Vai al contenuto
roslid

Assemblea straordinaria per discutere su un argomento delicato

Buongiorno. Mi scuso se Vi disturbo ancora. Il prossimo giovedì si terrà un’assemblea straordinaria per discutere su un argomento delicato alla quale dovrò partecipare per conto di mia figlia unica proprietaria di un piccolo appartamento. I dati sono I seguenti:

 

N° 2 condomini impugnano il bilancio 2013

Amministratori: attuale nominato il 16/05/2016, dimissionario 15/05/2016

L’amministratore uscente non ha depositato in Tribunale la documentazione giustificativa e non ha nominato un CTP del condominio

Il CTU ha relazionato le sue deduzioni contabili, naturalmente, a sfavore del condominio all’inizio di gennaio 2017 sbagliate o meno che siano. Nessuna controdeduzione è stata fatta dal condominio al CTU.

Si precisa che i due condomini impugnatari del bilancio hanno anticipato sia l’onorario al CTU sia 1.500 euro di onorario per il loro legale

Con 2 raccomandate a.r. inviate nel 2017 chiedevo cortesemete all’amministratore attuale di inviarmi copie delle comunicazioni intercorse tra il legale del condominio e l’amministratore ( uscente ).

N° 3 condomini hanno scritto con a.r. ( di cui sono in possesso di una copia ) all’amministratore di avere forti dubbi sull’operato del legale del condominio in quanto non ha avvertito l’amministratore uscente in tempo scagionandolo da ogni responsabilità, in sostanza hanno chiesto all’amministratore di fare luce su tale situazione

L’amministratore attuale mi ha risposto che non è assolutamente tenuto per legge, dopo tutto a titolo gratuito, ad interessarsi di una lite che riguardava il periodo precedente alla sua nomina ma che era in possesso di una copia di una PEC con la quale il legale del Condominio invitava l’amministratore dimissionario a presentare in Tribunale la documentazione giustificativa del bilancio 2013 e di nominare un CTP del condominio per contestare le deduzioni del CTU. A tutt’oggi nessuna copia , nonostante l’ultimo sollecito inoltrato con la mia seconda a.r., non mi ha inviato nessuna copia della PEC. Mi ha riferito che sarebbe più giusto chiedere copia delle comunicazioni direttamente al legale del condominio

Il Giudice, a gennaio 2018, ha sentenziato: ...ha integralmente compensato tra le partile spese processuali, ivi comprese quelle del CTU..il legale del condominio ha presentato una parcella ammontante a euro 8.500 + R.A. a carico del condominio che si dovrà discutere, come ho detoo, giovedi prossimo in assemblea. E P.Q.M. vorrei sapere cortesemente:

 

uscente devo rivolgermi e scrivere al legale del condominio? E in che modo? Nel caso di sì posso allegare copia della a.r. dei 3 condomini senza dover incorrere in qualche querela per la privacy? La legge me lo consente?

E’ vero che l’amministratore non è responsabile e non per tenuto per legge ad occuparsene? In caso negativo mi domando: il condomino a chi si dovrebbe rivolgere per ricevere informazioni ?

Nella ripartizione della spesa devono partecipare anche i due condomini che hanno impugnato il bilancio? Se si, Mi domando: che fine fanno le spese già anticipate da loro al loro legale? Come si potrebbe accertare la verità conoscendo l’avidita dei due condomini?

In tutto, questa poca chiarezza ho l’impressione che si vuole difendere il vecchio amministratore a danno dell’operato del legale di fiducia del condominio. Resto in attesa e cordialmente Vi saluto.

Modificato da roslid
uscente

Ciao 

Cerco di darti una risposta di indirizzo visto che la situazione mi sembra ormai andata.

Per prima cosa dovresti accertare Chi ha deliberato di di resistere alla contestazione di due condomini e se in questi anni ci sono state comunicazioni all'assemblea in merito all'azione in corso. Infatti è strano che in 5 anni nessuno sappia nulla né cosa sia la contestazione. Anche la parcella del legale mi sembra per un'attività piuttosto intensa vista l'entità della somma richiesta. E anche la sentenza del giudice che ha compensato le spese è un segnale dove Comunque riconosce dei diritti al condominio

Sarebbe da chiarire in cosa è consistita l'opposizione e avere una relazione dall'avvocato sull'operato dello stesso.

 

Ciao Camillo. Quando i due condomini hanno impugnato il bilancio l’allora amministratore non ha convocato nessuna assemblea per dare la possibilita’ A continuare o desistere alla lite quindi nessuna comunicazione e’ sta fatta all’assemblea. L’amm re attuale mi ha passato una pec di tre condomini che lo invitavano ad interessarsi profondamente alle comunicazioni tra l’avvocato del condominio e l’allora precedente amministratore per cui volevo sapere se posso inviare una pec all’avv del Condomini.per ottenere le copie ma allegando la pec dei tre senza poter incorrere in querela da parte dei 3 condomini. Ti chiedo infine Se chiedere informazioni all avv sia un suo diritto. Hai ragione la parcella e’ troppo onerosa e perciò penso che tutto è ‘ a carico del condominio.....potresti delucidarmi più chiaramente? Grazie

ciao

devi rivolgerti all'attuale amministratore e chiedere a lui di riferirti in merito all'iter della causa promossa dal condominio, accertando il mandato al legale, le pratiche svolte, e chi ha autorizzato il tutto, e il dettaglio del conteggio degli € 8.500  e oltre, e così si potrà capire meglio quanto e come svolto il mandato sia del vecchio amministratore che dell'avvocato.

Con tali documenti avrai i mezzi di valutazione sufficienti per una valutazione complessiva.

Condivido i tuoi consigli che mi hai posto nella tua prima risposta. Mentre per la tua seconda risposta ho dato uno sguardo ai verbali e corrispondenza varia.

 

La citazione che impugnava il bilancio 2013 pervenne al Condominio nella prima decade di marzo 2014 ( amm.re Dott. Anastasio V… );

 

Il Consiglio dei Condomini, su parere dell’avvocato del Condominio, consigliò che era opportuno convocare subito un’assemblea straordinaria per sentire decidere tutti I condomini se volevano continuare la lite o desistere. Il dott Anastasio convocò l’assemblea per il 28-29/03/14 ma la stessa andò deserta ( presenti 3 condomini e il Consiglio ).

 

Il dott. Anastasio , verso la metà di apr. 2014, senza convocare un’ulteriore riunione, si recò sullo studio dell?avv. Sublime E….. a firmare il mandato per continuare la lite in questione. Ma il 15/05/2016, come comunicato all’inizio del quesito, diede le dimissioni da amministratore.

 

Il 16/05/16 subentrò, come nuovo amm re del condominio, l’Avv. Solofra V…;

 

Anche questo amm re, purtroppo, non ha mai convocato un’apposita riunione per far sapere ai partecipanti ilcondominio dell’andamento della lite, nonostante si sia attivato a recepire soltanto la seguente documentazione presso l’Avv. Sublime:

Copia atto di citazione.

Copia della memoria difensiva del condominio.

Copia della memoria ex art. 186 c. 6 n. 2 redatta dall’avv. Sublime e niente più.

 

Nel mese di nov. 2016 inviai, per conto di mia figlia, 2 racc. a.r. all’amm re con preghiera e cortesia di avere relazione dettagliata sull’andamento della causa in base alla documentazione in suo possesso ricevuta dall Avv. Sublime. Non ho mai ricevuto risposta alle 2 a.r.!!!!

Nell’avviso di convocazione la cui riunione, come ho già detto, è stata indetta per giovedì prossimo ha comunicato a tutti I condomini che il suo interessamento ( più che sufficiente ) ad ottenere le copie dei suddetti documenti è un cadeaux a titolo gratuito per il condominio in quanto la legge condominiale lo tutela perchè la lite giudiziale è avvenuta non nel periodo della sua gestione!. Si può dire che al danno si è aggiunta anche la beffa???…..Ma è veramente giusto quello che dice l’amministratore Avv. Solofra che la legge lo tutela così sfacciatamente? Non ci posoo pensare: aiutami tu Camillo! Infine mi ha comunicato che il condominio non ha presentato la documentazione giustificativa del bilancio2013 al CTU nominato dal Tribunale e che in base alle deduzioni contabili del CTU il condominio non ha nonitao un CTP di parte per le opportune controdeduzioni e che il Giudice con sntenza definitiva ha condannato le parti compensando le spese processuali ( ma che significano? ) la cui specifica delle fasi comprensive di CPA 4% + Sp. Generali 15% + IVA 22% è:

 

introduttiva 1.100,00

istruttoria 1.800,00

studio 2.100,00

decisionale 3.500,00

-----------

8.500,00

+ R.A.

=======

Non ci capisco contabilmente niente e non esiste una specifica dettagliate delle voci che compongono il totale di € 8,500,00. Caro Camillo non ho più notizie da darti per sapere come scrivere al legale Sublime, come scrivere all’amm Solofra e cosa dichiarare nel verbale pr arrivare a sapere chi ha commesso la grave inadempienza anche se sarò costretto a pagare, ma almeno avere la soddisfazione di dire qualcosa a questa persona inconsciente che nella vita non ci si comporta così. La trasparenza è tutto nella vita. Ti ringrazio.

 

×