Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
111987 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Feste sul terrazzo condominiale
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Feste sul terrazzo condominiale

Uso del terrazzo condominiale per feste ed incontro conviviali, quali limiti

Avv. Alessandro Gallucci  

La retorica portata dalla bella stagione, ci pone all'attenzione un caso molto frequente, almeno stando al numero delle richieste che ci giungono.

In breve, qui di seguito daremo risposta a questa domanda: «Posso organizzare una festa sul terrazzo condominiale?»

Feste in condominio i possibili rischi legali

Ce lo domanda in sostanza un nostro lettore che scrive: «Per la festa dei quindici anni di mio figlio, avevo in mente di invitare qualche suo amico, gli zii, i nonni: una quindicina di persone in tutto.

Abbiamo proprio sopra casa un terrazzo che copre tutto l'edificio, diverse centinaia di metri quadri, e di solito è utilizzata per stendere il bucato.

Allora, mi sono detto: visto che la sera non è usata da nessuno, perché non dire ai vicini che quella sera farò una festicciola?

Ne ho parlato con l'amministratore, il quale mi è parso perplesso: fammi leggere il regolamento, così non so dirti se si può ha detto. Davvero potrebbe essere vietato? Ditemi che ne pensate».

Che ne pensiamo: ci pare un'ipotesi peregrina, ma sì, davvero potrebbe essere vietato.

L'uso delle cose comuni - che vedremo da qui a breve è teoricamente libero purché nei limiti dell'art. 1102 c.c. - in particolari circostanze può essere soggetto a condizioni.

Insomma, se non riusciremo a fornire una risposta certa al lettore, quanto meno, quello si con certezza, gli daremo le chiavi di lettura del caso, affinché possa trovare lui, tra le carte, la soluzione.

Andiamo per gradi.

Feste sul terrazzo condominiale e uso delle cose comuni

L'art. 1102 c.c. recita:

«Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il migliore godimento della cosa».

Festa in condominio, ecco le regole da rispettare

La norma, dettata in materia di comunione, è applicabile al condominio negli edifici in ragione di quanto disposto dall'art. 1139 c.c.

Nella lettura fornitane dalla giurisprudenza è stato precisato che le modalità d'uso, oltre a non alterare la destinazione e non impedire il pari diritto, non devono recare pregiudizio alla sicurezza, la stabilità ed il decoro dell'edificio.

Sempre la giurisprudenza, più nello specifico la Cassazione, rispetto all'applicazione dell'art. 1102 c.c. al condominio ha affermato che «in considerazione della peculiarità del condominio degli edifici, caratterizzato dalla coesistenza di una comunione forzosa e di proprietà esclusive, il godimento dei beni, degli impianti e dei servizi comuni è in funzione del diritto individuale sui singoli piani in cui è diviso il fabbricato: dovendo i rapporti fra condomini ispirarsi a ragioni di solidarietà, si richiede un costante equilibrio tra le esigenze e gli interessi di tutti i partecipanti alla comunione, dovendo verificarsi - necessariamente alla stregua delle norme che disciplinano la comunione - che l'uso del bene comune da parte di ciascuno sia compatibile con i diritti degli altri (v. Cass. 30 maggio 2003 n. 8808; Cass. 27 febbraio 2007 n. 4617; 24 giugno 2008 n. 17208; Cass. 9 giugno 2010 n. 13879). […] Con riferimento al condominio la norma consente, infatti, la più intensa utilizzazione dei beni comuni in funzione del godimento della proprietà esclusiva, purché il condomino non alteri la destinazione del bene e non ne impedisca l'altrui pari uso.

In altri termini, l'estensione del diritto di ciascun comunista trova il limite nella necessità di non sacrificare ma di consentire il potenziale pari uso della cosa da parte degli altri partecipanti (v. Cass. 1 agosto 2001 n. 10453; 14 aprile 2004 n. 7044; Cass. 6 novembre 2008 n. 26737; Cass. 18 marzo 2010 n. 6546).» (Cass. 21 dicembre 2011, n. 28025).

La mia libertà finisce dove inizia quella degli altri, per dirla con un detto: non posso trasformare la terrazza condominiale in uso a tutti in un'estensione ad uso permanente ed esclusivo della mia proprietà, ma posso certamente farlo di tanto in tanto, se ciò non lede i diritti degli altri o non pregiudica gli interessi citati e tutelati dalla norma.

Se una sera ci sono tre compleanni, magari ognuno può usare uno spazio o se non basta la può usare a orari diversi, ma quando mai succede qualcosa del genere?

=> Salute mentale e festini. Il rumore in condominio è un problema

Feste sul terrazzo condominiale, il buon senso e l'avviso ai condòmini

È comunque buona norma avvisare i vicini di questa intenzione: può essere che qualcuno abbia l'abitudine di lasciare steso il bucato durante la notte, può essere che il rumore che naturalmente si creerà potrebbe spaventare, se inusuale, ecc.

Norme di buon senso, di buon vicinato, non scritte da nessuna parte, ma che è sempre utile e proficuo per i rapporti umani, rispettare e coltivare.

Questo quanto previsto dalla legge, ma la materia non è disciplinata solo dalla legge, ovvero può essere disciplinata anche da altre norme.

Feste sul terrazzo condominiale, divieti regolamentari e divieto di assembramento

Il regolamento condominiale, se di natura assembleare può porre dei limiti orari per l'uso delle cose comuni.

Orari che devono essere coerenti con quello che è la normale destinazione del bene, le sue possibilità d'uso, la tipologia di edificio: insomma regolamentare l'orario d'uso non può voler dire vietarlo nei fatti.

Il divieto di particolari usi è sempre consentito, invece, se contenuto in un regolamento contrattuale, dato che l'art. 1102 c.c. non è norma inderogabile.

Resta fermo poi che chi tiene feste sul terrazzo condominiale, fin quando dura l'emergenza sanitaria deve osservare il divieto di assembramento, a tutt'oggi valevole in spazi pubblici e privati, aperti o chiusi.

La festa è finita. È reato violare i limiti dell'inquinamento acustico

Cerca: uso terrazzo condominiale

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento