Vai al contenuto
SILVERTEX

Revisione tabella millesimale contrattuale

Buon giorno. Vi chiedo informazioni su quanto in oggetto. Cerco di essere breve e chiaro.

Nella assemblea dell'anno 2016 un condomino ha chiesto la revisione delle tabelle millesimali. Viene approvata dalla maggioranza una prima ricerca per verificare se ci sono i presupposti della revisione con i soli 500+1 anziche la unanimità. Viene incaricato un tecnico specializzato.

Nella assemblera 2017 l'Amministratore inserisce il punto per la revisione avendo avuto relazione scritta dal tecnico che è possibile attuare la maggioranza prevista dall'articolo 1136 (500+1). La proposta di revisione viene quindi approvata con 698 mm. contro 109 mm.

Nella assemblea che andremo a fare in questo 2018, l'Amministratore ha inserito la analisi e la delibera della tabella millesimale nuova. Secondo il mio modesto giudizio non deve essere più approvata perchè la assemblea aveva dato lo scorso anno la approvazione alle eventuali modifiche. La nuova tabella deve già essere attuata senza altre delibere. Potrebbe succedere che chi ha avuto millesimi in più, e che lo scorso anno a votato si, potrebbe cambiare idea e l'assemblea potrebbe non approvarla perchè in minoranza. Tutte le spese fatte per ottenere tale tabella sono già state messe nel rendiconto consuntivo e a cosa sono servite?? Due anni fa abbiamo deliberato di rinnovare l'impianto di bagnatura dei giardini ma non è stata presentata una nuova analisi e una nuova delibera dell'opera eseguita nella convocazione dell'anno successivo. L'artcolo 69 -Disp.attuazione c.c. non dice che deve essere presentata nuovamente per la delibera. Vi ringrazio ed attendo Vostre gradite notizie.

SILVERTEX

Avere approvato che debba essere redatta una nuova tabella NON significa che tale tabella sia di fatto approvata "a prescindere", essa per esempio potrebbe essere stata redatta "a capocchia", oppure contenere degli errori, è necessario pertanto che qualsiasi tipo di tabella, contrattuale (all'unanimità) od assembleare (500 millesimi) sia portata in assemblea e solo in questa sede può essere approvata e divenire operativa: necessita delibera di approvazione

Buon giorno Alfonso e grazie per la tua risposta. Non può esserci faciloneria in un documento così importante perchè il lavoro viene affidato a uffici tecnici specialisti in tale compito. Abbiamo avuto tutti la relazione e i dati da poter verificare anche con tecnici di nostra fiducia personali. Chi ha redatto la tabella si assume eventuali responsabilità per quanto fatto. La mia preoccupazione che cambiamenti di umore da chi dovrà pagare qualcosa in più, che nella assemblea precedente aveva dato il consenso, porti a non raggiungere il quorum dei 500+1 e quindi tutto ciò che è stato speso e fatto, non è servito a nulla. Io interpereto in questo modo realistico la siotuazione. Grazie se mi vuoi rispondere. SILVERTEX

Buon giorno Alfonso e grazie per la tua risposta. Non può esserci faciloneria in un documento così importante perchè il lavoro viene affidato a uffici tecnici specialisti in tale compito. Abbiamo avuto tutti la relazione e i dati da poter verificare anche con tecnici di nostra fiducia personali. Chi ha redatto la tabella si assume eventuali responsabilità per quanto fatto. La mia preoccupazione che cambiamenti di umore da chi dovrà pagare qualcosa in più, che nella assemblea precedente aveva dato il consenso, porti a non raggiungere il quorum dei 500+1 e quindi tutto ciò che è stato speso e fatto, non è servito a nulla. Io interpereto in questo modo realistico la siotuazione. Grazie se mi vuoi rispondere. SILVERTEX

Capisco che possa non farti piacere quello che ho cercato di spiegarti in merito alle regole del condominio, devo purtroppo ribadire che l'approvazione delle tabelle in sede d'assemblea non è facocoltativa ma bensì OBBLIGATORIA, diversamente le stesse non potranno MAI essere applicate, le stesse possono essere fatte in maniera perfetta ma ciò non toglie che è necessario il passaggio in assemblea ed il rischio di spendere migliaia di euro per il tecnico con esito negativo è da mettere in conto. Dici che c'è la possibilità che non si raggiunga il quorum della maggioranza qualificata, figuriamoci se ci fosse stato bisogno della unanimità in caso di tabelle "contrattuali"................campa cavallo!

×