Vai al contenuto
ManOwaR

Amministratore nominato senza averne i requisiti. Quali conseguenze?

Buongionro a tutti.

Può capitare, e purtroppo capita, che a fronte di un preventivo redatto in modo professionale con atto di notorietà, requisiti dichiarati, formazione periodica fatta ecc... sia approvato quello di un "amminstratore" che presenta come preventivo una mail con scritto l'onorario e basta.

Senza dichirazioni, senza dire se è soggetto ad iva ecc... semplicemente preché più basso. Spesso ai condomini importa questo, non interessa neanche verificare i requisiti degli "amministratori".

Supponiamo che questo in realtà non abbia i requisiti per svolgere la professione.

Quali sono, se ci sono, le conseguense per i conodmini per gli atti da lui compiuti? Finché va tutto bene, ok, ma in caso di problemi?

In nominato può sempre eccepire che non gli è stato chiesto niente e che il preventivo è stato approvato... mi dicono di casi di persone così che non fannno la nota integrativa, presentano conteggi senza nessun riscontro ecc... ma alla fine ai condomini va bene.

Grazie!

http://www.confedilizia.it/Dopo%20la%20riforma%20del%20condominio,%20chi%20pu%C3%B2%20fare%20l'amministratore.pdf

art 71bis nulla prevede..

a mio avviso i requisiti devono essere posseduti dall'amministratore sin dall'atto della nomina, e dalla presentazione del suo onorario che deve essere specificato in ogni singola voce, per quanto possibile .

Diversamente, potrebbe verificarsi una differenza di trattamento tra candidati amministratori e una violazione del diritto di concorrenza che, addirittura, potrebbe risultare sleale.

Ok, grazie.

Vorrei però sapere se nel nominare una persona che non ha i requisiti i condomini (o l'assemblea in genere) rischia qualcosa, come ad esempio di prendersi in carico conseguenze per errori dell'amministratore che dovrebbero essere a lui imputate.

Grazie

×