Vai al contenuto
MADDY60

HOMO HOMINI LUPUS

Forse lo noto di più nel clima natalizio, forse...

 

Ma mi accade questa cosa che mi lascia basita: 

- in un condominio ABRUZZESE  affido i recuperi forzosi di UN condominio a condòmina Avvocato; 

- un altro condòmino, senza avere nessuna contezza delle pratiche e delle relative difficoltà, mi sibila che "non ci vuole niente a fare i recuperi, e importante è affidarli ad avvocati capaci!" , mentre si candida ad assumere gli incarichi pur sapendo che la sua collega incaricata è condòmina quanto lui, solo che...esercita nella stessa zona in cui si trova il condominio; 

- questo altro condòmino avvocato, invece, è iscritto in PUGLIA; 

- essendo lui stesso moroso, gli invio - intanto - promemoria del dovuto DA LUI; 

- mi risponde che nOn sapeva di dovere, ma lo riscontro re-inoltrandogli la pec su pec con cui  ricevette bilanci e riparti  MESI FA; 

- mi riscontra che salderà, mentre si ri-candida ad avere gli Incarichi per i recuperi IN LUOGO DELLA COLLEGA DI ZONA E ANCHE CONDOMINA QUANTO LUI, e siccome mi scrive testualmente che non vuole comparire come persecutore dei suoi vicini di casa...mi indica il nominativo di un altro legale pugliese a cui fare riferimento. 

 

Ovviamente ingnoro il tutto e neanche replico sul punto dei nuovi incarichi (perchè anche la mia pazienza ha un limite). 

 

Chiunque sia normodotato può immaginare come lieviterebbero i costi (e non solo finanziari) per l'affidamento degli incarichi a legale che si trova in altra Regione (quindi...a parte le domiciliazioni che non sono gratuite...i primi costi aggiuntivi sarebbero quelli per le firme delle procure : a chi è in zona le firmo davanti a un caffè che offro io, ma...a chi sta a trecento km...minimo è scambio raccomandate 1 (evitabilissime, e che sempre resterebbr irregolari, poichè la firma abdrebbe apposta in presenza del legale ...sicchè...ci mettiamo qualche centinaio di euro di trasferte - sue o mie - solo per la firma della procura? 🤣).

Inoltre...da così "signore" non posso certo attendermi che abbia segnalato il suo compare di zona per puro amore di efficienza operativa. E come dire? quanto costerebbe in più, qualunque recupero, tra annessi e connessi del "fuori zona" + ovvio "grazie" dello sconosciuto legale che mi viene segnalato al conosciuto scostumato che ho per condòmino segnalante? 

 

Di questa "richiesta" mi ha sinceramente colpito la SFRONTATEZZA, MALEDUCAZIONE E MANCANZA DI RISPETTO DI OGNI BARLUME DEONTOLOGICO, sia verso La Collega già incaricata, e sia verso il Cliente condominio. 

 

E allora...sono io esagerata... o se ne può trarre tristissimo segno che l'eterno  "homo homini lupus" stia debordando anche presso fasce professionali che fino ad oggi riuscivano a tenerserne immuni, quanto meno per Cultura e Decenza ? 

 

 

Spiace essere d'accordo con te e risultare offensiva verso coloro che ancora svolgono la professione con moralità, ma la mia breve seppur intensa esperienza con diversi giuristi mi sta lasciando tanto amaro in bocca e tanta disillusione. Forse ho letto troppi romanzi di John Grisham e guardato troppi film americani con protagonisti avvocati che combattono per i diritti dei loro clienti. In Italia siamo addirittura chiamati "assistiti" ma ciò non impedisce di essere solo pedine nel grande business della "giustizia italiana" in cui chi fa appello per cercare di vedere rispettati i suoi diritti e tutelata la sua persona si trova letteralmente triturato in un sistema in cui predominano interessi prettamente personali. Ho visto avvocati battersi come furie al solo scopo di primeggiare a livello personale e professionale invece di pensare alla tutela del cliente.

  • Grazie 1

Maddy a mio parere non sei affatto esagerata. ma solo riflessiva, forse troppo riflessiva e troppo coscenziosa.

Noi due ci incrociamo di rado nelle discussioni, ma ti leggo sempre molto volentieri perchè a me risulta molto difficile riscontrare le tue argomentazioni fuori luogo. Le principali festività possono aiutare ad amplificano un eventuale scoramento del momemento, ma il tuo avvocatuccio moroso pensa e cerca di tutelare solamente il suo tornaconto personale, a qualunque costo e con qualunque mezzo: evidentemente è convinto che il collega di foro sarebbe capace di chiudere un occhio sulla sua posizione condominiale o comunque capace di riservargli un trattamento di favore.

Purtroppo abbiano sotto ai nostri occhi e possiamo continuamente constatare giornalmente  ed in ogni ambito un fatto ineluttabile: di simil personaggi (non è solo questione di professione, professionalità e deontologia professionale) inaffidabili, privi di limiti e scriteriati se ne contano sempre di più perchè questi sono i modi e gli usi della contemporanea società: sbagliati e diseducativi per noi e forse anche per il senso comune medio, ma non per tutti.

  • Mi piace 1
Athena T. dice:

chi fa appello per cercare di vedere rispettati i suoi diritti e tutelata la sua persona si trova letteralmente triturato in un sistema in cui predominano interessi prettamente personali. Ho visto avvocati battersi come furie al solo scopo di primeggiare a livello personale e professionale invece di pensare alla tutela del cliente.

Ciao @Athena T. e grazie del riscontro.

 

Sinceramente: che ci possa essere  il tentativo istrionico di primeggiare  su questioni importanti e fondate..., ma sai...alla fine lo vedo da sempre, e posso persino riuscire a comprenderlo, e penso sia sempre accaduto e che in qualche misura rientri nella formazione sana del Legale. 

 

Da qualche decennio, invece, e solo da qualche decennio, assisto incredula al patrocinio di vertenze che non sarabbero neanche nella Fantasia Divina se non se le inventassero alcuni iscritti all'Albo, già sapendo benissimo che sono "cause perse",  e che sono a danno economico di tutti se con "gratuito patrocinio", e a danno del malcapitato cliente se paga in proprio. 

Ma anche a questo mi ero (si fa per dire) "assuefatta", e peraltro è cosa nota ed ammessa e patita anche dai tanti Avvocati seri che pure ci sono. (E' come pergli amm.ri e come per tutte le categorie professionali: i primi danneggiati da operatori risibili e/o squallidi...sono proprio gli Operatori seri della stessa Categoria!)

 

Quello che ...giuro...non mi era mai capitato e mi ha lasciata DAVVERO basita ...è il caso di chi si contende praticucce di recupero crediti SAPENDO DI FARE LE SCARPE AD UNA COLLEGA che è anche sua vicina di casa qui in zona!

Da notare, poi, che l'Avvocatessa a cui ho affidato queste pratiche è titolare di uno degli Studi assolutamente più prestigiosi della Provincia e...ovviamente...sebbene mia condòmina da almeno 15 anni, non si era MAI sognata di chiedermi l'affidamento delle pratiche di recupero!!!

 

Arriva questo, invece, e ...non solo le chiede, ma addirittura le chiede facendo le scarpe ad una sua Collega!

E manco si è fatto scrupolo di mettere la sua questua PENOSA per iscritto, pec su pec! 

E ripeto: non è che stiamo parlando di pratiche da milioni di euro o da cui potrann sorgere questioni giurisprundenzal che faranno "Storia"!

Stiamo parlando di praticucce di recupero crediti che...da che mondo è mondo...gli Avvocati (veri) le fanno fare ai praticanti e si limitano a darci uno sguardo di supervisione!  

E questo prode non è un famelico e rampante ragazzino fresco di praticantato o di iscrizione all'Albo, visto che parliamo comunque di un 50 enne!!!

 

Non so e sono frastornata: per varie ragioni ho avuto modo di conoscere, sin da ragazzina, anche il tratto di Avvocati che se fossero vivi avrebbero oggi oltre 100 anni.

Ma era davvero un Altro Mondo di Etica e Signorilità, che non ritrovo più e che non posso che rimpiangere con tutta l'anima. 

 

 

albano59 dice:

di simil personaggi (non è solo questione di professione, professionalità e deontologia professionale) inaffidabili, privi di limiti e scriteriati se ne contano sempre di più perchè questi sono i modi e gli usi della contemporanea società: sbagliati e diseducativi per noi e forse anche per il senso comune medio, ma non per tutti.

Grazie di tutto, e naturalmente concordo con questa tua sintesi. 

Ma ...non mi aspettavo che questa miseria  potesse accadere in ambito Forense, e per ragioni così misere e di "batteria". 

 

Sono letteralmente cresciuta nell'idea che l'Avvocato (così come il Medico e tutti i Professionisti aventi Albo) abbiano il sacro rispetto del Codice Deontologico, sia verso i Clienti e sia verso i Colleghi. 

 

Sai... fin quando certe miserate le commette chi non ha mai visto un Codice Dentologico...(come può essere per l'idraulico e anche  l'amm.re di condominio)...è più facile (no: è solo meno difficile) "digerire" certi passi da elefante nel negozio di cristalli. 

 

Ma un Avvocato (tanto quanto un Medico) hanno l'aggravante PESANTISSIMA di dover conoscere il Codice Deontologico, sul cui rispetto giurarono per essere iscritti. 

 

 

  • Mi piace 1

Mi ricollego rapidamente alle sacrosante osservazioni di @Athena T. , per spiegarmi in toto, e prendo ad esempio casi che tutti possiamo conoscere. 

 

Allora : che un Avvocato, come vediamo in alcuni programmi TV, ce la metta tutta e anche di più per dimostrare (è solo un esempio, ma penso renda l'idea) che ...Bossetti è innocente... ma giuro che lo capisco. 

Non lo condivido, ma lo capisco. 

Il caso è importantissmo.

(Anche le parcelle saranno importantissime).

Ma importantissimo è il "punto di diritto" che il Legale ritiene di aver individuato e da cui può cambiare la Storia del Diritto! 

 

E' umano e comprensibile, penso io, vendere anche l'anima e mettercela tutta per seguire un caso del genere, di risonanza almeno nazionale e di rilevanza giuridica assoluta! 

In fondo...è "il caso" che qualunque Avvocato vorrebbe poter patrocinare, già da quando segue le prime Lezioni a Giuri. 

 

Ma...fare lo schifido per avere cinque praticucce di recupero crediti (niente di epocale, garantisco!) ...è da raccapriccio, ed è tutt'altra cosa! 😌

 

 

  • Mi piace 1

Ciao

@MADDY60

Direi che siamo a Natale per cui mi fermerei stendendo un velo pietoso su certi argomenti che sono poco edificanti.

camillo50 dice:

Ciao

@MADDY60

Direi che siamo a Natale per cui mi fermerei stendendo un velo pietoso su certi argomenti che sono poco edificanti.

Ciao Camillo, 

ti confesso che il tuo messaggio non mi è chiaro, e come sempre mi spiego e chiedo. 

 

Sul forum che pullula di rilievi ed argomenti che spesso non sono edificanti (ad esempio) per gli amministratori o per i semplici vicini di casa.... vorrei capire : il clima natalizio lo deturpo io e solo io, se in Off Topic pongo una questione che vivo e patisco, e che peraltro sembra non aver affatto sconvolto, ed anzi aver trovato concordi, altri stimabilissimimi Utenti ? 

 

Grazie. ☺️

 

 

 

 

Modificato da MADDY60
MADDY60 dice:

Ma...fare lo schifido per avere cinque praticucce di recupero crediti (niente di epocale, garantisco!) ...è da raccapriccio, ed è tutt'altra cosa!

MADDY60 dice:

Ma un Avvocato (tanto quanto un Medico) hanno l'aggravante PESANTISSIMA di dover conoscere il Codice Deontologico, sul cui rispetto giurarono per essere iscritti. 

Una volta mi sono dovuto liberare di uno di questi avvocatucci schifidi: oltre a non fare il mio interesse e spillarmi soldi mi ha bloccato nella mia azione per tre anni, tanto che durante il secondo anno di malsano rapporto già mi ero rivolto ad un insigne maestro del foro bolognese per liberarmi del delinquente legalizzato.

Ed ho dovuto citare l'avvocatuccio anche di fronte al Consiglio Disciplinare del foro bolognese per ottenere la restituzione del mio carteggio oltre a recriminazioni varie e richiesta danni. Ebbene, qui mi è crollato il mondo addosso: toccai con mano quanto ipocrita ed inaffidabile fosse l'ambiente giudiziario.

Tre anni persi inutilmente, un legale che ha fatto la metà di quanto promesso e che rifiutava la consegna del carteggio, lo stesso legale che minacciava di querelarmi per averlo trascinato di fronte all'Ordine.... Ebbene per l'Ordine non è successo nulla; il legale ha fatto il suo lavoro; male e solo parzialmente, ma lo ha fatto; è giusto che sia stato pagato; quanto al carteggio per l'Ordine tutto ok perchè il legale ha dichiarato di volerlo riconsegnare; i tre anni da me persi per l'Ordine non era un fatto rilevante. Il legale non ha subito alcun provvedimento ristrettivo.

A posteriori seppi poi che nei successivi quattro anni quel legale è stato portato di fronte all'Ordine altre tre volte: mai subito provvedimenti nonostante nell'ambiente forense fosse diventato di dominio pubblico che spillava soldi ai suoi malcapitati clienti per reimpiegarli in scommesse e gioco d'azzardo.

Dopo qualxche altro anno dopo aver perso anche delle proprietà ereditate si è ritirato dalla professione e si son perse le sue tracce. Il Consiglio Disciplinare del Foro di Bologna non ha mai deliberato alcun provvedimento sanzionatorio per la condotta truffaldina di questo elemento.

MADDY60 dice:

Ciao Camillo, 

ti confesso che il tuo messaggio non mi è chiaro, e come sempre mi spiego e chiedo. 

 

Sul forum che pullula di rilievi ed argomenti che spesso non sono edificanti (ad esempio) per gli amministratori o per i semplici vicini di casa.... vorrei capire : il clima natalizio lo deturpo io e solo io, se in Off Topic pogno una questione che vivo e patisco, e che peraltro sembra non aver affatto sconvolto, ed anzi aver trovato concordi, altri stimabilissimimi Utenti ? 

 

Grazie. ☺️

 

 

 

 

Ciao

Era solo un blando invito per evitare le reazioni di qualcuno visto che già era stata espressa chiaramente la tua opinione, e non c'era molto altro da aggiungere se non rimestare

camillo50 dice:

Ciao

Era solo un blando invito per evitare le reazioni di qualcuno visto che già era stata espressa chiaramente la tua opinione, e non c'era molto altro da aggiungere se non rimestare

Mah...vedo discussioni sul NULLA che procedono per pagine e pagine in cui si rimestano le stesse cose, e ti disturba proprio questa, a cui pare che Altri partecipino dialogando, ragionando e portando elementi di riflessione? 

😏

 

 

albano59 dice:

Una volta mi sono dovuto liberare di uno di questi avvocatucci schifidi: oltre a non fare il mio interesse e spillarmi soldi mi ha bloccato nella mia azione per tre anni, tanto che durante il secondo anno di malsano rapporto già mi ero rivolto ad un insigne maestro del foro bolognese per liberarmi del delinquente legalizzato.

Ed ho dovuto citare l'avvocatuccio anche di fronte al Consiglio Disciplinare del foro bolognese per ottenere la restituzione del mio carteggio oltre a recriminazioni varie e richiesta danni. Ebbene, qui mi è crollato il mondo addosso: toccai con mano quanto ipocrita ed inaffidabile fosse l'ambiente giudiziario.

Tre anni persi inutilmente, un legale che ha fatto la metà di quanto promesso e che rifiutava la consegna del carteggio, lo stesso legale che minacciava di querelarmi per averlo trascinato di fronte all'Ordine.... Ebbene per l'Ordine non è successo nulla; il legale ha fatto il suo lavoro; male e solo parzialmente, ma lo ha fatto; è giusto che sia stato pagato; quanto al carteggio per l'Ordine tutto ok perchè il legale ha dichiarato di volerlo riconsegnare; i tre anni da me persi per l'Ordine non era un fatto rilevante. Il legale non ha subito alcun provvedimento ristrettivo.

A posteriori seppi poi che nei successivi quattro anni quel legale è stato portato di fronte all'Ordine altre tre volte: mai subito provvedimenti nonostante nell'ambiente forense fosse diventato di dominio pubblico che spillava soldi ai suoi malcapitati clienti per reimpiegarli in scommesse e gioco d'azzardo.

Dopo qualxche altro anno dopo aver perso anche delle proprietà ereditate si è ritirato dalla professione e si son perse le sue tracce. Il Consiglio Disciplinare del Foro di Bologna non ha mai deliberato alcun provvedimento sanzionatorio per la condotta truffaldina di questo elemento.

Se ti rispondessi in pubblico sarei oggettivamente passibile di querela. 

Però una "spiegazione" l'avrei, e te lo do in PVT. 😚

Maddy non sarebbe stato meglio affidare l'incarico di recupero ad un avvocato terzo ? Uno qualunque che non avesse legami col condominio.

 

Così facendo ci saranno proprietari che trarranno vantaggio dalle situazioni debitorie di altri ed avranno interesse "ad allungare la salsa", soprattutto con la chiara descrizione di come vadano le cose in certi uffici legali.

 

Purtroppo ci vorrà ancora qualche anno prima che il Codice Deontologico (legge professionale dell'avvocato) dispieghi i suoi effetti benefici. 

Da pochi anni (se non sbaglio) il codice deontologico e leggi connesse, sono materia di esame per gli aspiranti avvocati.

Poi come tutte le arti e mestieri, c'è sempre quello migliore e quello peggiore. Infatti agli avvocati è fatto divieto di farsi pubblicità. Ci si arriva per stima, conoscenza diretta o riferita da amici (credibili) che si sono trovati bene.

 

Quando penso agli Avvocati prendo ad esempio persone del calibro di Giorgio Ambrosoli o Cicerone e tutti i pensieri e considerazioni a riguardo trovano ordine.

×