Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
112138 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Locazioni brevi, nelle linee guida delle misure anti contagio spuntano raccomandazioni per i condominii
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Locazioni brevi, nelle linee guida delle misure anti contagio spuntano raccomandazioni per i condominii

Pulizia e disinfezione delle parti comuni raccomandate in presenza di attività di locazione breve, ma chi deve farle?

Redazione Condominioweb  

Nella giornata di giovedì 11 giugno il Presidente del Consiglio ha firmato un nuovo decreto, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19.

L'atto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di oggi e a ben leggerlo contiene indicazioni, raccomandazioni per meglio dire, riguardanti direttamente condòmini ed amministratori .

Indicazioni formulate non proprio chiaramente , almeno quelle che riguardano l'amministratore.

L'oggetto è la sanificazione/disinfezione delle parti comuni in presenza di attività di locazione breve in unità immobiliari ubicate in condominio.

Coronavirus e condominio, pagamenti e lavori

Sanificazione parti comuni condominiali, cosa è successo nella Fase 1?

Nel lungo periodo di lockdown si è spesso detto che i condomini dovevano effettuare attività di sanificazione delle parti comuni dell'edificio.

Indicazione che ha dato luogo all'emissione di ordinanze da parte di alcuni Sindaci, volte alla sanificazione periodica degli spazi condominiali.

Senza quelle ordinanze sindacali non v'è alcun obbligo di legge: stava alla sensibilità di amministratori e condòmini decidere il da farsi.

Le spese hanno stoppato molti amministratori : come giustificare quell'intervento in mancanza di un obbligo normativo? Idem nella così detta Fase 2

Ai tempi del coronavirus gli oneri condominiali vanno pagati?

Il d.p.c.m. 11 giugno 2020 cambia qualcosa, non in termini d'obbligo, ma di suggerimento. Nel farlo, però, litiga con le preposizioni, creando, a nostro avviso, qualche problema interpretativo.

Vediamo perché.

Sanificazione parti comuni condominiali, locazioni brevi e dpcm 11 giugno 2020

L'allegato 9 al succitato d.p.c.m. contiene Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome dell'11 giugno 2020.

Si tratta, per quel che riguarda il condominio di raccomandazioni. Esse sono operative quando nell'edificio (più latamente nel complesso condominiale) si svolge attività di locazione breve.

Che cosa dicono esattamente le linee guida: LOCAZIONI BREVI

«Oltre al rispetto delle indicazioni di carattere generale, si raccomanda, al cambio ospite, l'accurata pulizia e disinfezione di ambienti, arredi, utensili e, laddove fornita, biancheria.

Inoltre, a tutela di eventuali persone residenti o soggiornanti nel medesimo stabile nel quale si svolge l'attività di locazione breve, si suggerisce di provvedere con maggiore frequenza ad un'accurata pulizia e disinfezione anche di spazi comuni (es. ascensori, androni, scale, porte, etc).

Tale ultima raccomandazione dovrà esser presa in accordo tra i condomini o, laddove presente, dall'Amministratore condominiale».

È il periodo finale che lascia più di qualche dubbio.

Che vuol dire che in presenza dell'amministratore la raccomandazione deve essere presa da lui?

Due le soluzioni:

  • o l'amministratore deve raccomandare al titolare dell'attività di locazione breve di eseguire la pulizia e disinfezione delle citate parti comuni, dandogli poi documentata attestazione;
  • o deve farle eseguire lui d'ufficio.

Certo, in tale ultimo caso sorge il problema della spesa : è noto, infatti che in punto di diritto, salvo diversa disposizione di un regolamento contrattuale, l'amministratore non ha potere di imputare spese al singolo condòmino (se non per i casi di ricerche anagrafiche e sanzioni per violazioni del regolamento).

L'ennesimo, se così può dire, pasticcio normativo .

Ricordiamo che secondo le indicazioni fornite dal Ministero della Salute «la sanificazione è definita come il complesso di procedimenti ed operazioni di pulizia e/o disinfezione e mantenimento della buona qualità dell'aria».

La circolare n. 17644 del 22 maggio 2020 indica come effettuare questi interventi e quindi che cosa dev'essere attestato.

Coronavirus e sconto sugli affitti, le regole

Dpcm 11 giugno 2020 ed allegati

Cerca: sanificazione condomini parti comuni locazioni brevi

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento