download immediato

I VICINI INCIVILI?
UN VECCHIO RICORDO!


-5%

Sconto

Ivan Meo e Daniela Sibilio
Lo consigliano...

Come difendersi da:

sbattitura di tappeti, panni gocciolanti, lancio di oggetti pericolosi, acqua sporca e rifiuti

Le soluzioni per difendersi da sbattimento dei tappeti, lancio di cose pericolose, acque luride e stendimento dei panni!

€ 19,95 -5% anziché 21,00€
In offerta fino al 30 settembre 2017.
Acquisto sicuro, 100% deducibile.
Consulta l'estratto

Lettura professionale per Amministratori, Condomini e Direttori di corsi

Problemi di battitura tappeti? Acqua sporca e maleodorante? Sporcizia che cade dal piano di sopra? Sgocciolamento dei panni?

Le conversazioni civili non hanno affatto cambiato la situazione? Perchè se le buone maniere non risolvono niente, l'unico modo è colpire il vicino con denuncie ad hoc e richieste di risarcimento danni di notevoli importi. Ma se non sai come fare, a chi sporgere denuncia, cosa scrivere e come preparsi per bene, si rischia di non ottenere nulla.

Scopri tutte le soluzioni e i rimedi che hai a disposizione. L'ebook, di taglio professionale, è infatti consigliato ai Condomini, Amministratori e Avvocati.

33 PAGINE
in formato a4, pdf, epub. Formato Libero, puoi stampare o copiare il testo


Compila il form per avere subito l’ebook
€ 21,00-5% (risparmi 1,05 €)
€ 19,95

Questo testo è dedicato agli amministratori che troppo spesso non sanno come agire, con notevoli disagi per se stessi e per i condomini, quando è compito e dovere nostro sapere come intervenire. E' rivolto pure ai condomini che vogliono risolvere il problema da sè o perchè semplicemente non sono stati aiutati dall'amministratore.

INDICE
  4/5 (totale voti: 407)
Part. 1Il reato di “getto pericoloso di cose” in ambito condominiale

Il dettato normativo

La struttura dell’art. 674 del codice penale:
- bene giuridico protetto;
- l’esplicazione della condotta;
- l’elemento soggettivo.
La casistica giurisprudenziale
- acqua piovana spazzata dal terrazzo;
- lancio dal proprio balcone o dalla propria finestra oggetti;
- acqua sporca e/o rifiuti;
- deiezioni di animali lasciati incustoditi;
- stallaggio di animali;
- esalazione derivante da Attività industriale regolarmente autorizzata;
- detenzioni di gatti in pessime condizioni igieniche;
- gas di scarico derivante da autovettura con motore diesel;
- fumi canna fumaria;
- fumi provocati da un impianto termico centralizzato condominiale;
- fumi derivanti da frittura;
- mozziconi di sigaretta, cenere, candeggina;
- tappeti, briciole e polveri;
- fossa “imhoff” condominiale;
- detenzione di cani in un terreno comune adiacente alla propria abitazione;
- fumi derivanti da caminetto.

Part. 2Lo sbattimento dei tappeti

Una “operazione domestica” con qualche conseguenza

- Tre alternative possibili;
- Problemi di orario;
- Le maggioranze assembleari per limitare tale attività;
- I poteri dell’amministratore di condominio;
- Quesiti.
• Il portiere del mio condominio ha detto che i tappeti e altro possono essere sbattuti dalle ore 8.00 alle ore 10.00. Questa regola è stata confermata anche dall’assemblea condominiale. Cosa posso fare per abrogare tale norma? Il regolamento condominiale non ne fa riferimento?
• Vorrei sapere se i condomini dei piani superiori possono battere i tappeti fuori dalle finestre e scrollare tovaglie con briciole di ogni genere sul suolo altrui?
• Rientra negli obblighi dell’amministratore far rispettare le disposizioni del regolamento di condominio che prevedevano che la battitura dei panni e dei tappeti e lo scuotimento delle tovaglie da tavola avvenisse soltanto in determinate ore del giorno e dalle finestre che affacciavano sulla pubblica via?
• Per tale attività è possibile configurare un reato?

Part. 3Lo stendimento dei panni negli edifici condominiali
- Panni stesi e tutela del decoro architettonico;
- I casi di pregiudizio del decoro architettonico;
- Il problema della alterazione della destinazione d’uso del bene comune;
- La servitu’ di esposizione di panni gocciolanti;
- Servitù di stillicidio, actio negatoria e disciplina delle immissioni. Confronti;
- Tipologia dei divieti posti per lo stendimento dei panni;
- Il divieto imposto dal regolamento di condominio;
- I limiti contenuti nel regolamento di polizia urbana;
- I poteri del singolo condomino per far cessare la turbativa;
- I poteri dell’amministratore;
- Quesiti.
• Per creare una servitù di stillicidio che consenta di far sgocciolare i panni sull’immobile di proprietà dell’inquilino del piano sottostante, sono sufficienti due fili sostenuti da staffe di metallo?
• Sebbene previsto da uno specifico regolamento condominiale il divieto dello sciorinamento della biancheria, qualora nel corso degli anni tale pratica sia sempre stata “tollerata” dalla generalità dei condomini è possibile appellarsi al regolamento ormai desueto ed impedire lo sciorinamento dei panni?
• I condomini degli appartamenti dei piani rialzati, ai quali siano annessi terrazzi interni, possono pretendere che non si appendano stendi-panni esterni ai balconi dei piani superiori, adducendo quale motivazione il decoro del condominio ed il possesso esclusivo dell’area sottostante?
• Come deve essere qualificata l’azione con la quale il proprietario di una terrazza richiede la rimozione di uno stenditoio, collocato nel confinante edificio ed aggettante sulla terrazza stessa con conseguenti immissioni (nella specie gocciolio di panni e creazione di ombra)?
• Il regolamento condominiale che vieta di sciorinare i panni sul cortile condominiale può applicarsi ad un cortiletto di cui sia proprietario esclusivo un condomino?
• L’assemblea condominiale può vietare di stendere panni su una terrazza condominiale destinata esclusivamente a copertura dell’edificio?
• Può considerarsi immissione lo stendimento della biancheria?
• Cosa è lo stillicidio?
• Il condomino del piano di sopra ha installa un condizionato d’aria. L’acqua provocata dal suo funzionamento cade sul mio balcone. Cosa posso fare per far cessare questo stillicidio?
• Il nostro amministratore ha intimato a tutti i residenti il divieto assoluto di stendere i panni dai balconi, ovunque essi si affaccino. E’ lecito tale divieto così generalizzato?
• Può un regolamento condominiale prevedere il divieto di stendere i panni ad asciugare sui balconi, anche all’interno, e sancire ammende per le infrazioni pari a 150,00 euro
• Possiedo un appartamento al piano terra di un condominio con un cortile interno di mia esclusiva proprietà. Posso vietare il gocciolamento dei panni stesi dai balconi superiori che si affacciano sul mio cortile privato?
• Può l’assemblea condominiale sanzionare, in base a norme presenti nel regolamento di condominio che richiama l’articolo 70 delle disposizioni attuative del Codice civile, limitatamente a norme di civile convivenza?
• Possiedo una piccola casa indipendente con annesso giardino che confina da un lato con una casa a più piani, in cui i balconi insistono sul mio giardino. D’estate, il proprietario della casa confinante appende all’esterno del balcone dei panni ad asciugare che sgoccialano sul mio giardino. Il mio vicino è autorizzato a tenere un comportamento del genere?
• La cadute delle foglie dal terrazzo nel mio balcone può considerarsi uno stillicidio? Posso far rimuovere le piante sovrastanti il mio balcone?

APPENDICE GIURISPRUDENZIALE

Sentenze di Merito


Sentenze di Legittimità


Massime giurisprudenziali


Tutti i rimedi per tutelarti dallo sbattimento dei tappeti, lancio di cose pericolose, acque luride e stendimento dei panni!


Dietro ad ogni grande studio ci sono sempre grandi scelte
Top