Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
113238 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Si può attaccare uno specchio in ascensore?
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Si può attaccare uno specchio in ascensore?

L'installazione di specchiere in ascensore: la competenza a decidere, le maggioranze assembleari, l'iniziativa del singolo condòmino.

Avv. Alessandro Gallucci 

L'ascensore, questo ci dicono i luoghi comuni, è un posto dove si suole guardarsi allo specchio, le donne truccarsi e chiunque farsi su selfie.

L'ascensore non sempre è dotato di uno specchio. Così è nel caso del nostro lettore, che ci scrive:

"Ciao amici di Condominioweb, vi seguo sempre e partecipo al forum. Non sono riuscito a trovare una risposta ad una mia domanda. Possiamo attaccare uno specchio in ascensore?

Ho chiesto all'amministratore, lui mi ha detto che è una decisione che deve assumere l'assemblea e che la inserirà nel prossimo ordine del giorno.

L'assemblea? Io credevo che potesse farlo lui. Comunque: se in assemblea non si decidesse nulla, posso farlo io di mia iniziativa, chiaramente pagando personalmente l'installazione?"

Installazione dell'ascensore in condominio. Il principio dell'accessibilità all'edificio

Diamo una risposta al quesito del nostro lettore.

Specchio in ascensore, le competenze dell'amministratore

È prerogativa dell'amministratore ai sensi dell'art. 1130 nn. 2 e 3 c.c.:

" - disciplinare l'uso delle cose comuni e la fruizione dei servizi nell'interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a ciascuno dei condomini;

- erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell'edificio e per l'esercizio dei servizi comuni".

La disciplina dell'uso delle cose comuni e la manutenzione ordinaria, a ben vedere non comprendono la facoltà d'installare specchi in ascensore.

Si badi: non è che sia un'iniziativa preclusa all'amministratore. Per questo genere di accessorio, alle volte è sufficiente rivolgersi al manutentore dell'impianto, specie in sede di rinegoziazione del contratto; insomma sono proprio le imprese ascensoriste a fornirlo, gratuitamente.

Ove così non fosse, trattandosi di un'aggiunta - sicuramente non un'innovazione - non necessaria al miglior uso delle cose comuni, né propriamente un intervento di manutenzione ordinaria, prudenza impone che sia l'assemblea a decidere.

Sebbene l'installazione non rappresenti un onere economico impegnativo per un condominio, a meno che non siano stati i condòmini da dar mandato informale all'amministratore di agire in tal senso, è bene che la decisione passi dall'assemblea, che ha l'ultima parola sulle spese per le cose comuni (si veda ad es. Cass. n. 734/2018).

Di chi è l'ascensore? Di chi paga le spese di manutenzione

Specchio in ascensore, le competenze dell'assemblea

Ecco, quindi, che in effetti se l'installazione non è fornita dall'impresa manutentrice a mo' di benefit, è bene che sia l'assemblea condominiale a deliberarne l'installazione.

L'argomento, evidentemente, dovrà essere inserito all'ordine del giorno. Si tratta di una spesa che, ad avviso dello scrivente, deve essere suddivisa in ragione dei criteri dettati dall'art. 1124 c.c. (trattandosi di accessorio dell'impianto di ascensore) e sostenuta dal proprietario e non dal conduttore e dell'usufruttuario e non dal nudo proprietario.

Specchio in ascensore, le maggioranze per deliberarlo

A meno che non si vada a scegliere un modello particolarmente caro, nessun dubbio che questo genere di decisione possa essere assunta alla stregua di una qualunque ordinaria decisione.

Ciò, in termini di quorum deliberativi, vuol dire che per la validità della decisione è necessario e sufficiente che siano raggiunte le seguenti maggioranze:

a) in prima convocazione, il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti all'assemblea e almeno la metà del valore millesimale dell'edificio;

b) in seconda convocazione, il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti all'assemblea e almeno la metà del valore millesimale dell'edificio.

Prima e seconda convocazione e rispettivi quorum

L'assemblea può anche decidere di non farlo installare. In tal caso la decisione può assumere un duplice significato:

  • l'assemblea non intende sostenere quella spesa;
  • l'assemblea ritiene di non installarlo in quanto disciplina il modo d'uso di quello spazio comune in quel modo.

In tale ultima circostanza, il condòmino interessato all'installazione potrebbe impugnare quella delibera per farne accertare la violazione in relazione ai suoi diritti d'uso delle cose comuni ex art. 1102 c.c.

Specchio in ascensore, l'iniziativa del singolo condòmino

Qui, così, arriviamo alla possibilità per il singolo di procedere autonomamente all'installazione, sfruttando il suo diritto d'uso delle cose comuni ex art. 1102, primo comma, c.c. che recita:

«Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il migliore godimento della cosa».

Rispetto al diritto d'uso delle cose comuni ai sensi della predetta norma, la Cassazione ha specificato che «la nozione di pari uso della cosa comune è da intendersi non nei te «la nozione di pari uso della cosa comune è da intendersi non nei termini di assoluta identità della sua utilizzazione da parte di ciascun comproprietario, poiché l'identità nello spazio o nel tempo di tale uso potrebbe comportare un sostanziale divieto, per ogni condomino, di fare della cosa comune qualsiasi uso particolare o a proprio esclusivo vantaggio senza che venga alterato il rapporto di equilibrio tra i partecipati alla utilizzazione del bene in comunione». (Cass. 14 aprile 2015, n. 7466).

È difficile che la cabina dell'ascensore possa essere utilizzata diversamente, cioè che gli altri condòmini possano mettere qualcosa di diverso da uno specchio.

Un quadro, una bacheca? Non è da escludersi, ma i lati utilizzabili sono tre. Una controindicazione per chi installa è che la spesa resta a suo carico (non è una spesa urgente rimborsabile ex art. 1134 c.c.), come le responsabilità della corretta installazione.

Ecco quando è illegittima l'installazione dell'ascensore

Cerca: specchio in ascensore

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento