo (come dire ... l'oste non dirà mai che il suo vino non è buono)

 

Per un eventuale danno al condominio deciderà il Giudice, appunto perchè l'amministratore/condomino ha votato per se stesso

 

Comunque non sta a me decidere, ma ci sono fondati sospetti per un conflitto.

 

p.s. torno a ripetere che in casi del genere sarebbe molto meglio che l'amministratore/condomino stia astenuto e lasci ai presenti all'assemblea decidere, così da non causare eventuali impugnazioni e spese per tutti, solo così si eliminano alla base tutte le discussioni.

Bhe non c'è dubbio che l'amministratore/condomino ha l'interesse di far approvare il proprio consuntivo (come dire ... l'oste non dirà mai che il suo vino non è buono)

 

Per un eventuale danno al condominio deciderà il Giudice, appunto perchè l'amministratore/condomino ha votato per se stesso

 

Comunque non sta a me decidere, ma ci sono fondati sospetti per un conflitto.

E certo che non sta a te decidere.

 

Importante (penso per coscienza mia) è di far comprendere a chi posta il quesito che...quando il Giudice lo deciderà, lo farà a spese di chi risulterà soccombente (ossia in torto), e che sarà aritmeticamente in torto quell'ingenuo "impugnante" che non sia in grado di dimostrare due presupposti su tre, e cioè :

 

- che il condòmino amm.re perseguisse un interesse personale IN CONFLITTO con l'interesse generale; e che

 

- il condominio abbia da questo subito un danno (che ovviamente è anche questo da DIMOSTRARE, e NON da immaginare).

 

Chiarito questo...chiarito tutto.

 

Però chiariamola tutta, se è vero che vogliamo PROVARE a dare una mano a chi posta un quesito.

E certo che non sta a te decidere.

 

Importante (penso per coscienza mia) è di far comprendere a chi posta il quesito che...quando il Giudice lo deciderà, lo farà a spese di chi risulterà soccombente (ossia in torto), e che sarà aritmeticamente in torto quell'ingenuo "impugnante" che non sia in grado di dimostrare due presupposti su tre, e cioè :

 

- che il condòmino amm.re perseguisse un interesse personale IN CONFLITTO con l'interesse generale; e che

 

- il condominio abbia da questo subito un danno (che ovviamente è anche questo da DIMOSTRARE, e NON da immaginare).

 

Chiarito questo...chiarito tutto.

 

Però chiariamola tutta, se è vero che vogliamo PROVARE a dare una mano a chi posta un quesito.

Torno a dire, se l'amministratore è anche condomino se non sta astenuto difficilmente voterà contro il proprio bilancio, per cui già questo potrebbe essere un fatto negativo contro di lui e far decidere dal Giudice per un conflitto d'interesse.

 

Stia astenuto che è meglio!

 

Voler per forza votare e a suo favore con voto determinante peggiora la sua posizione.

Torno a dire, se l'amministratore è anche condomino se non sta astenuto difficilmente voterà contro il proprio bilancio, per cui già questo potrebbe essere un fatto negativo contro di lui e far decidere dal Giudice per un conflitto d'interesse.

 

Stia astenuto che è meglio!

 

Voler per forza votare e a suo favore con voto determinante peggiora la sua posizione.

Mi limito a farti notare, a stregua dell'articolo che TU hai linkato, che stai inventando una lettura che da quell'articolo NON è consentita.

 

I presupposti per impugnare una delibera votata dall'amm.re /condòmino sono TRE , e non quello che scegli tu, fra i tre IMPRESCINDIBILI., e da cui pretendi pure di derivarne (perchè lo dici tu) gli altri due!!!!

 

D'altra parte...basta Logica Semplice a farsene una ragione : se il fatto di essere amm.re e condòmino fosse (come tu mostri di pensare) la ragione di un sicuro conflitto di interessi... e che senso avrebbe distinguere ? Basterebbe Giurisprudenza ad affermare "il condòmino-amm.re è sempre da considerarsi in conflitto di interessi, e quindi gli è precluso il diritto di voto"!

 

Invece NON è affatto così, come da link che TU hai postato.

Mi limito a farti notare, a stregua dell'articolo che TU hai linkato, che stai inventando una lettura che da quell'articolo NON è consentita.

 

I presupposti per impugnare una delibera votata dall'amm.re /condòmino sono TRE , e non quello che scegli tu, fra i tre IMPRESCINDIBILI., e da cui pretendi pure di derivarne (perchè lo dici tu) gli altri due!!!!

 

D'altra parte...basta Logica Semplice a farsene una ragione : se il fatto di essere amm.re e condòmino fosse (come tu mostri di pensare) la ragione di un sicuro conflitto di interessi... e che senso avrebbe distinguere ? Basterebbe Giurisprudenza ad affermare "il condòmino-amm.re è sempre da considerarsi in conflitto di interessi, e quindi gli è precluso il diritto di voto"!

 

Invece NON è affatto così, come da link che TU hai postato.

Sta al Giudice decidere, qui mi fermo.
Sta al Giudice decidere, qui mi fermo.

Questo lo avevi già scritto e ti avevo già risposto che il Giudice lo deciderà a spese di chi avrà torto, per cui...forse è bene informarne BENE chi chi crede di avere ragione e (invece) potrebbe avere torto. (perchè le spese legali le pagherà lui, non tu e non io),

 

Se per te non fosse importante questo "dettaglio", ti dico solo che per la mia coscienza è invece moltissimo importante.

Questo lo avevi già scritto e ti avevo già risposto che il Giudice lo deciderà a spese di chi avrà torto, per cui...forse è bene informarne BENE chi chi crede di avere ragione e (invece) potrebbe avere torto. (perchè le spese legali le pagherà lui, non tu e non io),

 

Se per te non fosse importante questo "dettaglio", ti dico solo che per la mia coscienza è invece moltissimo importante.

Ciao MADDY60, sembra che tu abbia già la sentenza in tasca 🙂
Ciao MADDY60, sembra che tu abbia già la sentenza in tasca 🙂
×