Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
105577 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Spetta al condominio dimostrare il danno economico a causa della negligenza dell'amministratore di condominio
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Spetta al condominio dimostrare il danno economico a causa della negligenza dell'amministratore di condominio

Mancato versamento dei contributi INPS nei confronti del portiere. Chi ne risponde?

Avv. Maurizio Tarantino  

Risarcimento escluso perché l'ente di gestione, nonostante l'inadempimento del professionista, non aveva provato di aver pagato le sanzioni dopo il via libera alla rateazione dei debiti verso l'Inps. "Nessun risarcimento del danno per condotta negligente dell'amministratore se il condominio non dimostra di aver pagato more e interessi all'Inps conseguenti al mancato versamento dei contributi previdenziali e assicurativi al portiere". Questo è il principio di diritto espresso dal Tribunale di Roma con la sentenza n. 20322 del 2 novembre 2016 in merito al versamento dei contributi INPS da parte del condominio nei confronti del portiere.

=> Versamento delle ritenute da parte del condominio. Alcune criticità all'orizzonte

=> Anche l'amministratore di condominio risponde del mancato versamento delle ritenute previdenziali.

I fatti di causa. Il condominio, con atto di citazione, esponeva che Tizio era stato amministratore dal 10-2-2002 al 7-10-2010. Che, dal rendicontò approvato dal Condominio in data 31-5-2011, era risultato che vi era un avanzo cassa. L'attore evidenziava di essere creditore del convenuto di detta somma.

Inoltre, l'attore condominio precisava che l'amministratore aveva omesso di versare all'Inps i contribuiti per il portiere dovuti dal 2005 al 2009; tale circostanza aveva costretto il nuovo amministratore Caio a versare ad Equitalia una somma per il mancato pagamento dei contribuiti ed a chiedere la rateizzazione del residuo debito con il conseguente pagamento delle ulteriori somme, dovute in conseguenza della negligenza del convenuto per interessi di mora, per interessi di dilazione ed per compensi di riscossione per complessivi.

Ciò premesso, l'attore condominio chiedeva al giudice adito la condanna del convenuto Tizio al risarcimento dei danni patrimoniali subiti nonché al risarcimento dei danni non patrimoniali da liquidarsi in via equitativa, con interessi e rivalutazione.

Costituendosi in giudizio, il convenuto Tizio (precedente amministratore) contestava in toto le pretese del condominio ed evidenziava che il mancato pagamento dei contributi dovuti con riguardo al portiere era conseguenza della carenza di liquidità di cassa e che, sino al 2008, i bilanci erano stati approvati dall'assemblea

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Tribunale di Roma n. 20322 del 2 novembre 2016

Cerca: mancato versamento dei

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento