Vai al contenuto
Glenda Tomasoni

Nomina amministratore - serve una delibera dell' assemblea ad unanimità ?

Buonasera, abito in condominiocon 7 appartamenti, 8 proprietari ( uno e' in conproprieta'), fino a poco tempo fa ci amministravamo da soli ( la legge 220 del 2012 lo consente e non obbliga ad amministrazione esterna nel nostro caso)

Ora vorremmo nominare un amministratore esterno,

DOMANDA:Non essendo obbligatorio nominare un amministratore esterno (per legge visto che l' obbligo inizia con il nono condomino):, serve una delibera dell' assemblea ad unanimita'?

E se un condomino non firma il mandato per l'amministratore esterno, tale nomina e' impossibile? Ho capito correttamente?

Grazie

Non è necessaria l'unanimità per la nomina dell'amministratore in condominio con otto o meno condomini, in assemblea regolarmente convocata si potrà nominare l'amministratore con la maggioranza del 2°c. Art. 1136. cc 1° e 2° convocazione - maggioranza delle teste dei partecipanti all'assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dell'edificio (500 mlm)

La delibera sarà vincolante anche per chi non firma, infatti è sufficiente la firma del verbale del Presidente e Segretario.

Cosa succede se si ha la maggioranza delle teste che vuole un amministratore (3 teste 390 mlm) VS la maggioranza dei millesimi ( 2 teste e 610 mlm ) che non lo vuole ?

 

Non essendo obbligatorio l'amministratore si blocca tutto ?

Cosa succede se si ha la maggioranza delle teste che vuole un amministratore (3 teste 390 mlm) VS la maggioranza dei millesimi ( 2 teste e 610 mlm ) che non lo vuole ?

 

Non essendo obbligatorio l'amministratore si blocca tutto ?

si bloccherebbe tutto anche se l'amministratore fosse obbligatorio poichè non c'è la doppia maggioranza (teste e millesimi).

l'unica differenza è che loro non posson andare dal giudice per farne nominare uno.

Invece possono . Ovvero non hanno la certezza che il giudice nomini un amministratore ma possono provarci .

 

Vedasi art 1105 cc

ho inteso che comunque, pur amministrandosi da soli, riuscissero a provvedere alla gestione condominiale.

Cosa succede se si ha la maggioranza delle teste che vuole un amministratore (3 teste 390 mlm) VS la maggioranza dei millesimi ( 2 teste e 610 mlm ) che non lo vuole ?

 

Non essendo obbligatorio l'amministratore si blocca tutto ?

Nel caso di otto (o meno condomini), essendoci uno stallo non si avrà nessuna nomina e continueranno senza amministratore come hanno fatto finora.

Potranno adire al giudice in virtù dell'art. 1105 cc se ci sono i presupposti, come ha detto Peppe, ma non è certo che sarà nominato un amministratore.

Cosa succede se si ha la maggioranza delle teste che vuole un amministratore (3 teste 390 mlm) VS la maggioranza dei millesimi ( 2 teste e 610 mlm ) che non lo vuole ?

Non essendo obbligatorio l'amministratore si blocca tutto ?

Nel caso di otto (o meno condomini), essendoci uno stallo non si avrà nessuna nomina e continueranno senza amministratore come hanno fatto finora.

Potranno adire al giudice in virtù dell'art. 1105 cc se ci sono i presupposti, come ha detto Peppe, ma non è certo che sarà nominato un amministratore.

 

cc art. 1105

...

- Se non si prendono i provvedimenti necessari per l'amministrazione della cosa comune o non si forma una maggioranza, ovvero se la deliberazione adottata non viene eseguita, ciascun partecipante può ricorrere all'autorità giudiziaria. Questa provvede in camera di consiglio e può anche nominare un amministratore.

...

×