Vai al contenuto
Slokun

Garante non presente

Buonasera, volevo prendere in affitto una stanza a Roma, ma solo oggi, la proprietaria di casa, mi ha detto di essersi scordata di dirmi che nel contratto 3+2 con cedolare secca, voleva aggiungere anche la richiesta del garante, giusto per garanzia. Io sono cascata un po dalle nuvole, le ho detto che io a Roma non ho nessuno che possa farmi da garante (tra l'altro ho 33 anni, ma i miei genitori sono morti), avrei solo la mia zia adottiva che non sta più a Roma e vive di pensione. La proprietaria mi ha detto che doveva informarsi se si poteva fare anche senza la presenza fisica del garante, dato che noi siamo a Roma. Mi domandavo, qual'ora mi dicesse che il garante può fare anche una delega scritta con allegati i documenti (si può fare?), poi come funziona? Sono previsti dei controlli o loro si limitano a prendere i dati e basta? Cioè se una persona da' i dati di un amico (per farsi fare da garante, perché magari non ha altre persone), poi che tipo di controlli fanno? 

piu' che altro il garante deve firmare di accettare di fare da garante. 

Poi puo' pure spedire il contratto firmato e non essere fisicamente presente.  Ovviamente esiste il rischio che la firma non sia veritiera, ad esempio..

Cioè, se io sto a Roma e tu mi porti un foglio che dici firmato da tua zia, io, che non ho visto la zia firmare, come faccio a essere certa che la firma sia proprio della zia?   Purtroppo sono molti i casi di firme di garanzie risultate poi non originali  (non sai quanti mariti hanno fatto finanziamenti per auto  mettendo la firma a garanzia della propria moglie, la quale però non ne sapeva nulla...!!)

 

La proprietà potrebbe forse essere meglio garantita se la zia facesse autenticare la firma del foglio che andrà a firmare...

 

 

Ok... Io ora non so, ma presumo che invece di far firmare il contratto alla 'zia', possano chiedere di portare una fotocopia dei suoi documenti con sotto una delega scritta firmata (ovviamente anche in questo caso, chi gliela darebbe la garanzia?). Per l'autenticazione della firma non sono formata Non so quale dovrebbe essere la procedura Comunque si parla pur sempre di una persona che ha una certa età... 

No, la zia non deve fare una delega. Per cosa, per chi?  una delega affinchè tu firmi a garanzia per lei? noooo

Lei deve firmare la garanzia.  Questa puo' essere inserita nel contratto oppure a parte e dal contratto solo richiamata.

Età o meno, la garanzia funziona che lei deve firmare l'atto di garanzia (nessuna delega a terzi per firmare la garanzia), e se non è invece capace di intendere NON puo' assolutamente essere messa da garante.

 

Potete fare il contratto, inserire la clausola di garanzia e poi o richiamare atto a parte che tu farai firmare alla zia.  O porti il contratto alla zia e glielo fai firmare.

Sempre che ovviamente la zia sia capace di intendere.

Si lei è capace di intendere e volere Intendevo solo dire che non posso farla venire fino a qui solo per firmare un foglio, quindi essendomi stata detta all'ultimo questa cosa ovviamente non possono aspettarsi che io in un giorno abbia la firma del garante a maggior ragione se nella mia città non ho modo ( altrimenti sarai costretta a chiedere ad un amico) 

Bisogna pure vedere se accettano la garanzia di tua zia, non è detto che vada bene una persona qualsiasi.  In genere si chiede la situazione patrimoniale del garante per decidere se va bene o no

Non vado a mettere come garante un disoccupato, o un pensionato a 500euro/mese

Slokun dice:

Si lei è capace di intendere e volere Intendevo solo dire che non posso farla venire fino a qui solo per firmare un foglio, quindi essendomi stata detta all'ultimo questa cosa ovviamente non possono aspettarsi che io in un giorno abbia la firma del garante a maggior ragione se nella mia città non ho modo ( altrimenti sarai costretta a chiedere ad un amico) 

Be' se hai un amico che si assume l'onere di farti da garante, bene (dev'essere una persona a cui stai molto a cuore, perché vorrebbe dire farsi carico di un tuo eventuale inadempimento per i prossimi 5 anni). 

 

Altrimenti potresti informarti per una fideiussione (bancaria - ma la vedo dura - o assicurativa - ma costa di più).

Oimmena dice:

Be' se hai un amico che si assume l'onere di farti da garante, bene (dev'essere una persona a cui stai molto a cuore, perché vorrebbe dire farsi carico di un tuo eventuale inadempimento per i prossimi 5 anni). 

 

Altrimenti potresti informarti per una fideiussione (bancaria - ma la vedo dura - o assicurativa - ma costa di più).

La proprietaria si è informata oggi da un avvocato, il quale le ha detto che un'alternativa può essere che io faccia un assegno circolare pari a 7 mensilità, oltre al primo affitto e le due caparre anticipate... È una cosa lecita richiedere sia assegno che caparra? E quali garanzie ho io che tale assegno non verrà riscosso senza motivo? Nel momento in cui io lo consegno... 

Slokun dice:

La proprietaria si è informata oggi da un avvocato, il quale le ha detto che un'alternativa può essere che io faccia un assegno circolare pari a 7 mensilità, oltre al primo affitto e le due caparre anticipate... È una cosa lecita richiedere sia assegno che caparra? E quali garanzie ho io che tale assegno non verrà riscosso senza motivo? Nel momento in cui io lo consegno... Ma soprattutto quando viene restituito? Se uno va via prima della scadenza del contratto per esigenze X? 

Slokun dice:

La proprietaria si è informata oggi da un avvocato, il quale le ha detto che un'alternativa può essere che io faccia un assegno circolare pari a 7 mensilità, oltre al primo affitto e le due caparre anticipate... È una cosa lecita richiedere sia assegno che caparra? E quali garanzie ho io che tale assegno non verrà riscosso senza motivo? Nel momento in cui io lo consegno... 

Non è proprio regolarissimo... mi pare si scontri con il limite di legge per cui il deposito cauzionale può essere richiesto massimo in 3 mensilità. A volte capita, per aggirare problematiche di questo tipo, di giungere ad una soluzione del genere. Quindi non è del tutto lecito, ma si usa.

 

Quali garanzie hai? nessuna. Anche perché l'assegno circolare è già interamente coperto, quindi è tutta un questione di fiducia. Al massimo potreste depositarlo presso l'avvocato vincolandone la consegna al verificarsi di determinate circostanze (deposito fiduciario). 

 

Potreste, al limite, concordare il pagamento anticipato semestrale dei canoni con consegna di assegno circolare almeno un mese prima della prossima scadenza. Ma chi te lo fa fare?

 

Hai provato ad informarti per una fideiussione?

Oimmena dice:

Non è proprio regolarissimo... mi pare si scontri con il limite di legge per cui il deposito cauzionale può essere richiesto massimo in 3 mensilità. A volte capita, per aggirare problematiche di questo tipo, di giungere ad una soluzione del genere. Quindi non è del tutto lecito, ma si usa.

 

Quali garanzie hai? nessuna. Anche perché l'assegno circolare è già interamente coperto, quindi è tutta un questione di fiducia. Al massimo potreste depositarlo presso l'avvocato vincolandone la consegna al verificarsi di determinate circostanze (deposito fiduciario). 

 

Potreste, al limite, concordare il pagamento anticipato semestrale dei canoni con consegna di assegno circolare almeno un mese prima della prossima scadenza. Ma chi te lo fa fare?

 

Hai provato ad informarti per una fideiussione?

Da quanto ho capito l'assegno di 7 mensilità non ha nulla a che vedere con la caparra di due mensilità Cioè è un alternativa alla fideiussione, giusto? Purtroppo è la proprietaria che decide le modalità lei mi ha detto che se non ho un garante che firma L'unica alternativa è questa Cioè in pratica non mi ha dato altre opzioni, o meglio il suo avvocato Non gliele ha date in quanto lei si è rivolta a lui proprio per avere delucidazioni

Slokun dice:

Da quanto ho capito l'assegno di 7 mensilità non ha nulla a che vedere con la caparra di due mensilità Cioè è un alternativa alla fideiussione, giusto? Purtroppo è la proprietaria che decide le modalità lei mi ha detto che se non ho un garante che firma L'unica alternativa è questa Cioè in pratica non mi ha dato altre opzioni, o meglio il suo avvocato Non gliele ha date in quanto lei si è rivolta a lui proprio per avere delucidazioni

Lo so che sono due cose distinte... il problema giuridico, in parole spicce, è capire cosa sarebbe questo assegno di 7 mensilità? Sostanzialmente si risolve nell'essere un deposito cauzionale oltre i limiti di legge, quindi giuridicamente non proprio legittimo. Poi la puoi chiamare caparra confirmatoria, garanzia d'adempimento, assegnodipietromitorniindietro... ma sempre un deposito cauzionale resta. E la legge impone un limite di 3 mensilità.

 

Ma ad un certo punto l'unica che lo può contestare sei tu, se a te va bene, nulla ti vieta di farlo. Ma non hai alcuna garanzia che non lo incassi e i soldi li anticipi comunque. La restituzione, essendo un deposito cauzionale a tutti gli effetti, avverrà alla cessata locazione (immagino).

Slokun dice:

Da quanto ho capito l'assegno di 7 mensilità non ha nulla a che vedere con la caparra di due mensilità Cioè è un alternativa alla fideiussione, giusto? Purtroppo è la proprietaria che decide le modalità lei mi ha detto che se non ho un garante che firma L'unica alternativa è questa Cioè in pratica non mi ha dato altre opzioni, o meglio il suo avvocato Non gliele ha date in quanto lei si è rivolta a lui proprio per avere delucidazioni e l'avvocato le ha detto che l'unica soluzione era richiedere questo assegno circolare a garanzia Addirittura lui le ha detto che solitamente si fa per un anno di mensilità

Oimmena dice:

Lo so che sono due cose distinte... il problema giuridico, in parole spicce, è capire cosa sarebbe questo assegno di 7 mensilità? Sostanzialmente si risolve nell'essere un deposito cauzionale oltre i limiti di legge, quindi giuridicamente non proprio legittimo. Poi la puoi chiamare caparra confirmatoria, garanzia d'adempimento, assegnodipietromitorniindietro... ma sempre un deposito cauzionale resta. E la legge impone un limite di 3 mensilità.

 

Ma ad un certo punto l'unica che lo può contestare sei tu, se a te va bene, nulla ti vieta di farlo. Ma non hai alcuna garanzia che non lo incassi e i soldi li anticipi comunque. La restituzione, essendo un deposito cauzionale a tutti gli effetti, avverrà alla cessata locazione (immagino).

Si in pratica lei mi ha detto:io prendo l'assegno e lo metto via, qual'ora dovesse succedere che te per x motivi non puoi più pagare gli affitti, io lo riscuoto per pagarci appunto gli affitti... Ma cosa succede all'assegno, se non ha bisogno di riscuoterlo o se io per lavoro o altro, lascio la casa prima,? 

Slokun dice:

Si in pratica lei mi ha detto:io prendo l'assegno e lo metto via, qual'ora dovesse succedere che te per x motivi non puoi più pagare gli affitti, io lo riscuoto per pagarci appunto gli affitti... Ma cosa succede all'assegno, se non ha bisogno di riscuoterlo (pagamenti puntuali) o se io per lavoro o altro, lascio la casa prima,? Inoltre leggo questo: il termine entro il quale il beneficiario dell'assegno circolare può presentarsi alla banca o alla posta per incassare l'importo è entro 30 giorni dalla sua emissione. Superata predetta scadenza, l'assegno non è più incassabile.

Quindi come farebbe a 'metterlo via' e tenerlo per mesi, o peggio, anni? Se dopo soli 30 giorni non è più incassa ile... 

×