Vai al contenuto
Patrizia Fortuna

Ripartizione spese ascensore solo tra condomini che ne fanno uso

 

Buon giorno.

Da circa un anno è stato installato nel nostro stabile d'epoca un ascensore, entrato  ufficialmente in funzione 

maggio/giugno,  il quale viene usato da  sei condomini su dieci ( spese  di installazione e manutenzione

a loro carico come da approvazione  assemblea).

 All'assemblea annuale 2019,  dove viene presentato il consuntivo delle spese 2018, ho notato che tutte

le spese inerenti all'ascensore, incluse le luci di cortesia poste al di sopra delle uscite ai piani dello stesso,

sono state conteggiate assieme alle luci scale, apriporta  e citofono con un unico importo e  sotto

un' unica  voce  LUCE SCALE.

Quando ho fatto rilevare all'amministratore questa strana e poco chiara  soluzione, l'amministrazione

ha detto che essendoci un unico contattore trifase,   avrebbe usato un forfait,  in base agli importo

di 5 anni precedenti della voce LUCE SCALE , per calcolare la ripartizione e quindi i due importi.

- Luce scale 6 lampade (non so i watt) + apriporta elettrico  e citofono portone 40% del totale spese

- Ascensore con luce interna accesa 24 ore su 24 + 6 luci di cortesia esterne alle porte di uscita

 

ai piani  dell'ascensore  60%

 Rimanendo allibita della percentuale  vicina dei due importi, chiedo se è  nel diritto del quattro

inquilini che non usufruiscono ne partecipano alle spese dell'ascensore,  richiedere un sistema

più chiaro e reale  di calcolo, magari con un contattore di consumo o a defalco per le spese

luci scale + citofono+ apriporta,  che divida  chiaramente i DUE CONSUMI.

Ringrazio

Modificato da Patrizia Fortuna
PUBBLICAZIONE PARZIALMENTE TAGLIATA
Patrizia Fortuna dice:

- Luce scale 6 lampade (non so i watt) + apriporta elettrico  e citofono portone 40% del totale spese

- Ascensore con luce interna accesa 24 ore su 24 + 6 luci di cortesia esterne alle porte di uscita ai piani  dell'ascensore  60%

 Rimanendo allibita della percentuale  vicina dei due importi, chiedo se è  nel diritto del quattro inquilini che non usufruiscono ne partecipano alle spese dell'ascensore,  richiedere un sistema più chiaro e reale  di calcolo, magari con un contattore di consumo o a defalco per le spese luci scale + citofono+ apriporta,  che divida  chiaramente i DUE CONSUMI.

Di sicuro con un contatore a defalco avrete un calcolo senza errori.

Sicuro che in quel 40% ci sono solo la luce scale + apri porta elettrico  e citofono portone?

Non avete anche un'autoclave che porta l'acqua su?

Nel mio condominio l'autoclave incide per un 40% circa

Leonardo53 dice:

Di sicuro con un contatore a defalco avrete un calcolo senza errori.

Sicuro che in quel 40% ci sono solo la luce scale + apri porta elettrico  e citofono portone?

Non avete anche un'autoclave che porta l'acqua su?

Nel mio condominio l'autoclave incide per un 40% circa

Salve,

confermo solo 5 lampadine + apriporta + citofono.

Mi sembra veramente sproporzionato il calcolo.

Da voci di corridoio ho sentito che bisogna avere l'approvazione d'assemblea  anche per l'installazione di un contattore a defalco. Assurdo, ne va della correttezza di calcolo.

Patrizia Fortuna dice:

Salve,

confermo solo 5 lampadine + apriporta + citofono.

Mi sembra veramente sproporzionato il calcolo.

Da voci di corridoio ho sentito che bisogna avere l'approvazione d'assemblea  anche per l'installazione di un contattore a defalco. Assurdo, ne va della correttezza di calcolo.

Beh, un calcolo approssimativo ma che si avvicina di molto alla realtà, ve lo può fare un elettricista.

Se è cpome dici, di sicuro 6 lampadine + un apriporta non possono consumare il 40%; calcola, però, che anche i costi fissi della bolletta vanno ripartiti tra tutti e solo i kw effettivi consumati per l'ascensore vanno pagati a parte.

 

Se vi sembra tutto davvero così sproporzionato e non riuscite a trovare un accordo, l'unica cosa che resta da fare è votare contro l'approvazione del riparto consuntivo ed impugnare la delibera entro 30 giorni, cominciando dalla mediazione obbligatoria.

Costerà perchè in mediazione occorre essere assistiti obbligatoriamente da un avvocato di fiducia, ma se il gioco vale la candela per mettere dei paletti definitivi, sta a voi decidere sul da farsi.

Patrizia Fortuna dice:

 

Leonardo53 dice:

Beh, un calcolo approssimativo ma che si avvicina di molto alla realtà, ve lo può fare un elettricista.

Se è cpome dici, di sicuro 6 lampadine + un apriporta non possono consumare il 40%; calcola, però, che anche i costi fissi della bolletta vanno ripartiti tra tutti e solo i kw effettivi consumati per l'ascensore vanno pagati a parte.

 

Se vi sembra tutto davvero così sproporzionato e non riuscite a trovare un accordo, l'unica cosa che resta da fare è votare contro l'approvazione del riparto consuntivo ed impugnare la delibera entro 30 giorni, cominciando dalla mediazione obbligatoria.

Costerà perchè in mediazione occorre essere assistiti obbligatoriamente da un avvocato di fiducia, ma se il gioco vale la candela per mettere dei paletti definitivi, sta a voi decidere sul da farsi.

 

Leonardo53 dice:

Di sicuro con un contatore a defalco avrete un calcolo senza errori.

Sicuro che in quel 40% ci sono solo la luce scale + apri porta elettrico  e citofono portone?

Non avete anche un'autoclave che porta l'acqua su?

Nel mio condominio l'autoclave incide per un 40% circa

Ringrazio

Purtroppo i 30 gg. sono trascorsi Abbiamo perso tempo ad  

informarci sul da fare, senza trovare delle soluzioni definitive.

Mi sembra che dovremmo comunque  passare attraverso

il benestare degli altri condomini per richiedere il contattore

a defalco, mentre a mio parere  dovrebbe  essere l'unica

soluzione logica per una  chiarezza contabile.

 

Patrizia Fortuna dice:

dovrebbe  essere l'unica

soluzione logica per una  chiarezza contabile.

Concordo con te, ma si potrebbe anche trovare una soluzione equilibrata senza installare niente se fosse dimostrato almeno approssimativamente da un elettricista la bontà del riparto.

 

A pensar male si fa peccato ma...

6 condòmini su 10 direttamente interessati hanno la maggioranza numerica e millesimale per fare brutto e cattivo tempo ed hanno anche il potere di revocare un amministratore non compiacente e nominarne un altro compiacente.

Non conosco il tuo condominio e non mi permetto di esprimere giudizi, però....

la domanda nasce spontanea.

Un contatore a defalco costerà 20/30 euro e fatto montare costerà circa un centinaio di euro.

Perchè non lo fate mettere a spese dei 4 condòmini?

Se si opponessero all'installazione a vostre spese, allora si che ci sarebbe da pensar male davvero.

 

Per quanto riguarda l'impugnazione, ormai è andata ma il consiglio vale anche per l'approvazione del rendiconto dell'anno prossimo.

Buon giorno,

oggi  si terrà l'assemblea ordinaria con il consuntivo dell'anno precedente e il bilancio di questo.

Sono riuscita, con la firma di altri tre condomini coinvolti, a includere nell'ordine del giorno  la richiesta di un contattore elettrico differenziale per dividere i consumi luce scale e apriporta/video dai consumi dell'ascensore che non viene usato da tutti.

Ma qui viene il bello.

Io, se non verrà approvata la richiesta, ho intenzione di non approvare il bilancio, su consiglio di un avvocato, mentre gli altri tre condomini coinvolti, probabilmente per evitare diatribe, pur  riconfermando la  bontà della richiesta di un contatore separato, non se la sentono di fare altro. Quindi verrà approvata  il bilancio comunque vada .

A questo punto mi chiedo che forza possa avere un solo condomino anche se si oppone non approvando il bilancio?

Grazie per ogni chiarimento e consiglio.

Patrizia

 

Patrizia Fortuna dice:

Quindi verrà approvata  il bilancio comunque vada .

A questo punto mi chiedo che forza possa avere un solo condomino anche se si oppone non approvando il bilancio?

Beh, il tuo avvocato non ti ha spiegato tutto.

Se ti ha consigliato di non approvare il bilancio, hai la forza di impugnare la delibera cominciando con il richiedere una mediazione civile alla quale ti presenterai tu con il tuo avvocato ed il condominio con il proprio avvocato.

Se neanche in mediazione troverete un accordo su un riparto equo della bolletta, il contenzioso proseguirà in Tribunale e sarà il Giudice ad emettere la sentenza.

Intanto ti consiglio di votare contro l'approvazione del rendiconto e farlo mettere a verbale.

Poi avrai 30 giorni di tempo per consultarti con il tuo avvocato e decidere se proseguire per vie legali o lasciar perdere.

Grazie molte Leonardo53.

Piu' di una volta mi ha suggerito soluzioni che ho messo in atto.

 

Buona nuova.

Ieri, anche se controvoglia da parte di certi  condomini,  è stata approvata l'installazione di un contattore a defalco.

 

Modificato da Patrizia Fortuna
Patrizia Fortuna dice:

l'installazione di un contattore a defalco.

tieni presente che è solo l'inizio dellìopera...così si tiene conto solo dei consumi mentre

una parte importante del costo sono le quote fisse che per un ascensore chiedono

una rilevante potenza fruibile anche se il consumo dura poi pochi secondi.

×