Vai al contenuto
Marzia R.

Cercasi sito condominiale

Buongiorno a tutti, mi chiamo Marzia. Ho necessità di reperire un sito condominiale. Sto cercando su internet ma con pochi risultati. Mi potete consigliare ? Vorrei portarlo in assemblea assieme ad altre proposte ma non so da dove cominciare. In che consiste e che caratteristiche deve avere ?

Grazie in anticipo a tutti per il vostro gentile interessamento.

Marzia R.

Buongiorno a tutti, mi chiamo Marzia. Ho necessità di reperire un sito condominiale. Sto cercando su internet ma con pochi risultati. Mi potete consigliare ? Vorrei portarlo in assemblea assieme ad altre proposte ma non so da dove cominciare. In che consiste e che caratteristiche deve avere ?

Grazie in anticipo a tutti per il vostro gentile interessamento.

Marzia R.

Un sito più o meno completo dovrebbe essere aggiornato almeno mensilmente e riportare la scansione di ogni cartaceo in possesso dell'amministratore, comprese copie di fatture, quietanze ed F24.

Fatti un'idea qui su come io lo intendo:

--link_rimosso--

 

Un sito più o meno completo dovrebbe essere aggiornato almeno mensilmente e riportare la scansione di ogni cartaceo in possesso dell'amministratore, comprese copie di fatture, quietanze ed F24.

Fatti un'idea qui su come io lo intendo:

--link_rimosso--

 

Giusto, a tutto questo io però aggiungerei anche che l'amministratore deve venire a spazzare tutti gli zerbini dei condomini

Grazie per le risposte. I primi tre siti presuppongono che ogni condomino si debba scaricare un programma (se non ho capito male) e la cosa mi sembra impensabile. Non sono tutti così abili sulla tastiera. Gli altri che avevo trovato io sono più o meno tutti di qualche amministratore. Adesso stavo vedendo questo: http://www.condominio-click.com ma non ho capito ancora bene come funziona; ci sono delle password e ho mandato una richiesta per accedere alla versione DEMO. Però dall'idea che mi sono fatta sta su internet senza dover scaricare programmi altrimenti è ingestibile. Voi che ne pensate ?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Giusto, a tutto questo io però aggiungerei anche che l'amministratore deve venire a spazzare tutti gli zerbini dei condomini

Mi accontenterei della pulizia della vetrata dell'androne una volta al mese :-))

Giusto, a tutto questo io però aggiungerei anche che l'amministratore deve venire a spazzare tutti gli zerbini dei condomini
:thumbup: ma se sta consegnando le convocazioni ai condomini avendo le mani occupate, la scopa dove la tiene ? 😉.
Giusto, a tutto questo io però aggiungerei anche che l'amministratore deve venire a spazzare tutti gli zerbini dei condomini

Non ho mai detto che un sito come io l'intendo debba essere gratuito.

Su delibera dell'assemblea, però, PAGANDO, l'amministratore E' TENUTO (obbligato) a dare seguito alla delibera (a meno che non dia le dimissioni).

Spazzare gli zerbini, invece, non rientra tra gli obblighi dell'amministratore per cui se l'amministratore non vuole, può rifiutarsi di spazzare anche se gli viene offerto un lauto compenso.

 

Art. 71-ter.

Su richiesta dell'assemblea, che delibera con la maggioranza di cui al secondo comma dell'articolo 1136 del codice, l'amministratore è tenuto ad attivare un sito internet del condominio che consenta agli aventi diritto di consultare ed estrarre copia in formato digitale dei documenti previsti dalla delibera assembleare. Le spese per l'attivazione e la gestione del sito internet sono poste a carico dei condomini.

Grazie per le risposte. I primi tre siti presuppongono che ogni condomino si debba scaricare un programma (se non ho capito male) e la cosa mi sembra impensabile. Non sono tutti così abili sulla tastiera. Gli altri che avevo trovato io sono più o meno tutti di qualche amministratore. Adesso stavo vedendo questo: http://www.condominio-click.com ma non ho capito ancora bene come funziona; ci sono delle password e ho mandato una richiesta per accedere alla versione DEMO. Però dall'idea che mi sono fatta sta su internet senza dover scaricare programmi altrimenti è ingestibile. Voi che ne pensate ?

 

... Mi accontenterei della pulizia della vetrata dell'androne una volta al mese :-))

Poichè sei anche alla ricerca di un amministratore che ti pulisca anche la vetrata dell'androne suppongo che tu sia una condòmina.

In qualità di condòmina puoi suggerire qualsiasi cosa ma non puoi imporre all'amministratore il modello che preferisci, puoi imporre (in assemblea con la maggioranza degli intervenuti ed almeno 500 millesimi) solo cosa ci vuoi trovare nel sito.

Molti amministratori usano gestionali (i più noti) che danno già la possibilità agli stessi di pubblicare on line tutti i dati imputati nel programma (scansioni di documenti compresi) con un semplice click.

 

Se tu vai alla ricerca di un sito che piace a te (come condominio-click) oltre ai costi indicati devi aggiungere il costo che l'amministratore, ammesso che ne abbia la voglia e la capacità, deve estrapolare dal suo gestionale ed inviare al sito di tuo gradimento.

Buongiorno a tutti, mi chiamo Marzia. Ho necessità di reperire un sito condominiale. Sto cercando su internet ma con pochi risultati. Mi potete consigliare ? Vorrei portarlo in assemblea assieme ad altre proposte ma non so da dove cominciare. In che consiste e che caratteristiche deve avere ?

Grazie in anticipo a tutti per il vostro gentile interessamento.

Marzia R.

Ma avete provato a chiedere prima al vostro amministratore?

E' probabile, se è un professionista aggiornato, che abbia già a disposizione un programma gestionale che interagisce direttamente con una piattaforma internet.

Personalmente uso questo

--link_rimosso--

che mi consente di velocizzare l'aggiornamento dei dati pubblicati, ma prevede l'utilizzo di un gestionale di base che è PIGC.

Non ho mai detto che un sito come io l'intendo debba essere gratuito.

Su delibera dell'assemblea, però, PAGANDO, l'amministratore E' TENUTO (obbligato) a dare seguito alla delibera (a meno che non dia le dimissioni).

Spazzare gli zerbini, invece, non rientra tra gli obblighi dell'amministratore per cui se l'amministratore non vuole, può rifiutarsi di spazzare anche se gli viene offerto un lauto compenso.

 

Art. 71-ter.

Su richiesta dell'assemblea, che delibera con la maggioranza di cui al secondo comma dell'articolo 1136 del codice, l'amministratore è tenuto ad attivare un sito internet del condominio che consenta agli aventi diritto di consultare ed estrarre copia in formato digitale dei documenti previsti dalla delibera assembleare. Le spese per l'attivazione e la gestione del sito internet sono poste a carico dei condomini.

Dai Leonardo, torna sulla terra: la maggior parte dei condomini non sa nulla della riforma. La maggior parte degli amministratore non usa un gestionale professionale. La maggior parte degli amministratori che usano un gestionale professionale non pubblicano nulla su internet di loro spontanea iniziativa.

La cosa che accomuna tutti gli amministratori è questa: per fare quello che dici tu cosa e anche parecchio e quello che accomuna tutti i condomini invece è che quel costo non lo vogliono tirare fuori

...La cosa che accomuna tutti gli amministratori è questa: per fare quello che dici tu cosa e anche parecchio e quello che accomuna tutti i condomini invece è che quel costo non lo vogliono tirare fuori

Però, se hai seguito qualche mio intervento sull'argomento, oltre a dire che un sito diverso da quello che io intendo serve a poco, ho sempre specificato che tenere un sito aggiornato non è un scherzo e costa tante ore di lavoro che devono essere giustamente compensate.

Mi sembra di averlo accennato anche nelle ultime due righe dell'ultima risposta a Marzia.

In una discussione mi sono spinto anche oltre, quantificando per sommi capi il costo di ogni aggiornamento e ribadendo il concetto a chi fa tutto facile e gratis.

Leggi come drizza le orecchie l'utente "AKD" quando Vanni parla di siti "gratuiti"

("... Gratuiti addirittura? Hai qualche buon riferimento da darmi?...)

e leggi le mie risposte;

La discussione è qui:

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/sito-di-condominio-59170/

Ovviamente quella della vetrata era una battuta scaturita dalla battuta precedente degli zerbini. Non voleva essere provocatoria. In ogni caso il sito condominiale potrebbe pure avere contenuti utili ai condomini e non solo all'amministratore e poi soprattutto essere di proprietà dei condomini. Metti che un domani l'amministratore toglie dalla disponibilità del condominio l'archivio ?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Se mi chiami con mio nome forse ti contatto.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Però, se hai seguito qualche mio intervento sull'argomento, oltre a dire che un sito diverso da quello che io intendo serve a poco, ho sempre specificato che tenere un sito aggiornato non è un scherzo e costa tante ore di lavoro che devono essere giustamente compensate.

Mi sembra di averlo accennato anche nelle ultime due righe dell'ultima risposta a Marzia.

In una discussione mi sono spinto anche oltre, quantificando per sommi capi il costo di ogni aggiornamento e ribadendo il concetto a chi fa tutto facile e gratis.

Leggi come drizza le orecchie l'utente "AKD" quando Vanni parla di siti "gratuiti"

("... Gratuiti addirittura? Hai qualche buon riferimento da darmi?...)

e leggi le mie risposte;

La discussione è qui:

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/sito-di-condominio-59170/

Io mi sono fatta dare le psw di navigazione e ho controllato il sito anche la parte dell'amministratore. Fare il caricamento dei file è immediato. Ci vogliono 5 minuti. Secondo me è solo una scusa bella e buona degli amministratori che non vogliono mettere a disposizione i documenti. Supponendo di aggiornare l'archivio 2 volte l'anno sono 2 ore di lavoro tra scansioni dei documenti e caricamento dei file. Niente di più.

... Fare il caricamento dei file è immediato. Ci vogliono 5 minuti. Secondo me è solo una scusa bella e buona degli amministratori che non vogliono mettere a disposizione i documenti. Supponendo di aggiornare l'archivio 2 volte l'anno sono 2 ore di lavoro tra scansioni dei documenti e caricamento dei file. Niente di più.

Alla fine sono i condòmini che decidono chi e cosa vogliono e quanto spendere e possono scegliere l'offerta di mercato che più li soddisfa.

 

Se avete un amministratore che non vuole mettere a disposizione i documenti nessuno vi obbliga a confermarlo.

Se l'amministratore vi soddisfa ma non è in grado di assecondare le vostre richieste perchè non esperto in siti e tu ti senti capace di farlo gratuitamente è sufficiente deliberare che l'amministratore, trimestralmente, previo rimborso della spesa da addebitare pro quota a tutti i condòmini, provvederà a consegnare copia di tutti i documenti giustificativi, e/c bancario e registri di contabilità aggiornato ai 30 giorni precedenti ad un rappresentante del condominio (consigliere) che provvederà ad occuparsi gratuitamente di aggiornare il sito web condominiale già attivato gratuitamente.

Sono i condòmini, non gli amministratori, i padroni del destino del condominio.

Ovviamente quella della vetrata era una battuta scaturita dalla battuta precedente degli zerbini. Non voleva essere provocatoria. In ogni caso il sito condominiale potrebbe pure avere contenuti utili ai condomini e non solo all'amministratore e poi soprattutto essere di proprietà dei condomini. Metti che un domani l'amministratore toglie dalla disponibilità del condominio l'archivio ?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Se mi chiami con mio nome forse ti contatto.

 

- - - Aggiornato - - -

 

 

 

Io mi sono fatta dare le psw di navigazione e ho controllato il sito anche la parte dell'amministratore. Fare il caricamento dei file è immediato. Ci vogliono 5 minuti. Secondo me è solo una scusa bella e buona degli amministratori che non vogliono mettere a disposizione i documenti. Supponendo di aggiornare l'archivio 2 volte l'anno sono 2 ore di lavoro tra scansioni dei documenti e caricamento dei file. Niente di più.

Santa Marzia.

Pubblico in tempi rapidi 7/8 giorni al massimo,ma gestisco un numero limitato di realtà.

Sistematicamente ricevo solleciti se dopo ben 2 leggasi due giorni (magari da venerdì a lunedì)da quando il condòmino ha fatto il, bonifico non vede la sua posizione aggiornata nel sito!!!

Hai presente il tempo dedicato a spiegare che esiste un tempo tecnico di registrazione da parte della banca,di visualizzazione sull'e/c on line e che l'amministratore o i suoi collaboratori non vivono quotidianamente su quel condominio?

Hai presente che ciò viene detto in assemblea,scritto sui verbali,inviato via mail,ma nulla ferma il condòmino che non vede la sua quota aggiornata.

Io mi diverto a spiegare, ma sono altresì obiettiva nel comprendere che ci vuole tempo e quindi non è solo questione di ritrosia ed ogni caso le critiche sarebbe bene venissero da chi prova su quantità non un tantum altrimenti si traduce in un'accusa.Grazie.

Santa Marzia.

Pubblico in tempi rapidi 7/8 giorni al massimo,ma gestisco un numero limitato di realtà.

Sistematicamente ricevo solleciti se dopo ben 2 leggasi due giorni (magari da venerdì a lunedì)da quando il condòmino ha fatto il, bonifico non vede la sua posizione aggiornata nel sito!!!

Hai presente il tempo dedicato a spiegare che esiste un tempo tecnico di registrazione da parte della banca,di visualizzazione sull'e/c on line e che l'amministratore o i suoi collaboratori non vivono quotidianamente su quel condominio?

Hai presente che ciò viene detto in assemblea,scritto sui verbali,inviato via mail,ma nulla ferma il condòmino che non vede la sua quota aggiornata.

Io mi diverto a spiegare, ma sono altresì obiettiva nel comprendere che ci vuole tempo e quindi non è solo questione di ritrosia ed ogni caso le critiche sarebbe bene venissero da chi prova su quantità non un tantum altrimenti si traduce in un'accusa.Grazie.

Forse sarebbe sana una via di mezzo. Per come la intendo io la messa a disposizione della documentazione condominiale non è in "tempo reale" ma bensì annuale per quanto riguarda la parte delle tabelle consuntivi, preventivi, giustificativi e al limite sempestrale o massimo bimestrale per la messa in rete delle fotocopie degli estratti conto bancari (scansioni tre fogli e fai il caricamento non mi pare sia tutta questa tragedia). Considera che ci sono amministratori che stanno 3 anni senza farti vedere una fattura ammenochè non gli bussi alla porta di casa e gliela chiedi. Si può arrivare ad una via di mezzo oppure bisogna per forza strumentalizzare la legge per farci soldi ? Io più che altro scusate ma mi sembra di essere finita nella tana del lupo in questo forum..... Sono nuova e non mi va di comportarmi male e fare la figura della bastian contraria però mi pare che la musica che suonano tutti proviene dal medesimo strumento. La categoria degli amministratori non ne vuole sapere ammenochè ......... (scusa lo sfogo).

Forse sarebbe sana una via di mezzo. Per come la intendo io la messa a disposizione della documentazione condominiale non è in "tempo reale" ma bensì annuale per quanto riguarda la parte delle tabelle consuntivi, preventivi, giustificativi e al limite sempestrale o massimo bimestrale per la messa in rete delle fotocopie degli estratti conto bancari (scansioni tre fogli e fai il caricamento non mi pare sia tutta questa tragedia). Considera che ci sono amministratori che stanno 3 anni senza farti vedere una fattura ammenochè non gli bussi alla porta di casa e gliela chiedi. Si può arrivare ad una via di mezzo oppure bisogna per forza strumentalizzare la legge per farci soldi ? Io più che altro scusate ma mi sembra di essere finita nella tana del lupo in questo forum..... Sono nuova e non mi va di comportarmi male e fare la figura della bastian contraria però mi pare che la musica che suonano tutti proviene dal medesimo strumento. La categoria degli amministratori non ne vuole sapere ammenochè ......... (scusa lo sfogo).

Scusa ma hai letto la mia ultima proposta?

Io non suono nessuno strumento.

Se deliberate nel modo corretto quando busserai ogni 3 o 6 mesi non sarai costretta ad elemosinare i giustificativi ma troverai il plico già pronto perchè l'amministratore sarà obbligato ad eseguire la delibera.

Se il costo della consegna del plico (copie di giustificativi di spesa) vi sembrerà eccessivo potete scegliere un'altra via.

Se ti senti preparata e vuoi, puoi anche candidarti tu ad amministrare il tuo condominio, così come ho fatto io.

Stando sul posto ed avendo un solo condominio da gestire tutto si svolgerà in tempi rapidi ed ai costi a te graditi.

Forse sarebbe sana una via di mezzo. Per come la intendo io la messa a disposizione della documentazione condominiale non è in "tempo reale" ma bensì annuale per quanto riguarda la parte delle tabelle consuntivi, preventivi, giustificativi e al limite sempestrale o massimo bimestrale per la messa in rete delle fotocopie degli estratti conto bancari (scansioni tre fogli e fai il caricamento non mi pare sia tutta questa tragedia). Considera che ci sono amministratori che stanno 3 anni senza farti vedere una fattura ammenochè non gli bussi alla porta di casa e gliela chiedi. Si può arrivare ad una via di mezzo oppure bisogna per forza strumentalizzare la legge per farci soldi ? Io più che altro scusate ma mi sembra di essere finita nella tana del lupo in questo forum..... Sono nuova e non mi va di comportarmi male e fare la figura della bastian contraria però mi pare che la musica che suonano tutti proviene dal medesimo strumento. La categoria degli amministratori non ne vuole sapere ammenochè ......... (scusa lo sfogo).

Non è questione nè di esser bastian contrario nè nella tana del lupo.

Semplicemente per poter fare osservazioni è bene conoscere pro e contro che talvolta ai non addetti al lavoro sfuggono ed anche la normativa,che prevede di default il sito onere di spesa a carico del condominio.

Te lo ripeto ci vuole tempo,tempo che spesso gli amministratori non hanno e che chi chiede un sito pretende.

 

Quindi non è una tragedia nè una strumetalizzazione ma un servizio (non è detto debba esser a pagamento se viene offerto) che se si vuole fornire in modo sistematico si deve garantire e se viene deliberato diventa un obbligo da assolvere (pagato dai condòmini secondo legge).

 

Sei pregata quindi di evitare certe affermazioni.Grazie.

Non è questione nè di esser bastian contrario nè nella tana del lupo.

Semplicemente per poter fare osservazioni è bene conoscere pro e contro che talvolta ai non addetti al lavoro sfuggono ed anche la normativa,che prevede di default il sito onere di spesa a carico del condominio.

Te lo ripeto ci vuole tempo,tempo che spesso gli amministratori non hanno e che chi chiede un sito pretende.

 

Quindi non è una tragedia nè una strumetalizzazione ma un servizio (non è detto debba esser a pagamento se viene offerto) che se si vuole fornire in modo sistematico si deve garantire e se viene deliberato diventa un obbligo da assolvere (pagato dai condòmini secondo legge).

 

Sei pregata quindi di evitare certe affermazioni.Grazie.

La legge dice che i condomini si pagano il sito mica che devono pagare l'amministratore per caricarci i documenti. Anche perchè l'amministratore è tenuto a mostrarli e conservarli comunque a prescindere dal nuovo ordinamento. Qui mi pare che si sta reinterpretando l'articolo di legge a proprio favore nella misura in cui un servizio moderno ed efficiente che prende il posto di uno obsoleto e faragginoso viene considerato più oneroso del precedente; tutto da dimostrare ovviamente. Perchè se un certo amministratore si vede costretto a mostrare le proprie carte ai condomini che lo richiedono secondo me perde molto più tempo che a scansionare 20 pagine l'anno (perchè di questo stiamo parlando). Secondo me è proprio una questione all'itaGliana; tutti ostici al cambiamento e sempre a guardia del proprio orticello. Non ci dimentichiamo che il "precetto" della legge, nella vera accezione del temine giuridicamente rilevante è la "trasparenza" e la trasparenza, secondo la mia modesta opinione, non è una cosa che si deve pagare; deve essere assolutamente inclusa nel mandato.

 

Infne Cara Patrizia, se fai una vera ed obiettiva analisi della questione che io ho inizialmente posto, tutto mi si è risposto tranne quanto avevo chiesto spostando costantemente il tema su altri lidi come a significare .... meglio che non ne parliamo.... E' risultato abbastanza evidente che avere un ospite esterno che fa queste domande è una cosa scomoda.. (se fai caso c'è stato pure un venditore privato che mi ha proposto di vendermi un sito). Ma probabilmente ho sbagliato io a interpretrare cosa fosse questo sito e questo forum. Scusate tutti...... evidentemente sono finita nel posto sbagliato per porre certi problemi

La legge dice che i condomini si pagano il sito mica che devono pagare l'amministratore per caricarci i documenti. Anche perchè l'amministratore è tenuto a mostrarli e conservarli comunque a prescindere dal nuovo ordinamento. Qui mi pare che si sta reinterpretando l'articolo di legge a proprio favore nella misura in cui un servizio moderno ed efficiente che prende il posto di uno obsoleto e faragginoso viene considerato più oneroso del precedente; tutto da dimostrare ovviamente. Perchè se un certo amministratore si vede costretto a mostrare le proprie carte ai condomini che lo richiedono secondo me perde molto più tempo che a scansionare 20 pagine l'anno (perchè di questo stiamo parlando). Secondo me è proprio una questione all'itaGliana; tutti ostici al cambiamento e sempre a guardia del proprio orticello. Non ci dimentichiamo che il "precetto" della legge, nella vera accezione del temine giuridicamente rilevante è la "trasparenza" e la trasparenza, secondo la mia modesta opinione, non è una cosa che si deve pagare; deve essere assolutamente inclusa nel mandato.

 

Infne Cara Patrizia, se fai una vera ed obiettiva analisi della questione che io ho inizialmente posto, tutto mi si è risposto tranne quanto avevo chiesto spostando costantemente il tema su altri lidi come a significare .... meglio che non ne parliamo.... E' risultato abbastanza evidente che avere un ospite esterno che fa queste domande è una cosa scomoda.. (se fai caso c'è stato pure un venditore privato che mi ha proposto di vendermi un sito). Ma probabilmente ho sbagliato io a interpretrare cosa fosse questo sito e questo forum. Scusate tutti...... evidentemente sono finita nel posto sbagliato per porre certi problemi

La legge può essere interpretata come dici, ovvero che l'amministratore è obbligato ad attivare il sito, a richiesta dei condòmini, ma che nulla vieta che siano questi ultimi a "possederlo" e gestirselo. Nulla vieta all'assemblea di incaricare un condòmino o addirittura terzi al mantenimento del sito. La logica però vuole che sia l'amministratore a pubblicare i documenti richiesti dall'assemblea, se non altro perché è virtualmente colui chi li ha nella forma più aggiornata e completa. Che il servizio sia poi il più ampio possibile, comprendendo tutti i documenti utili alla vita condominiale, lo dice invece la norma di legge, quando specifica che sia l'assemblea a decidere quali documenti pubblicare.

 

Tecnicamente ci sono molti modi per pubblicare dati su web. Il più semplice è comprarsi un dominio (costa meno di 30 euro l'anno) e costruirsi un sito con JOOMLA o WordPress o strumenti analoghi. La maggior parte ha dei "plug-in" (moduli) per fare le cose più svariate, suppongo anche per gestire più utenti, con le relative password. Anche usare strumenti come phpBB, per creare un vero e proprio forum condominiale, potrebbe essere una soluzione. Un'altra ancora è quella di ricorrere a google/yahoo, che offrono la possibilità di crearsi propri gruppi con accesso riservato... ma qui bisogna stare attenti a dove poi finiscono i dati, soprattutto se ce ne sono di sensibili.

 

Ti devo però correggere quando dici che basta poco per pubblicare i dati. Tenere aggiornato un sito, anche con strumenti automatici, richiede comunque del lavoro da parte dell'amministratore, che è sicuramente aggiuntivo a quello che già fa. Mentre fare una fotocopia a chi passa in ufficio e te la chiede può far perdere un po' di tempo se e solo quando accade, aggiornare un sito va fatto sempre e frequentemente, anche se poi nessuno lo va a visitare. L'amministratore non può semplicemente fidarsi di un software, perché deve come minimo controllare che i dati che si vanno ad aggiornare siano completi, deve decidere quali informazioni deve vedere ogni condòmino, per evitare che documenti personal finiscano alle persone sbagliate. fin che hai un solo piccolo condominio, può anche costare poco ma quando cominciano ad essere più di una trentina... vedi anche tu che dedicarci anche solo 5 minuti a condominio al giorno ti porta via più di 2 ore.

La legge dice che i condomini si pagano il sito mica che devono pagare l'amministratore per caricarci i documenti. Anche perchè l'amministratore è tenuto a mostrarli e conservarli comunque a prescindere dal nuovo ordinamento...

Ascolta, sono amministratore interno a titolo gratuito, ho attivato e curo GRATUITAMENTE il sito del mio condominio sin dal 2008 senza bisogno che ci fosse una legge e per quanto riguarda il c/c condominiale ciascun condòmino ha la password consultiva per visualizzare i movimenti on line in qualsias imomento (anche questo può essere deliberato dall'assemblea).

La legge dice che i condòmini si pagano il sito = VERO

La legge non dice che i condòmini devono pagare l'amministratore per caricare i documenti = VERO

 

La legge però non dice che è l'amministratore che deve caricare i documenti.

La legge dice che i condòmini possono richiedere a proprie spese copie di tutti i documenti che interessano.

Se quello che per un amministratore non avvezzo all'informatica può risultare difficile al punto da doversi affidare ad una consulenza esterna (vedi la proposta che ti è stata fatta dal venditore), trattandosi di 20 pagine l'anno ed essendo tutto così semplice, perchè non richiedi le copie e fai tutto tu?

Non è meglio una proposta alternativa nel rispetto della Norma piuttosto che una semplice critica?

La legge può essere interpretata come dici, ovvero che l'amministratore è obbligato ad attivare il sito, a richiesta dei condòmini, ma che nulla vieta che siano questi ultimi a "possederlo" e gestirselo. Nulla vieta all'assemblea di incaricare un condòmino o addirittura terzi al mantenimento del sito. La logica però vuole che sia l'amministratore a pubblicare i documenti richiesti dall'assemblea, se non altro perché è virtualmente colui chi li ha nella forma più aggiornata e completa. Che il servizio sia poi il più ampio possibile, comprendendo tutti i documenti utili alla vita condominiale, lo dice invece la norma di legge, quando specifica che sia l'assemblea a decidere quali documenti pubblicare.

 

Tecnicamente ci sono molti modi per pubblicare dati su web. Il più semplice è comprarsi un dominio (costa meno di 30 euro l'anno) e costruirsi un sito con JOOMLA o WordPress o strumenti analoghi. La maggior parte ha dei "plug-in" (moduli) per fare le cose più svariate, suppongo anche per gestire più utenti, con le relative password. Anche usare strumenti come phpBB, per creare un vero e proprio forum condominiale, potrebbe essere una soluzione. Un'altra ancora è quella di ricorrere a google/yahoo, che offrono la possibilità di crearsi propri gruppi con accesso riservato... ma qui bisogna stare attenti a dove poi finiscono i dati, soprattutto se ce ne sono di sensibili.

 

Ti devo però correggere quando dici che basta poco per pubblicare i dati. Tenere aggiornato un sito, anche con strumenti automatici, richiede comunque del lavoro da parte dell'amministratore, che è sicuramente aggiuntivo a quello che già fa. Mentre fare una fotocopia a chi passa in ufficio e te la chiede può far perdere un po' di tempo se e solo quando accade, aggiornare un sito va fatto sempre e frequentemente, anche se poi nessuno lo va a visitare. L'amministratore non può semplicemente fidarsi di un software, perché deve come minimo controllare che i dati che si vanno ad aggiornare siano completi, deve decidere quali informazioni deve vedere ogni condòmino, per evitare che documenti personal finiscano alle persone sbagliate. fin che hai un solo piccolo condominio, può anche costare poco ma quando cominciano ad essere più di una trentina... vedi anche tu che dedicarci anche solo 5 minuti a condominio al giorno ti porta via più di 2 ore.

Anzitutto ti ringrazio per la risposta pertinente rispetto alla domanda. Chiedo mele e stai spiegando cosa sono le mele senza rispondermi come altri che le mele non ci sono e quindi meglio prendere pere banane e mandarini.

 

Vorrei chiarire (mi interessa molto chiarire; anche magari intavolare una discussione seria sull'argomento) come la penso sul punto in cui non siamo d'accordo. Per come la vedo io una cosa sana, corretta e concreta è una delibera che prevede la pubblicazione dei documenti condominiali "dell'esercizio" quindi le tabelle A B C ecc e i giustificativi accorpati in cartella da archiviare 1 (UNA) volta all'anno a fine esercizio PUNTO. La delibera condominiale non deve imporre oneri eccessivi sull'amministratore. Per me la trasparenza è rappresentata dal mostrare il ciclo passivo cioè dalle fatture pagate (scansiono e butto dentro 1 sola volta all'anno). A inizio esercizio ripeto il ciclo rimetto le tabelle A B C aggiornate aggiornate e si ricomincia. Secondo me i documenti personali (che francamente non riesco neanche a immaginare quali possano essere) non devono far parte del sito condominiale. Non devono esserci PRETESE fuori luogo vessatorie nei confronti dell'amministratore fermo restando che egli debba garantire la trasparenza. A me pare che fila il discorso. Se sei un amministratore e lo fai per lavoro è normale che tu debba gestire molti condomini e immagino pure che dovrai avere una segretaria una fotocopiatrice scanner e quant'altro ....

 

Inoltre mi pare che ci potrebbe essere anche il vantaggio della pec. Però non ho ancora capito come funziona la pec. Dentro il sito condominio-click dove ho fatto la prova demo scrivono che le trasmissioni sono pec. Significherebbe risparmiare i soldi della posta.

 

 

P.S. Per Leonardo. Veramente non mi sento di commentare il tuo intervento .....

La legge dice che i condomini si pagano il sito mica che devono pagare l'amministratore per caricarci i documenti. Anche perchè l'amministratore è tenuto a mostrarli e conservarli comunque a prescindere dal nuovo ordinamento. Qui mi pare che si sta reinterpretando l'articolo di legge a proprio favore nella misura in cui un servizio moderno ed efficiente che prende il posto di uno obsoleto e faragginoso viene considerato più oneroso del precedente; tutto da dimostrare ovviamente. Perchè se un certo amministratore si vede costretto a mostrare le proprie carte ai condomini che lo richiedono secondo me perde molto più tempo che a scansionare 20 pagine l'anno (perchè di questo stiamo parlando). Secondo me è proprio una questione all'itaGliana; tutti ostici al cambiamento e sempre a guardia del proprio orticello. Non ci dimentichiamo che il "precetto" della legge, nella vera accezione del temine giuridicamente rilevante è la "trasparenza" e la trasparenza, secondo la mia modesta opinione, non è una cosa che si deve pagare; deve essere assolutamente inclusa nel mandato.

 

Infne Cara Patrizia, se fai una vera ed obiettiva analisi della questione che io ho inizialmente posto, tutto mi si è risposto tranne quanto avevo chiesto spostando costantemente il tema su altri lidi come a significare .... meglio che non ne parliamo.... E' risultato abbastanza evidente che avere un ospite esterno che fa queste domande è una cosa scomoda.. (se fai caso c'è stato pure un venditore privato che mi ha proposto di vendermi un sito). Ma probabilmente ho sbagliato io a interpretrare cosa fosse questo sito e questo forum. Scusate tutti...... evidentemente sono finita nel posto sbagliato per porre certi problemi

Mi pareva fosse evidente che avendo un sito collegato al gestionale gratuitamente messo a disposizione dei condòmini dove possono trovarsi ogni ben di informazione non ci fosse altro da dire o sbaglio?

Mi pare tu sia un pochino prevenuta,esistono anche gli amministratori evoluti e trasparenti che non temono il mostrare alcunchè e non comprenda che un conto è avere un sito altro conto è gestirlo.

Fondamentale non fare il lavoro due volte,quindi fondamentale avere gestionale e sito collegati in modo che la pubblicazione non richieda due operazioni di caricamento.Questo è il trucco se vuoi una risposta al tuo quesito,non cercare un sito qualsiasi e casuale,ma un gestionale che abbia il sito collegato e compreso nel pacchetto così che tutto sia interagibile e soprattutto disponibile ai condòmioni nello stesso formato dei tabulati,con lettura facile e comprensibile,registro contabilità compreso.

Ma visto che ritieni di aver sbagliato posto forse queste informazioni non ti interessano e la discussione può considerarsi esaurita.

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×