Vai al contenuto
wm_mw

Comune: concessione per una recinzione

ciao a tutti

 

vorrei chiederVi la vostra modesta opinioni in riguardo a una recinzione.

 

il caso è quello:

purtroppo sono in una sorta di lite con un nostro vicino e per quello ho deciso di costruire una recinzione di metallo (senza muro) con una altezza tra 1,4 e ~2m e lunghezza di ~5m. quello già a aprile di questo anno.

 

ovvio al nostro vicino non piaceva, ma visto che legalmente non poteva fare nullo (la recinzione è costruito su proprietà nostra), si rivaleva al comune e quindi al giorno prossimo la polizia municipale a misurato la nostra recinzione.

 

cmq nel frattempo sono stati elezioni comunali e il nuovo referente di competenza (che era un amico di scuola del figlio del nostro vicino...) richiede oralmente che dobbiamo fare richiesta al comune per ricevere la concessione (ovviamente pagando tasse etc.). quindi ho risposta tramite una lettera che, secondo me per una tale recinzione soltanto costruito in metallo, non ho bisogno di un permesso da parte del comune.

 

adesso un paio di giorni fa (ed ~4 mesi dopo la polizia locale ha misurato tutto quanto) ho ricevuto una lettera del comune (normale lettera - non a/r) nel quale mi chiedono di ridurrere la recinzione ad un massimo di 1,8 e di fare richiesta di concessione al comune.

 

quindi vorrei chiederVi la vostra opinione in merito e specificamente:

1) secondo voi avevo dovuto fare richesta di una concessione o al meno di dare una comunicazione di inizio lavoro?

2) esiste un tempo di prescrizione entro il quale il comune si deve muovere? praticamente hanno fatto niente per più di 90 giorni. Possono fare un provvedimento anche dopo un così lungo periodo?

 

Vi ringrazio in anticipo

Non tutti i comuni italiani hanno la stessa regola per cui per avere tutte le notizie che ti interessano, sarà necessario che tu legga il Regolamento Edilizio del Comune dove è posizionata questa recinzione.

ho letto il regolamento edilizio ma purtroppo li non è regolato questo caso specifico.

praticamente dal regolamento è chiaro che è necessario di richiedere una concessione se si costruisce una recinzione fatto da un muro (in tutto o anche soltanto in parte) e che per "recinzioni aperte, prive di basamento in zone esterne, se usate per l’area del cortile di un’azienda agricola, per la pastorizia, l’agricoltura, l’ortifloricoltura a scopo di guadagno o per la tutela di vivai forestali e di riserve di caccia" non è necessario nè concessione nè denuncia di inizio dei lavori.

entrambi i casi non mi riguardano in specifico.

secondo me, visto che la recinzione è costruito soltanto da metallo, non è necessario nè concessione nè denuncia di inizio dei lavori - ma ovvio è soltanto l'opinione mia ^^

Potrebbero aiutarti alcuni riferimenti giurisprudenziali:

 

Tar Lazio sentenza n. 5276/2013 “le opere di recinzione del terreno non si configurano come nuova costruzione, per la quale è necessario il previo rilascio di permesso di costruire, quando, per natura e dimensioni, rientrino tra le manifestazioni del diritto di proprietà, comprendente lo ius excludendi alios o, comunque, la delimitazione e l'assetto delle singole proprietà”.

 

Leggi anche qui:

 

http://www.exeo.it/free/assoggettamento-recinzione-a-permesso-di-costruire

 

In sostanza, la recinzione in oggetto non dovrebbe essere soggetta a "permesso" con relativo onere, ma alla semplice CIL o CILA che prevedono solo una semplice carta bollata.

 

Un geometra del posto dovrebbe suggerirti eventuali norme "locali" contrastanti la norma nazionale.

×